domenica 31 luglio 2011

Damnation Alley - L'ultima Odissea

9
1977, Jack Smight.

Maggiore Eugene Denton/George Peppard : “Tanner è Denton! Questa intera città è infestata da scarafaggi killer. Ripeto: SCARAFAGGI KILLER!”

Tanner/Jan-Michael Vincent :-“Allora, per dove stiamo andando?”
Maggiore Eugene Denton :-“Albany.”
Tanner :-“Albany? Hai parenti lì?”
Maggiore Eugene Denton :-“E’ l’unico posto da cui abbiamo mai avuto un segnale, Albany è il luogo a cui tentare di arrivare.”
Tanner :-“Ordino come obiettivo dell’operazione, allora?”
Maggiore Eugene Denton :-“Si può chiamare così. Vedi, c’è un passaggio…non è propriamente molto ampio di diametro, ma le schermate mostrano che sia il percorso di minore contaminazione. Non va bene, ma è il migliore che abbiamo.”
Tanner :-“Cosa succede se ci si sbaglia una sola volta?”
Maggiore Eugene Denton :-“Ci sono aree talmente radioattive in cui non siamo mai riusciti a passare. Non è una questione di curve sbagliate anche se –“Damnation Alley” è un centinaio di miglia di larghezza, abbiamo sempre un sacco di strada da fare.”
Tanner :-“Damnation Alley?” Chi l’ha chiamata così?”
Maggiore Eugene Denton :-“Io l’ho fatto.”

sabato 30 luglio 2011

Gianni e le donne

20
2011, Gianni Di Gregorio.

Chi ha visto e apprezzato il precedente e gradevolissimo "Pranzo di Ferragosto" di questo regista andrà a colpo sicuro. Le mie aspettative sono state interamente attese. Sempre più autobiograficamente ispirato, sempre giocando in casa a Roma, Gianni Di Gregorio stavolta realizza un'intelligente ironia sull'anzianità maschile, in una sorta di continuum per par condicio del citato precedente.

venerdì 29 luglio 2011

Malibu Express

13
1985, Andy Sidaris.

Commedia sexy-action ottantesca che rappresenta un distillato puro e non edulcorato dello stile di Sidaris.

Impossibile non pensare alle opere di un certo regista statunitense che comincia per R e finisce per Uss Meyer, quando ci si pone di fronte all'operato di Andy Sidaris. Sarebbe già un accostamento di quelli azzardati e improponibili, tuttavia i film di Sidaris si fanno voler bene, almeno dal sottoscritto, sia chiaro, e, sebbene senza la carica unica e dirompente del cinema Meyeriano, ripropongono un erotismo gioioso e cartoonesco venato da un tocco di violenza che rende sicuramente la pietanza più speziata. Senza parlare poi del parterre femminile disinvoltamente spogliato dal regista originario di Chicago.

giovedì 28 luglio 2011

L'ultima donna - La dernière femme

19
1976, Marco Ferreri.

Permettetemi un incipit bloggeristico.
Questo film lo meditavo da tempo, fu una visione giovanile sconvolgente e ne avevo solo tracce nei ricordi. Mi è bastato parlarne 5 minuti de visu con l'amico Belushi e mi ha spiattellato il titolo in un attimo - è "L'ultima donna" di Marco Ferreri -. Chissà la faccia che m'è venuta! Devo ringraziarlo infinitamente, anche perché, come poi spiegherò, questo che per me è un Capolavoro (ma non può esserlo per tutti) è capitato in un momento della mia vita a dir poco Decisivo.

mercoledì 27 luglio 2011

101 Reykjavík

21
2000, Baltasar Kormákur.

La storia bizzarra, o forse semplicemente curiosa, simpatica certamente, divertente tantissimo, del più o meno trentenne Hlynur, della di lui madre Berglind e della spagnola Lola, semi-giovane e carina ballerina nonché insegnante di Flamenco, "amica" della madre che diventerà "amica" pure del giovane. "Il triangolo Sì!" dovrebbe cantare il massificatore di sorcini in questo caso.

martedì 26 luglio 2011

Endgame - Bronx lotta finale

20
1983, Steven Benson (Joe D'Amato)

Post-Atomico violento e spettacolare prodotto dalla Filmirage e scritto, anche se non accreditato, da Montefiori/Eastman.

