domenica 6 marzo 2011

Satanik

16
1968, Piero Vivarelli, Eduardo Manzanos Brochero.

Regista è solo Vivarelli ma giusto citare lo spagnolo Brochero che lo ha prodotto e ne ha curato la sceneggiatura, ambientata per buona parte in Spagna, tratta dal famoso fumetto omonimo.

Satanik è un fumetto noir, vero Cult degli anni sessanta, autori Max Bunker e Magnus. Protagonista una dottoressa con delle malformazioni al viso che s'inventerà insieme ad un altro scienziato un sistema per trasformarsi in una donna conturbante e bellissima (Magda Konopka, va detto, è veramente un piacere per gli occhi!). L'elisir ha una controindicazione: dona giovinezza ma al contempo incattivisce le cavie sottoposte all'esperimento. Per la dottoressa Marnie Bannister non è certo un problema, tanto che per prenderlo non esiterà ad uccidere il collega.

Comincerà una vita avventurosa e criminale. L'effetto dell'elisir non è infinito, ogni tanto deve mandarne giù un po', e quel suo apparire a volte come una vecchia malforme altre come una bionda mozzafiato crea confusione anche tra gli investigatori che sono sulle sue tracce. Come personaggio poi questa Satanik è anche crudele al limite del gratuito, e in questo senso ha un certo fascino il film.

Siamo lontani dalla grandissima qualità del Diabolik, sia chiaro. Anche se per il genere è assimilabile, il film di Bava è proprio di un altro pianeta.
Insomma, non ho molto da dire. Per alcuni film da culto, per me no ma mi sono divertito a vederlo. Con quel sapore polar anni '60 ma molto a basso costo è un film curioso, una specie di B-Diabolik. Consigliato? Sicuramente per amanti del genere "fumetti al cine" è un must, e per i maschietti con gli ormoni ancora attivi la Konopka è un altro must al cubo.

diciamolo, proprio una meraviglia a vedersi non era

tanto per rendere onore all'ambientazione

è migliorata eh! l'elisir c'ha avuto il suo bel perché

cattiva, ma cattiva forte!

immagine simbolo, ma solo per un balletto, non era una maschera per azioni criminali

parte finale del balletto molto... interessante

scena "alla Melville" per il finale


16 commenti:

  1. Il fumetto era davvero strepitoso !
    Il Film decisamente meno, ma vale la pena di recuperarlo, se non altro come testimone dell'epoca.
    Certo che oggi, con la penuria di soggetti decenti, varrebbe la pena di dare uno sguardo a queste pellicole. Molti Studios potrebbero trovare grandi idee da sviluppare, anziche cimentarsi in futili e discutibili remake.
    ...certo che un filtro così....avercelo avuto nel 1968 ! Ci avrebbe fatto comodo !!! :)

    RispondiElimina
  2. fumetto strepitoso, film mal riuscito, come la maggior parte delle trasposizioni di quegli anni.

    RispondiElimina
  3. ecco magar, bravo, questo è uno di quei casi in cui un remake più ricco ci starebbe bene! a me a dire il vero quel filtro servirebbe oggi, vista l'età, ahah!

    ciao Cirano, piacere di conoscerti anzitutto! :)
    però mi raccomando, Diabolik di Bava è una sturbante eccezione eh...

    RispondiElimina
  4. ...il nostro filtro è il Cinema ! Fino a quando avremo voglia di vedere un film....resteremo giovani.
    A proposito, sono andato a rivedermi il film in questione, e mi è venuto in mente il cinema di Russ Meyer !
    Qualche recensione....?

    RispondiElimina
  5. aaaaah, ho capito! :P
    per ora ho in programma e pure sull'hd Faster Pussycat... se hai altre proposte falle pure.

    RispondiElimina
  6. ...Film irrimediabilmente brutto, del simpatico Vivarelli.

    RispondiElimina
  7. epperò la Konopka un occhio lo merita dai :)

    RispondiElimina
  8. I frame del film mi ispirano di far girare per casa la mia signora con indosso soltanto una camicetta, ma anche niente. ;o)

    RispondiElimina
  9. harmo, ihihih! in bocca al lupo :D

    p.s.: hai una mail da qualche gg... ;-)

    RispondiElimina
  10. Uuuuuuu son curiosa di vederlo però! ahahah :P ho studiato storia del fumetto e questo qui mi incuriosiva un bel po' anche se pure io prediligo Diabolik in tutto e per tutto.. :P

    RispondiElimina
  11. ciao Giulia!
    be' be', come studiosa non puoi evitarlo :)

    RispondiElimina
  12. Come ho fatto a perdermelo all'epoca della sua uscita nelle sale?

    RispondiElimina
  13. ora manca kriminal..
    ti consiglio il film ad episodi thrilling, del 1965, con un grandissimo walter chiari nell'episodio sadik
    comunque il fumetto migliore era alan ford

    stay tnt

    RispondiElimina
  14. Adriano, non hai perso nulla di epocale eh! :D

    arriverà anche Kriminal di Lenzi infatti!
    lo guarderò a scatola chiusa, devo completare la serie... Alan Ford però film? nulla mi pare.

    RispondiElimina
  15. Nessun commento sul film.
    Da appassionato di fumetti ho sempre avuto difficoltà ad apprezzare le versioni cinematografiche.
    Russ Meyer visto che chiedi consigli.
    Forse sarebbe meglio iniziare da "Lorna".
    Film "normale".
    Su wikipedia dicono ispirato al neorealismo italiano.
    Una storia torbida in cui Meyer aveva già le idee chiare sulle forme, che secondo lui, doveva avere una protagonista dei sui film.
    Guardali tutti.
    Non sono magari dei capolavori da olimpo del cinema ma spesso divertenti/dissacranti.

    RispondiElimina
  16. ciao Mic !!!
    grazie del consiglio, da esperto che sei... prossimo film al cinema si va insieme eh!
    non si vive di soli capolavori, mi permetto con l'occasione di dirlo.

    RispondiElimina