martedì 31 gennaio 2012

Black Mama, White Mama - Donne in Catene

6
1973, Eddie Romero.

Tranquillizzatevi tutti, non si tratta di un parente stretto o di un usurpatore del Maestro. Il vecchio Eddie Romero (classe 1929) è uno dei più famosi cineasti filippini, autore di pellicole con forte sottotesto politico che, inevitabilmente, flirtò con la American International Pictures di Arkoff e Nicholson, regalando così agli appassionati dell'exploitation settantesca opere pregiate come "The Twiligth People" (1971) e pure questo "Black Mama, White Mama" (1973), scritto su soggetto di Jonathan Demme.

lunedì 30 gennaio 2012

Inganni

6
1985, Luigi M. Faccini.

Il Grande Cinema d'Autore Italiano è proseguito nei sempre più bistrattati anni '80. "Inganni" ne è una prova e invito sin d'ora a vederlo, perlomeno chi ha voglia di affrontare un film che tratta a un tempo temi come la malattia mentale e la poesia narrando, con studio e competenza, la vita di Dino Campana.

domenica 29 gennaio 2012

Glamour Dolls 6

13
2011, Andrea Nobili.

“Glamour Dolls #6” di Andrea Nobili, nume titolare ma nu poco frocesco, del porno industriale Made in Italy odierno con la Pinko's, ha realizzato questo capolavoro in oggetto appena pochi mesi fa e distribuito proprio adesso a gennaio, dovendo sfruttare l'onda breve di “notorietà” dell'essere il terzo titolo hard a cui avrebbe partecipato con sue performance personali la nostra Nadia Macrì from Berlusconia's pool, e in questo lavorando per la prima volta anche di culo, come da lei stessa precedentemente dichiarato in un'intervista e nei siti riportanti frasi di lancio della produzione, strada che sempre secondo quest'intervista non aveva lasciato percorrere prima a nessuno, neanche nella vita “reale”.

sabato 28 gennaio 2012

Seven (aka: Se7en)

36
1995, David Fincher.

David Fincher dopo l’esordio con Alien3 meglio noto come Alien al cubo, dirige il suo film più inquietante, siamo dalle parti del Thriller, e fa subito centro, Seven che si allontana drasticamente dallo straordinario Il silenzio degli innocenti di Demme, prende per spunto un serial killer che uccide le sue vittime in base al vizio capitale che commette.

venerdì 27 gennaio 2012

Not Of This Earth

8
1988, Jim Wynorsky.

Cosa c'è di meglio di un film nato per scommessa? Cioè Jim Wynorski scommette con Roger Corman che riuscirà a girare un film in dodici giorni, come fece ai tempi il maestro con il prototipo del 1957 con Beverly Garland ("Il Vampiro del Pianeta Rosso/Not of This Earth"). Morale della favola, Wynorski il film se lo gira in undici giorni e mezzo con un budget di 210.000 dollari. In più ci mette a starreggiare la divina ex-reginetta del porno Traci Lords, proprio lei, quella che per poco non fece implodere l'universo dell'Hard statunitense, perchè minorenne ai tempi del grande successo hardistico.

giovedì 26 gennaio 2012

Jodaeiye Nader az Simin - Una Separazione

17
2009, Asghar Farhadi.

Robydick:
Oggi saluto l'avvento tra i nostri collaboratori dell'amico Marco Marchetti. Un grande acquisto, conosciuto già di persona. Ne sono molto contento. Scrive già su altri giornali/siti però di genere. Qua da noi "generalisti" avrà invece la massima libertà possibile. Gli lascio la parola.

mercoledì 25 gennaio 2012

Goodbye & Amen (aka: L'Uomo della CIA)

6
1977, Damiano Damiani.

“Goodbye & Amen – L'Uomo della CIA” è per alcuni addirittura il migliore film che Damiano Damiani abbia mai realizzato, certamente, e ve lo posso confermare grazie al dvd pubblicato da quei ragazzacci della CineKult/Nocturno a dicembre, che rivedendolo non ho potuto che confermare nei confronti di questa pellicola d'assedio e di spionaggio, tutte le impressioni favorevoli che mi aveva sempre suscitato, fino alla mia ultima visione di circa 18 anni fa, nella vecchia videocassetta pubblicata dalla Domovideo.

