giovedì 31 maggio 2012

Dragon Eyes

6
2012, John Hyams.

Nel 2012 come agli esordi, ma per motivi diversissimi, Van Damme, star un po' in disuso, diventa coprimario di un action diretto da John Hyams, autore del deludente Universal soldiers regeneration. John è figlio del regista di Timecop, una delle vette più celebri e nobili della filmografia del belga, e finora il confronto col padre era stato impietoso.
Finora.

mercoledì 30 maggio 2012

Margin Call

8
2011, J. C. Chandor.

Adesso noi europei, e italiani/spagnoli/portoghesi/greci soprattutto, siam sempre lì a vedere come va lo spread dei nostri titoli di stato nei confronti dei titoli tedeschi, a misurare il debito pubblico in rapporto al pil. L'Italia ha persino messo il "pareggio di bilancio" come dettato costituzionale, perché poi spesso accade questo, che proprio l'ex-peccatore diventa il più intransigente nei confronti del peccato. Si tratta comunque di una crisi che è un'onda lunga del crack finanziario, partito dagli Stati Uniti e pilotato dai tanti drittoni della city londinese, causato dai noti sub-prime, derivati, e via parolacciando parole vuote, che parlano del nulla ma ci svuotano le tasche e quel che è peggio non procurano lavoro a nessuno, anzi se possono lo tolgono...

martedì 29 maggio 2012

Prova d'orchestra

8
1979, Federico Fellini.

Màh, questo mio ultimo che ho fatto è comunque e soltanto un filmetto”
Federico Fellini, 1978.

ll declino dell'Occidente in C # Maggiore.”
Dalla Tagline originale di lancio del film negli Stati Uniti

Nino Rota tra le moltitudini di film per cui ha composto la colonna sonora, in cinquant'anni di carriera, (Il Padrino”, [1972] di Coppola, “Il Casanova”, [1976] sempre per Fellini ), ce n'era uno che ha meritato per decenni più di altri di essere finalmente riesumato, grazie all'avvento dell'era del dvd (ma non in Italia, essendo uscito in Gran Bretagna). Pensando che non era poi stato mai distribuito in home video in alcuna forma, e che essendo una produzione RAI veniva soltanto programmato in televisione, ogni tanto. Questo film ingiustamente dimenticato è Prova d'orchestra” (1979), diretto ovviamente da Federico Fellini. Esso raffigura la lotta artistica e politica tra un Direttore d'Orchestra (tedesco) e i suoi italianissimi musicisti. Un film dunque sulla musica, ma anche e non secondariamente, sull'assolutismo del potere, il terrore che ne consegue, e dei destini dell'umanità stessa.

lunedì 28 maggio 2012

The Hand - La Mano

10
1981, Oliver Stone.

Opera seconda di Oliver Stone dopo il weirdo "SEIZURE"(1974). Michael Caine interpreta uno sfortunato disegnatore di fumetti che perde una mano a causa di un incidente automobilistico. Fin qui tutto bene, si fa per dire. Purtroppo la mano, come da copione, esige vendetta e l'esistenza del povero Jonathan Lansdale, autore di un fumetto in stile Conan intitolato "Mandro", verrà sconvolta da una spirale di morte e follia.

domenica 27 maggio 2012

Maledimiele

4
2011, Marco Pozzi.

La storia di Sara, una ragazzina che lentamente cade in una malattia, quasi esclusivamente femminile, in crescente diffusione: l'anoressia. E' una malattia che conosco poco. Il registra Marco Pozzi e la sceneggiatrice Paola Rota hanno invece a lungo indagato a riguardo prima di scrivere il film, vincitore del Premio Fiuggi Family Festival alla 67 Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

sabato 26 maggio 2012

The Lady - L'amore per la libertà

7
2011, Luc Besson.