Giusto qualche parola d'introduzione. Il 22/10/1982 esce "1990-I Guerrieri del Bronx" di Enzo Girolami Castellari, il 07/04/1983 "I Nuovi Barbari", sempre di Enzo, mentre il 15/08/1983 arriva nelle sale il terzo capitolo della trilogia Castellariana "Fuga dal Bronx"; seguiranno, tra gli altri, il 28/10/1983 "Rush" di Anthony Richmond/Tonino Ricci con Bruno Minniti, il 25/11/1983 "I Predatori di Atlantide" (pregiatissimo da chi scrive, i gusti sono gusti) di Ruggero Deodato, mentre il 05/11/1983 si era affacciato sugli schermi "Endgame-Bronx Lotta Finale" di Steve Benson aka Aristide Massaccesi.

lunedì 25 luglio 2011

La porta sul buio

8
1973, Luigi Cozzi, Dario Argento, Roberto Pariante, Mario Foglietti.

“In quanto al titolo “La Porta sul buio”, vi chiederete che cosa voglia significare. Ebbene, vuol dire, come aprire una porta sull’ignoto, su ciò che non conosciamo e che perciò molte volte ci inquieta, ci fa paura. Ma per me vuol dire anche altre cose. Può capitare, ed è capitato una volta, anche una sola volta nella vita di una persona, di chiudersi una porta alle spalle e trovarsi in una stanza buia…, cercare l’interruttore della luce e non trovarlo… Provare ad aprire la forma e non riuscirci. E dover restare lì, al buio… Soli… Per sempre. Ebbene, alcuni dei protagonisti delle nostre storie si sono chiusi alle spalle questa porta fatale.”
- Dario Argento nell’introduzione agli episodi de “La Porta sul buio” -.

sabato 23 luglio 2011

Classe tous risques - Asfalto che scotta

14
1960, Claude Sautet.

Oggi, involontariamente, faccio un'incursione nella rassegna del noir francese che sta curando l'amico Napoleone. Questo film, da Olimpo assoluto non solo di genere, rientra in una serie di titoli in qualche modo legati a Milano, città che mi ospita dalla nascita, che ho deciso da tempo di vedere.

venerdì 22 luglio 2011

Tawan Young Wan yoo - Bangkok loco

18
2004, Pornchai Hongrattanaporn.

Divertentissimo film dal ritmo vertiginoso e dalla trama grottesca, esibizione di tecnica cinematografica di ogni genere unita ad una parodia di filosofia buddista/orientale. Un trionfo di fantasia pieno anche di musica. Ottimo e corroborante film adatto alla stagione, già i titoli di testa che sembrano un fumetto introducono ad un clima di assoluto svago, e chiudo qua questo invito ad "andare al cinema".

giovedì 21 luglio 2011

Gunki hatameku motoni - Under the flag of the rising sun

20
1972, Kinji Fukasaku.

Già solo il nome del regista dovrebbe far drizzare le antenne a chi un minimo s'interessa di Cinema del Sol Levante. Parliamo di un grande maestro, Kinji Fukasaku, recentemente apparso su questo blog con lo spettacolare e sconcertante Batoru rowaiaru - Battle Royale. Lo dico subito: solo superficialmente sono 2 film senza alcun collegamento, in realtà hanno un comun denominatore importante, anche se si passano 28 anni tra loro.

mercoledì 20 luglio 2011

Corri uomo corri (aka: Un uomo e un coltello) (aka: Run man run) (aka: Big Gundown 2)

20
1968, Sergio Sollima.

Eccomi finalmente ad un altro western di Sollima, uscito un anno dopo esatto il precendentemente recensito "Faccia a faccia", altro grande Cult per me come questo. Stavolta c'è solo Tomas Milian come assoluto protagonista (non c'è Gian Maria Volonté) pur con un contorno di attori "semi-protagonisti", cast internazionale, di tutto rispetto. Tratto comune di entrambi i film però la grande spettacolarità di alcune scene, l'azione continua e coinvolgente, contenuti interessanti in termini di valori umani e sociali, pure un po' di contesto storico. Manca nulla per vederlo!

martedì 19 luglio 2011

Arsenic and Old Lace - Arsenico e vecchi merletti

26
1944, Frank Capra.

E' la versione trasposta in film di una commedia nera teatrale omonima, autore Joseph Kesselring, che ebbe grandissimo successo a Broadway. Non facile quindi cimentarsi nel confronto, ma qua parliamo di Frank Capra e il risultato, inevitabilmente, è eccezionale. Olimpo, lo dico subito, poi ho un debole per il Cinema che fa Teatro, lo dico spesso.

lunedì 18 luglio 2011

Adua e le compagne

33
1960, Antonio Pietrangeli.