The Punisher - Il Vendicatore

9
1989, Mark Goldblatt.

Nancy Everhard/Sam Leary :- “Quanto tempo pensi che qualcuno possa vivere dopo avergli strappato il cuore?”
Dolph Lundgren/Frank Castle :- “Un lungo ... tempo.”

Dolph Lundgren/The Punisher :- “Ho da punire i colpevoli!”
Barry Otto/Shake[speare]:- “E come risultato devono soffrire gli innocenti?”

The Punisher :- “Ho ancora da parlare con Dio qualche volta, gli chiedo se quello che sto facendo è giusto o sbagliato, sto ancora aspettando una sua risposta, e fino a che non ne otterrò una, sarò in attesa, ben guardando, che IL COLPEVOLE DEBBA ESSERE PUNITO!”

martedì 24 gennaio 2012

Dawn of the dead - Zombi

26
1978, George Andrew Romero.

Cos'è un'opera definitiva? Quella che, appunto, definisce, pone le regole per un genere intero. Regole con cui sarà obbligato a confrontarsi chiunque voglia approcciare una determinata tipologia di film. E non solo le semplice regole di base, ma anche i topos, tutti quegli elementi destinati, in futuro, a tramutarsi in stereotipi.

lunedì 23 gennaio 2012

The Help

24
2011, Tate Taylor.

Mi scuso per il poco tempo a disposizione, è che ci tengo in tempi brevi a segnalarlo. Quindi poca "recensione", questa è soprattutto una segnalazione e un consiglio ad andare al cinema a vederlo

Tre metri sopra il cielo

48
2004, Luca Lucini.

Non importa se la storia di Baby e Step non mi coinvolge, se sembra uscita dal peggiore Harmony, lui con giacca alla Marlon Brando ribelle violento ma dal cuore d'oro e lei, ragazzina tutto pepe, ma ancora vergine con il sogno del principe azzurro.

domenica 22 gennaio 2012

Tinker Tailor Soldier Spy - La Talpa

21
2011, Tomas Alfredson.

Tinker Tailor Soldier Spy” (La Talpa), come da sempre è il titolo italiano del romanzo, è un film che per qualche ragione, mi sembra riuscire ad affondare un sacco dei film di spionaggio contemporanei improntati soprattutto ad una adrenalinica e ultra-cinetica azione: molti film del genere nella loro fretta di entrare nello spionaggio vero e proprio, fondamentalmente non riescono a creare personaggi e scenari come invece è riuscito questo film del regista svedese Tomas Alfredson del precedente horror vampirico di successo “Lasciami entrare”(Let Me In)('09).

sabato 21 gennaio 2012

PROMO: “Subito dopo il tramonto, un attimo prima dell’alba”, il primo web social film italiano

2
Robydick:
Riporto con piacere il comunicato stampa inviatomi da Marta Tamiazzo di una iniziativa sicuramente interessante.

Sei storie racchiuse nella cornice di un lungometraggio che racconta il mondo contemporaneo: ecco il primo web social film italiano costruito passo a passo con il popolo della rete dall’Associazione Culturale Lato2

Milano, 18 gennaio 2012 - Lato2, associazione culturale milanese specializzata nella realizzazione di progetti creativi digitali, presenta “Subito dopo il tramonto, un attimo prima dell’alba” lungometraggio studiato, costruito e distribuito insieme al popolo della rete.

Blue Velvet - Velluto Blu

22
1986, David Lynch.

Robydick:
Oggi compare la prima recensione di una nostra nuova collaboratrice, già autrice di un suo blog di recensioni, Arwen Lynch. La scelta del film d'esordio, che amo tantissimo anch'io, mi pare più che appropriata.

Arwen:
Film che anticipa di 4 anni le tematiche che porteranno alla serie cult Twin Peaks, che farà di Lynch la celebrità che tutti conosciamo, per Velluto blu, che ha come protagonisti il compianto Dennis Hopper, qui in una delle sue migliori interpretazioni e l'allora compagna di Lynch, Isabella Rossellini, nel ruolo della sua amante succube Doroty Vallens.

venerdì 20 gennaio 2012

Immacolata e Concetta, l'altra gelosia

17
1979, Salvatore Piscicelli.