La storia vera di Aung San Suu Kyi, paladina birmana per i diritti umani e per l'instaurazione di un regime democratico nel suo paese, in contrasto col regime militare tuttora in essere. Premio Nobel per la pace nel 1991, che non poté ritirare personalmente essendo all'epoca agli arresti domiciliari in un forzato isolamento sociale, è uno dei personaggi simbolo del pacifismo non-violento sulle orme di esempi che lei ammira infinitamente, come quello del Mahatma Gandhi e di Martin Luther King.
Storia che parte dall'uccisione del padre, eroe nazionale, nel 1947 da parte di militari golpisti quando lei era ancora bambina, fino ad oggi. Non mi metto a riscrivere tutta la vicenda, e poi il film è lungo ben 155' e ricco di avvenimenti, un ottimo modo per venirne a conoscenza.

venerdì 25 maggio 2012

Romeo Is Bleeding - Triplo gioco

9
1993, Peter Medak.

Jack Grimaldi è un poliziotto corrotto, e doppiogiochista, che nel frattempo e per avere quello che desidera, fa dei “favori” a Don Falcone che è il mafioso locale, tutto procede bene finchè non succede quello che molti non si aspettano...

"L'angelo di Alfredo" al BFF 2012

0
E' un docu-film che ho visto e che promuovo ancora con molto piacere.
Robydick

"L’angelo di Alfredo", il docu-film su Angelo Licheri
e la tragedia di Vermicino, al Bellaria Film Festival 2012

Dopo l’ampio consenso raccolto in occasione della partecipazione al Festival Internazionale del Film di Roma, L’angelo di Alfredo di Fabio Marra sarà tra gli “eventi fuori concorso” della 30ª edizione del Bellaria Film Festival, prestigiosa kermesse cinematografica in scena a Bellaria Igea Marina (RN) dal 31 maggio al 3 giugno.

L'angelo di Alfredo è incentrato su Angelo Licheri, il volontario che effettuò l’ultimo tentativo per salvare Alfredo Rampi, il bambino che nel 1981 cadde in un pozzo artesiano a Vermicino, alle porte di Roma. All'epoca l'Italia intera seguì in tv le operazioni di salvataggio, fino al tragico epilogo che segnò per sempre la vita di Angelo e la memoria dei 28 milioni di italiani che erano davanti al teleschermo.
Nel film, Angelo Licheri ritrova i protagonisti di quel soccorso e ricostruisce cosa successe in quelle ore tragiche e gonfie di speranza. Un racconto febbrile che propone immagini e dettagli inediti sulla vicenda e sull’eccezionale tentativo di Angelo. 
Lo sguardo della macchina da presa supera il buio di quel pozzo maledetto e racconta anche il Licheri di questi ultimi trent’anni: dalla paradossale fase giudiziaria che lo ha perseguitato dopo la tragedia, alla sua permanenza in Africa, all’attuale disagio economico e fisico, alle iniziative di solidarietà nate per sostenerlo. La nota di speranza è affidata alle attività del “Centro Alfredo Rampi”, fondato dalla madre di Alfredino all’indomani della tragedia e tutt’oggi impegnata a diffondere la cultura della prevenzione dei rischi ambientali.

L’angelo di Alfredo è una produzione della Quadra Film di Cosenza (www.quadrafilm.it).
È stato ideato e diretto da Fabio Marra, con la fotografia di Arturo Barbuto, la produzione esecutiva di Carmelo Ramundo e la co-produzione di Raffaele del Monaco.
Con la partecipazione al BFF 2012, Quadra Film rilancia la raccolta fondi a favore di Angelo Licheri, iniziata già da qualche mese in collaborazione col Centro Alfredo Rampi.
Sul sito 
www.langelodialfredo.it è possibile fare una donazione in modo semplice e veloce.


Sotto la direzione artistica di Fabio Toncelli, il Bellaria Film Festival acquista sempre di più respiro internazionale. Giunto alla 30ª edizione, il festival fondato da Morando Morandini si conferma come una solida realtà nel panorama culturale italiano. L'angelo di Alfredo è stato inserito in un programma prestigioso, che in quattro giorni passerà in rassegna il meglio del cinema documentario italiano e internazionale.
L’angelo di Alfredo sarà proiettato domenica 3 giugno, ore 12, presso il Cinema Teatro Astra,
Via Paolo Guidi 77/E - Bellaria Igea Marina (RN). L'ingresso è gratuito.