Una battuta, per cominciare. Sandra Milo (Lolita) cinguetta tutta contenta avvolta in un nuovo abito. Domanda candidamente alle compagne: "A chi assomiglio?". Risponde lapidaria Emmanuelle Riva (Marilina): "A una mignotta".

domenica 17 luglio 2011

Las Colegialas (aka: Las colegialas se divierten...) (aka: Happy Highschool)

16
1986, Fernando Siro.

Film argentino che sembra trarre ispirazione primaria dalla indimenticata stagione della ginecommedia scollacciata italiana dei settanta e primi anni ottanta.

sabato 16 luglio 2011

4 mosche di velluto grigio - Four flies on grey velvet

9
1971, Dario Argento.

“4 mosche di velluto grigio” come da poster originali, o come lo chiameremo da ora innanzi corsivamente, “Quattro mosche di velluto grigio” (1971) o anche “Four Flyes on Grey Velvet” nel titolo internazionale per il mercato anglofono, è il terzo ed ultimo dei thriller argentiani della cosiddetta “Trilogia zoologica” ovvero con un animale nel titolo, e secondo il giudizio di molti me compreso, la migliore prova complessiva di Argento almeno fino a “Profondo rosso”.

venerdì 15 luglio 2011

La planète sauvage - Il pianeta selvaggio

24
1973, René Laloux.

Sul pianeta Ygam vivono degli esseri giganteschi, i Draag, pelle blu ed occhi rossi, che usano i piccoli Om (gli esseri umani) come animaletti da compagnia. Gli Om si dividono in domestici, quelli cioè con un Draag come padrone, e in selvaggi.

giovedì 14 luglio 2011

It's a Wonderful Life - La vita è meravigliosa

23
1946, Frank Capra.

Capolavoro notissimo, comico e drammatico a un tempo, carico di non pochi significati, messaggi sia sociali che rivolti al singolo. Quest'ultimo aspetto mi ha stupito. Non di rado in tv, spesso nei periodi buonisto-natalizi, l'ho sempre evitato in modo preconcetto e all'inizio della visione, con quel "bambino buono e sfortunato" stavo già per procurarmi l'insulina, poi ho tenuto duro e la storia cresce: potente, commovente e... sorprendente!

mercoledì 13 luglio 2011

Rosso sangue (aka: Absurd) (aka: Antropophagus 2) (aka: Zombie 6: Monster Hunter)

24
1981, Peter Newton (Joe D'Amato)

Horror sadico e violento che ripropone l'accoppiata Massaccesi / Montefiori già protagonista del precedente "Antropophagus" (1980).

martedì 12 luglio 2011

Il giustiziere sfida la città (aka: Rambo sfida la città) (aka: One just man)

13
1975, Umberto Lenzi.

Tomas Milian, uno dei divi venerati da 'ste parti e feticcio di Umberto Lenzi più che di altri registi, interpreta Rambo. Avete letto bene, lo stesso personaggio che poi Silvester Stallone 6 anni dopo renderà celebre. Pare l'idea fosse venuta allo stesso attore "cubano" dopo aver letto appunto "First Blood" di David Morrell, stesso libro ispiratore della saga stalloniana. Il titolo di lavorazione fu infatti "Rambo sfida la città", poi modificato. (fonte wiki)

lunedì 11 luglio 2011

Detector - The Chain Reaction

15
1980, Ian Barry.

Australia rurale, un terremoto provoca una pericolosa perdita durante un'operazione di scarico in un impianto di stoccaggio di rifiuti nucleari della compagnia WALDO (vi ricorda qualcosa?).

domenica 10 luglio 2011

Amazon Women on the Moon - Donne amazzoni sulla luna

15
1987, Joe Dante, Carl Gottlieb, Peter Horton, John Landis, Robert K. Weiss.

Grande film degli anni ottanta. In uno dei segmenti centrali troviamo un Host d'eccezione, Signore e Signori, niente meno che il grande Henry Silva, presentatore di una trasmissione televisiva che indaga sui misteri del cosmo, ma soprattutto, su quelli piu' "terreni" del creato; ecco, il Nostro si rivolge educatamente al pubblico, sfidandolo a capire se Stonehenge, gli U.F.O o la figura sfuggente dello Sasquatch siano "Cazzate o no". Questo il titolo del programma che vanta anche un'accurata "Ricostruzione Squadra Cazzate" sulla figura di Jack Lo Squartatore, di cui sarà svelata, finalmente, la vera identità...

sabato 9 luglio 2011

Requiescant

15
1966, Carlo Lizzani.