Omaggio subito questa meraviglia coi riconoscimenti ricevuti e ringrazio l'attore Bruno Zanin, che recentemente m'ha fatto visita nel blog, per avermelo de facto consigliato. Cinema d'autore bellissimo anni '70 con l'ambientazione a inizio decennio. Siamo nella Napoli di periferia di quell'epoca. Opera prima di Salvatore Piscicelli giocata in casa (è nato a Pomigliano d'Arco), mostrata a Cannes nella "Settimana Internazionale della Critica" e vincitrice del Pardo d'Argento a Locarno.

giovedì 19 gennaio 2012

L'ultimo bacio

102
2001, Gabriele Muccino.


Eccoti qui decidi che la fase dell'eterna adolescenza è finita e che è ora di crescere e crescerai. E allora tutto cambia e questa volta cambierà. Avrai una casa più grande, la piscina, il garage col posto auto, il prato sempre curato, il portico fiorito e le porte smaltate, il cane che chiamerai Marx e la barca che chiamerai Giulia, avrai la salute assicurata, la vita assicurata, il frigorifero sempre pieno per nn sentirti povero, un tappeto etnico per continuare a sentirti giovane e finestre da cui entra sempre il sole... e allora avrai la tua famiglia felice i tuoi bambini in salute e lei... avrai lei... che ti ricorda tutte le cose belle che avete avuto... non è questo che avevi sempre sognato?
(Carlo/Stefano Accorsi)

mercoledì 18 gennaio 2012

Shame

17
2011, Steve McQueen.

Sissy Sullivan/Carey Mulligan: “Noi non siamo delle brutte persone. Siamo solo venuti da un brutto posto.”

Sissy Sullivan :- “Sto cercando di aiutarti.”
Brandon Sullivan/ Michael Fassbender :- “Mi stai aiutando? Aiutando, eh? Come mi stai aiutando? Come mi stai aiutando? Eh? Guardami. Tu vieni qui e sei un peso per me. Mi hai capito? Sei un peso. Sei solo un peso che mi trascina verso il basso. Come mi stai aiutando? Non sei nemmeno in grado di badare a te stessa. E smettila finalmente di fare la vittima.”
Sissy Sullivan :- “Non sto facendo la vittima. Se vado via, non ti farai più sentire. Non credi che tutto ciò sia triste? Non credi che sia triste? Tu sei mio fratello.”

martedì 17 gennaio 2012

Ring of Death

8
2008, Bradford May.

Questo film fa rimpiangere le serate di tanti anni fa quando Italia uno ci deliziava di pellicole truci, feroci e un po' fanciullesche dove omoni muscolosi se la davano di santa ragione.

lunedì 16 gennaio 2012

Three the Hard Way - Dinamite, Agguato, Pistola

3
1974, Gordon Parks Jr.

Arriviamo adesso ad uno dei titoli culmine dell'era blaxploitation, “Three the Hard Way”, “Dinamite, Agguato, Pistola”, secondo il titolo abbastanza assurdo della sua uscita cinematografica italiana, mai uscito in home video fino al 2010 in R1, è uno piu “lucidi” esempi, riusciti di film di quel particolare filone.

domenica 15 gennaio 2012

La moglie più bella

3
1970, Damiano Damiani.

Senza scendere troppo in dettagli, il film è la storia - secondo alcune fonti ispirata a vicenda vera ma non ne sono certo - di Francesca Cimarosa e della fiera opposizione al suo matrimonio col giovane boss Vito Juvara. Siamo ovviamente in Sicilia.

sabato 14 gennaio 2012

Squadra antiscippo (aka: The Cop in Blue Jeans)

8
1976, Bruno Corbucci.