In allegato, il pressbook e alcune immagini del film in versione low-res.

Sito ufficiale: 
www.langelodialfredo.it

Trailer: 
www.youtube.com/watch?v=Bb3Mzynm8WY
Facebook: 
www.facebook.com/langelodialfredo
Immagini hi-res e locandina: 
www.langelodialfredo.it/press

QUADRA FILM - Ufficio Stampa  | 
press@quadrafilm.it   |  + 39 338 80 66 670

giovedì 24 maggio 2012

The Plumber - L'Uomo di stagno

2
1979, Peter Weir.

Trama: Jill Cowper (Judy Morris) è un antropologa culturale e suo marito Brian un docente di medicina, iinsieme si sono recentemente trasferiti in un appartamento universitario di Adelaide, South Australia. Jill viene interrotta nelle sue attività casalinghe e nei suoi studi dall'arrivo di Max, idraulico del condominio che gli dice di essere venuto per fissare i tubi in bagno, nonostante ella non abbia riportato in loro nulla di difettoso. Max inizialmente afferma che si tratterà soltanto di una mezz'ora di lavoro, che invece si trasforma presto in giorni e giorni, con Max che devasta il bagno per trasformarlo in un labirinto di tubature. Jill trova anche qualcosa di sinistramente minaccioso nelle crescenti libertà che Max si prende, compreso il farsi delle docce e suonare la chitarra cantando le sue canzoni di musicista in cerca di fortuna,nel bagno, e le sue pretese di essere stato in prigione. Ma quando ella esprime questi timori alle persone che ha intorno, la liquidano come se fossero solamente delle sue fantasie.

mercoledì 23 maggio 2012

Les vacances de M. Hulot - Le vacanze di Monsieur Hulot

9
1953, Jacques Tati.

Tutti al mare! Attenzione però, c'è in giro un curioso scapolo longilineo, pantaloni lunghi troppo corti, cappellino e pipa lunga, imprevedibile e scoppiettante come la sua vecchia macchinetta d'inizio secolo. E' il signor Hulot.

martedì 22 maggio 2012

Young Adult

3
2011, Jason Reitman.

Jason Reitman torna al cinema con un'altra commedia singolare, protagonista questa volta è Charlize Theron, e ritrova anche Diablo Cody, che aveva scritto Juno, suo secondo film se il vecchio detto squadra vincente non si cambia allora Young Adult ne conferma la regola.

lunedì 21 maggio 2012

A Cold Night's Death (aka: The Chill Factor) (aka: Una Fria Noche de Muerte)

2
1973, Jerrold Freedman.

Bellissimo Tv Movie trasmesso dalla ABC il 30 gennaio 1973. Questa volta l'entusiasmo è giustificato perchè la caratura dell'opera di Freedman (uno che ha diretto una valanga di film televisivi ma pure "L'Uomo del Confine/Borderline" [1980] con Charles Bronson) è veramente molto alta.

domenica 20 maggio 2012

Irréversible

14
2002, Gaspar Noé.

Fuori dall'orgiastico locale gay Rectum ci sono ambulanze e polizia. Due amici sono entrati dentro a cercare tale Tenia e poi c'è stata una violenta rissa. Erano andati a cercarlo su indicazione di un trans. Avevano trovato il trans su indicazione di due specie di vigilantes. I due vigilantes, indagando per proprio conto, avevano trovato i documenti del trans nel sottopassaggio dove era stata violentata e ridotta in fin di vita una giovane donna, compagna di uno dei due ed ex dell'altro...

sabato 19 maggio 2012

Hunger

6
2008, Steve McQueen.

Padre Dominic Moran/Liam Cunningham:- “Cos'è successo al tuo occhio, Bobby?” Bobby Sands/Michael Fassbender :-” Cosa?” Padre Dominic Moran:: Hai avuto uno scambio di opinioni? Il tuo occhio. Bobby Sands: -”Divergenza di opinioni.” Padre Dominic Moran::- “Mmm. Come va il tipo che era con gli altri?” Bobby Sands :- “Oh, molto peggio. Credetemi.”