Ottimo western italiano a struttura, diremmo noi oggi, "classica": pistolero solitario abilissimo con alle spalle eventi d'infanzia difficili, nel mentre che cerca di salvare la sorella che allontanatasi dalla famiglia è finita in mano a gente senza scrupoli che l'ha messa in un bordello scopre in questi anche gli assassini dei suoi veri genitori, che erano messicani. Grandi scene di violenza e di sfide, vendetta finale e... stop, fine del film.

venerdì 8 luglio 2011

Il gatto a nove code (aka: The Cat o'Nine Tails)

27
1971, Dario Argento.

James Franciscus/Carlo Giordani :- “Tu lo sai quante persone stanno facendo l'amore in questo preciso secondo?”
Catherine Spaak/Anna Terzi :-”No.”
Carlo Giordani :-”780 in ogni secondo. Davvero.”
[pausa]
Carlo Giordani :-”Non vorrei che fossimo proprio noi due a non contribuire alla media.”

giovedì 7 luglio 2011

La Règle du jeu - La regola del gioco

12
1939, Jean Renoir.

Film proposto dalla cara amica Petrolio (aka Milena) che di Renoir, insieme a me, curerà una vera e propria rassegna. Non mi tiro certo indietro ad una proposta simile! Intanto le "lascio il boccino", sentiamo cosa ci dice di questo che è un Capolavoro a detta di chiunque si interessi di cinema.

mercoledì 6 luglio 2011

Buio Omega (aka: Beyond the Darkness) (aka: Buried Alive)

28
1979, Joe D'Amato.

Buio Omega. Già il titolo dice tutto. Nessuna speranza. Nessuna redenzione. I pur efficaci "Beyond The Darkness" e "Buried Alive" (titolo scelto dalla Aquarius Film di Ron Harvey per la distribuzione negli States) non riescono a rendere pienamente il senso di morte che ivi si respira. Qui andiamo verso i territori del morbid, della necrofilia come unico modo di concepire il rapporto amoroso.

martedì 5 luglio 2011

Nitrato d'argento

12
1996, Marco Ferreri.

Racconto per immagini, con pochi ma significativi inserti di fiction, della storia del cinema, dagli inizi ad oggi, dove oggi è il 1996 ovviamente. Mi ha colpito, un atto d'amore verso il cinema che avrei voluto fare io potendo e per questo, per un fatto molto personale, l'ho messo nell'Olimpo. In ogni caso credo sia una visione obbligatoria per un cinefilo che si rispetti, opera di uno dei registi più originali che abbiamo mai avuto in Italia.

lunedì 4 luglio 2011

The Nickel Ride (aka: El hombre clave) - Il mediatore

18
1974, Robert Mulligan.

“L'incubo era finito...O era appena iniziato!”

“L'azione è stata la sua vita...senza di essa era morto.”

Dalle Tagline americane di lancio del film.

domenica 3 luglio 2011

Flesh Gordon - Flesh Gordon: andata e ritorno dal pianeta Porno

14
1974, Michael Benveniste, Howard Ziehm.

Basterebbe una sola scena a rendere memorabile questa pellicola. I nostri eroi si trovano a bordo di una navetta stellare a forma di coccinella (o di piattola). Bene, si stanno dirigendo verso il palazzo del temibile Imperatore Wang The Perverted, sul pianeta Porno.

sabato 2 luglio 2011

L'emploi du temps - A tempo pieno

13
2001, Laurent Cantet.

Non manca nulla a Vincent: una bella moglie, figli, una bella casa. Tranne una cosa: il lavoro per mantenere il tutto. Consulente finanziario, è appena stato licenziato e per vari motivi, principalmente legati alla sua psicologia, non ammette con nessuno la sua situazione, nemmeno in famiglia, nemmeno con amici che potrebbero aiutarlo, nemmeno con lo stato per richiedere un sussidio. Fingerà con tutti di lavorare all'ONU, nella confinante Svizzera.

venerdì 1 luglio 2011

L'uccello dalle piume di cristallo

46
1970, Dario Argento.

Sam Dalmas/Tony Musante [mentre discute con il suo amico ornitologo Carlo/Renato Romano [Raf Valenti] :-"Vai in Italia, hai bisogno di pace, di tranquillità, è il paese della poesia. Non succede mai niente in Italia!"

Ispettore Morosini/Enrico Maria Salerno :-”Portate qui i pervertiti!”