Primo capitolo delle "Squadre" di Corbucci-Amendola (Mario), per chi scrive il migliore con "Squadra Antitruffa" (1977). Inutile dilungarsi per puntualizzare cose che sanno anche i sassi, qui abbiamo a che fare con il maresciallo Nico Giraldi detto Er Pirata e non con Marazzi Sergio detto Er Monnezza, anzi il film in questione uscì prima del cult lenziano, dati alla mano, "Squadra Antiscippo" Visto Censura n.68028 del 10/03/1976 e "Il Trucido e lo Sbirro" Visto Censura n.69002 del 27/08/1976. Ciò non toglie che questa prima incarnazione del personaggio protagonista di una filiera di undici film dal 1976 al 1985, ricordi, con le dovute differenze, sia chiaro, il Rambo de "Il Giustiziere Sfida La Città" (1975) di Umberto Lenzi.

venerdì 13 gennaio 2012

Black Samson

4
1974, Charles Bail.

[Nel bar di Samson. Nappa e un suo uomo stanno provocando e combinando guai. Samson  si incazza, controllato]
Samson/Rockne Tarkington :- “Basta, tu e i tuoi uomini, fuori di qui!”
Johnny Nappa/William Smith :- “Ma tu hai un bar. Disponi di una licenza. Devi servire chiunque venga qui, non è vero?”
Samson :- [sorride] “Sì, ma questo è un pessimo bar, con un servizio ancora più scadente!”

giovedì 12 gennaio 2012

La sindrome di Stendhal

12
1996, Dario Argento.

Ed eccoci miei cari arrivati all'Orrore... l'Orrore quello puro. Per dirla alla Kurtz, e assolutamente non intenzionale da parte del regista. Da questo film in poi il maestro Argento avrebbe iniziato la sua inesorabile infinita discesa, inimmaginabile al tempo delle sue vette con "Opera" ('87).

mercoledì 11 gennaio 2012

Oscenità (aka: Quando l'Amore è Oscenità)

9
1973, 1980, Renato Polselli.

Eravamo rimasti a "Rivelazioni di uno Psichiatra sul Mondo Perverso del Sesso" (1973), ora riattacchiamo bottone con il G.R.P (Gruppo Renato Polselli) già incontrato da queste parti ("Delirio Caldo") e che non ha assolutamente bisogno di presentazioni. Questo "Quando l'Amore è Oscenità" come di consueto per Polselli, conobbe diversi problemi giudiziari e distributivi che portarono ad una tardiva uscita cinematografica solo nel 1980, ridoppiato e rimaneggiato con il titolo "Oscenità".

martedì 10 gennaio 2012

The Driver - Driver l'Imprendibile

18
1978, Walter Hill.

Appena possibile guarderò l'ottimo remake di Nicolas Winding Refn, "Drive" splendidamente descritto qua da Napoleone. Intanto mi sono ripassato il Capolavoro d'origine, perché sì, questo è un Capolavoro di genere con la maiuscola, senza se e senza ma. Quale genere? Forse qua ne è stato fondato uno. Thriller e Azione non bastano a catalogarlo.

lunedì 9 gennaio 2012

Nestore, l'ultima corsa

7
1994, Alberto Sordi.

"Nestore, l'ultima corsa", penultimo film girato da Alberto Sordi prima dell'infausto "Incontri proibiti" ('98, rimontato nel 2002) è il suo preferito tra tutti quelli da lui diretti, ma anche uno dei più incompresi dalla maggior parte delle recensioni ricevute.

domenica 8 gennaio 2012

Quién sabe? (aka: A bullet for the General) (aka: El Chuncho)

8
1966, Damiano Damiani.

C'è ancora bisogno di presentazioni? "Chi lo sa?" risponderebbe, forse, El Chuncho/Gian Maria Volontè, magari ridendo mentre impugna una pistola. "Non comprare pane! Comprati la dinamite", non ci poteva stare epitaffio migliore a suggello del (grande) western di Damiano Damiani, ancora bello, magniloquente, cinematografico a 360°, con polvere, sudore, proiettili d'oro e rivoluzionari messicani.

sabato 7 gennaio 2012

Il cappotto

10
1952, Alberto Lattuada.

Secondo molti è il capolavoro di Alberto Lattuada, secondo me sicuramente è un capolavoro di Renato Rascel, che 7 anni prima di "Policarpo" già si ritrovava in un ruolo molto simile: anche qua è impiegato nel pubblico, ancora una volta è uno scrivano deriso e maltrattato al lavoro, persino in comune tra i 2 film la innocente e involontaria scoperta di una corruttela che gli procurerà temporanei favori dal capo.

venerdì 6 gennaio 2012

Gorbaciof

14
2010, Stefano Incerti.