Molte delle recensioni di “Hunger”, il primo, splendido e controverso film di Steve McQueen poi regista di “Shame” (grazie al cui successo è uscito al cinema in Italia, assurdamente dopo tre anni dalla sua presentazione ovunque), sugli scioperi della fame dei prigionieri dell'IRA del 1981 nel carcere di Maze, si sono concentrate sulle scene di brutalità, barbarie e sofferenza. Ma c'è una scena che non può uscire dalla mia mente da quando vidi il film la prima e unica volta, circa tre anni fa, ed è senza dubbio quella più pacifica, il lungo dialogo tra Bobby Sands e il prete, in un film che di dialoghi ne ha pochi.

venerdì 18 maggio 2012

Alien

4
1979, Ridley Scott.

Sul pianeta Terra correva l'anno 1979. Nello spazio profondo, presso la costellazione di Zeta II Reticuli, tra polveri di stelle, galassie scintillanti e nebulose siderali, l'astronave mercantile Nostromo, con il suo carico umano avvolto in un sonno criogeno, intercettava una trasmissione di soccorso e galleggiava, con placida ineluttabilità, verso un satellite alieno e inesplorato: il famigerato planetoide dal nome in codice LV426/Acheron.

giovedì 17 maggio 2012

Le ultime ore del Che

7
2004, Romano Scavolini.


La vera rivoluzione dobbiamo iniziare a farla dentro noi stessi.”
Ernesto “Che” Guevara

Papà cansado”(Papà è stanco)
La frase in codice con la quale venne annunciato via radio da La Paz che il Che era stato catturato.

Prodotto e distribuito in dvd dall' Istituto Luce nel 2006 per una serie di documentari d'autore, “Le Ultime ore del Che” è uno splendido ed emozionante documentario realizzato da Scavolini nel 2003, circa cinque anni prima del dittico capolavoro di ricostruzione girato da Steven Soderbergh con Benicio Del Toro.

Prodotto da Francesco Papa, il documentario si avvale come voce narrante di un contributo veramente d'eccezione: Franco Nero.

Scavolini si è avvalso dei materiali, di riprese e foto inedite, resi pubblici dagli archivi del Dipartimento di Stato Usa nel 2002.
Narrando di come la CIA ordinò l'assassinio di Ernesto Che Guevara, l'8 di ottobre del 1967.
Dopo 18 ore di un vero calvario, come da ordini il Che venne ucciso.

mercoledì 16 maggio 2012

I Compagni (aka: The Organizer)

7
1963, Mario Monicelli.

Torino periferia industriale, vicino la ferrovia. Una fabbrica tessile col quartiere intorno per le famiglie degli operai che sono uomini e donne, dagli anziani ancora "abili" ai bambini, in un non ben precisato anno della fine '800. Le ultime delle 14 ore di lavoro giornaliero sono le più pericolose, mietono il maggior numero d'incidenti e dopo uno di questi, nel quale un anziano perderà una mano, gli operai decideranno di chiedere migliori condizioni al padrone.

martedì 15 maggio 2012

Motel Woodstock

16
2009, Ang Lee.

Lo storico Festival di Woodstock, evento irripetibile di un periodo storico irripetibile, raccontato da chi si è trovato, quasi casualmente, ad essere determinante per la realizzazione e al centro della sua organizzazione. Storia vera di Elliot Tiber da lui stesso romanzata, ai tempi giovane proprietario coi genitori del piccolo motel "El Monaco" a Bethel, centro rurale nello stato di New York.
Per la serie: come divento famoso per caso... Poi Tiber ha avuto un futuro come scrittore, ma il La è stato proprio il Festival.

lunedì 14 maggio 2012

Una Vita lunga un giorno

14
1973, Ferdinando Baldi (as Sam Livingstone).

«poi d'improvviso un miracolo
tante persone mi applaudono
i fari sul palco si accendono»
(Da L'uomo e la valigia di Mino Reitano )

«Dei miei vent'anni che me ne faccio
se questo mondo mi lascia indietro»
(Da Avevo un cuore (che ti amava tanto) )

Eva Aulin/Anna Andersson: "Non hai niente da dirmi?"
Mino Reitano/Andrea Rispoli:- " Servirebbe a qualcosa?".

Il primo trafiletto su Mino Reitano, pubblicato su Sorrisi e Canzoni n° 32 del 6 agosto 1961 a pagina 36


domenica 13 maggio 2012

Madman (aka: Madman Marz) (aka: The legend Lives)

6
1982, Joe Giannone.

Favola macabra dei primi ottanta ambientata, manco a dirlo, in un bosco, dove dei giovani campeggiatori vengono trucidati dal leggendario "Madman Marz"; il bello é che il maniaco viene direttamente evocato tramite una filastrocca recitata davanti al falò, rendendo così l'assassino una figura assimilabile a quella classica dell'orco.

sabato 12 maggio 2012

Talk Dirty To Me III - La Parte Erotica di una calda Moglie

3
1984, Ned Morehead.

Per il ciclo "Traci Lords" non poteva certo mancare uno dei suoi titoli migliori e più celebrati,"Talk Dirty To Me III" (insignito pure de l'AVN Awards nel 1985), che segue i due precedenti capitoli diretti rispettivamente dal grande Anthony Spinelli, il capostipite nel 1980, e da Tim McDonald nel 1982, mantenendo il protagonista principale John Leslie nel ruolo di Jack.

giovedì 10 maggio 2012

Oktjabr - Ottobre (I dieci giorni che sconvolsero il mondo)

2
1927, Sergej M. Ejzenštejn.

Argomento: la storica Rivoluzione d'Ottobre che nel 1917 portò alla nascita dell'Unione Sovietica.

Anzitutto alcune note interessanti da wiki:
Il film fu commissionato, con mezzi larghissimi e totale autonomia, dal governo per la commemorazione del decimo anniversario della Rivoluzione d'Ottobre. Protagonista assoluta dell'opera è la massa di operai, soldati e cittadini che furono chiamati a reinterpretare sé stessi nelle giornate vissute in prima persona. Fu girato quasi interamente a Leningrado e qui proiettato il 20 gennaio 1928: 7 rulli, 2220 metri; ma il metraggio originale era di 3800. La critica legata al regime accusò il regista di eccessivo sperimentalismo ed estetismo, inoltre il regista fu costretto ad eliminare dalla versione definitiva dell'opera i protagonisti della cosiddetta opposizione di sinistra, Trotsky e Zinov'ev, in quei mesi caduti in disgrazia per essersi opposti a Stalin.

Non mi metto certo io a fare un resoconto di cosa fu quella rivoluzione, ci sono libri e siti molto più mirati e competenti. Dico solo due cose sul film, che per me è da Olimpo senza indugi.

mercoledì 9 maggio 2012

Rosso come il cielo

11
2005, Cristiano Bortone.

Ispirato ai racconti autobiografici di Mirco Mencacci, è la storia di un bambino toscano che, nell'estate del 1970, rimane cieco per un colpo partito dal fucile del padre mentre ci si era messo a giocare. Come dice la didascalia in coda, solo nel 1975 una riforma scolastica portò i bambini ciechi a poter frequentare le normali scuole pubbliche. Quella era ancora l'epoca delle c.d. scuole speciali. Si trasferirà in un collegio cattolico per ciechi nella lontana Genova.

martedì 8 maggio 2012

Scarface - Lo sfregiato

6
1932, Howard Hawks, Richard Rosson.