Marino Pacileo (Toni Servillo) è un tipo taciturno, serio, disincantato, nichilista. Vive solo, quando occorre picchia duro e senza preavviso. Non sembra ma è forte, si allena anche, impavido, muscoli di ferro. Gioca pesante a poker, e perde. E' leale, a suo modo. Se dice che pagherà allora pagherà.

giovedì 5 gennaio 2012

The Chekist (aka: Tchekist)

13
1992, Aleksandr Rogozhkin.

Piccola avvertenza: il manifesto originale di questo film è terribilmente esplicito anche sulle immagini che si andranno a guardare.

Necessaria una breve introduzione storica. Questo film parla di ciò che fu e fece la Cheka, la polizia segreta fondata da Lenin immediatamente dopo la Rivoluzione Bolscevica con compiti ideologici antirivoluzionari, che diventarono di epurare intellettuali, aristocratici, ebrei, chiunque potesse fomentare controrivoluzioni a qualsiasi titolo. La Cheka si occupava anche di sedare ribellioni di operai, dei Gulag, di forzare i piani alimentari... era il braccio esecutivo, armato e spietato della rivoluzione. Temutissima ovviamente. I suoi membri venivano chiamati Chekist. Il KGB è la sua ultima "versione" e la paga ai dipendenti venne mantenuta il 20 del mese, proprio come per i chekist dei quali si onorano di essere eredi. vladimiR putiN, che maschera la sua dittatura con una finta democrazia, viene chiamato dai suoi oppositori "Chekista", a dimostrazione di quanto ancora in Russia il ricordo di quella polizia segreta, forse la più sanguinaria mai vista, sia vivo e figurativo.
Questo dovrebbe bastare a rendere "The Chekist" una visione obbligatoria per quanto molto dura. Film di genere storico che ho dovuto archiviare anche come horror.

mercoledì 4 gennaio 2012

Sturmtruppen (aka: Le Bataillon en Folie) (aka: Stormtroopers) (aka: Pezikairioi tis symforas)

13
1976, Salvatore Samperi.

Trasposizione cinematografica delle celeberrime vignette di Franco "Bonvi" Bonvicini (31 marzo 1941 - 9 dicembre 1995), nate originariamente il 2 ottobre 1968 e poi ospitate da Paese Sera, "L'Ora" di Palermo, la rivista romana Off Side e da altre pubblicazioni, tra le quali pure Eureka, fondata dal grande Luciano Secchi/Max Bunker.

martedì 3 gennaio 2012

Piccola Posta (ovvero "Cercasi vecchia con dote")

5
1955, Steno.

Continuo il mio percorso apologetico dedicato a Franca Valeri, mi piace troppo! Anche stavolta non ho motivi per pentirmi della visione, anzi. La troviamo in un ruolo che le calza come un guanto: baronessa Eva Bolasky (nome d'arte Lady Eva), curatrice di una rubrica di "piccola posta" per le lettrici di un giornale.

lunedì 2 gennaio 2012

Avanti c'è posto...

2
1942, Mario Bonnard.

"Avanti c'è posto..." dice in continuazione il fattorino Cesare (Aldo Fabrizi) sul filobus affollato che attraversa Roma. Rosella (Adriana Benetti), una bella e giovane ragazza, verrà derubata di 500 lire nella calca e a causa di questo perderà il lavoro da domestica. Sola nella grande città, troverà in Cesare chi se ne prenderà cura come un padre, o un fratello maggiore...

domenica 1 gennaio 2012

I quattro dell'Ave Maria

3
1968, Giuseppe Colizzi.

Eccolo finalmente, il grande western italiano che ha dato con la sua splendida locandina la grafica a questo blog. Film sincero e onesto, lavoro nostrano professionale e appassionato senza snobismi, che fa tutto quello che ti aspetti con qualcosa in più in ogni scena, vivace e appassionante che 2 ore ti volano via, diventato un Cult a pieno merito. Tutte qualità con le quali ci piace identificarci, almeno ci proviamo.