Facciamo un percorso a ritroso? Un po' come nella splendida canzone “Ci Vuole Un Fiore” di Sergio Endrigo... Quando penso ad Al Pacino penso a “Scarface” scritto da Oliver Stone e diretto da Brian De Palma, capolavoro indiscusso e famosissimo del 1983. Quando penso a Scarface penso che significa “sfregiato” e che era il soprannome di Al Capone, gangster italo-americano che impazzò a Chicago (USA) negli anni '20, quelli del Proibizionismo e della Grande Depressione, sterminando tutte le bande rivali, al punto da venir dichiarato nel 1930 "nemico pubblico numero 1" della città di Chicago, rientrando tra i principali ricercati della FBI. A questo punto bisogna chiedersi: ma gli americani, che hanno scritto di tutto e di più sui loro più grandi criminali, possibile che non scrissero nulla su Al Capone? Ecco spuntare il romanzo di un autore che ebbe vita breve, un piccolo genio che a 16 anni abbandonò la scuola per dedicarsi a scrivere e che nel 1929 scrisse appunto il romanzo “Scarface”, parliamo di Armitage Trail (al secolo Maurice Coons). Ebbe vita breve Armitage, morì l'anno dopo, nel 1930 a soli 28 anni, nei quali fece in tempo a produrre quella crime-story leggendaria (che da qualche anno è finalmente disponibile anche in Italia), e a lavorare come sceneggiatore ad Hollywood. Quasi coetaneo di Al Capone, Armitage visse a Chicago negli anni di maggior potere del gangster, quindi poté seguirne da vicino le gesta e il romanzo è in buona parte fedelmente biografico, salvo arricchirne la figura negli aspetti decisamente meno affascinanti, in particolare nel drammatico finale, molto più nobile che morire di ictus dopo anni di prigionia e di demenza causati dalla sifilide, come nella realtà avvenne.

lunedì 7 maggio 2012

La Campana Del Infierno (aka: Bell From Hell) - A Due Passi dall'inferno

4
1973, Claudio Guerin Hill.

Pochissimi film riescono ad essere impregnati da un senso tangibile di morte dal primo all'ultimo fotogramma. "La Campana del Infierno" é uno di questi. E' anche il testamento registico di Claudio Guerìn Hill che, il 24 febbraio 1973, si lanciò nel vuoto dal campanile della chiesa di San Martin a Noya durante l'ultimo giorno di riprese del film, portato poi a termine da Juan Antonio Bardem ( L'altra casa ai margini del bosco, 1973).

domenica 6 maggio 2012

La donna nella resistenza

4
1965, Liliana Cavani.

Numero 6 di una serie di documentari denominata "Prima Pagina", episodio diretto da un'allora giovane Liliana Cavani (per chi scrive, tra i migliori registi italiani di sempre) che ancora non aveva esordito al cinema. E' il Ventennale della Liberazione e a lei viene commissionato di celebrare, una volte per tutte e come meritavano, il valore, il ruolo determinante e fondamentale delle Donne nella Resistenza italiana.

Mud Lounges - salotti di fango

0
2012, Fabio Cento.

Il corto, visibile pubblicamente su YouTube, è molto ben descritto dallo stesso Fabio Cento nel sito ufficiale:
Ispirato a una storia realmente accaduta nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, Mud Lounges è un viaggio introspettivo nei pensieri e nelle emozioni di un giovane soldato artista. Tramite i suoi occhi, egli descrive una guerra con una veste differente, combattendo più che con il nemico, con sé stesso e con le sue paure.

sabato 5 maggio 2012

The Sender - Il Messaggero della Morte

3
1982, Roger Christian.

Dalla cesta dei piccoli cult dei primi ottanta, tiriamo fuori un pregevole horror lontano dalla febbre slasher che in quel periodo storico dilagava. Diciamo pure che Roger Christian non era il primo arrivato, avendo già vinto un Oscar per il suo sforzo come set decorator in "Star Wars" (1977) e partecipato alla realizzazione delle scenografie di "Alien".

venerdì 4 maggio 2012

Anni difficili

4
1948, Luigi Zampa.

“Le GENIALITA' che hanno realizzato "Vivere in pace", "Roma Città Aperta", "Paisà" e "Morte di un commesso viaggiatore" sono state qui combinate per darvi …”
(Dalla Frase di lancio originale sui manifesti americani dell'epoca.)

Questo bellissimo film di Zampa, che dovrebbe essere oggi proiettato in tutte le scuole, fu l'inizio della propria collaborazione con Vitaliano Brancati, per quella trilogia che sarebbe poi proseguita con “Anni Facili” (1953) , protagonista un grande Nino Taranto, e di “L'Arte di arrangiarsi” (1954) da me qui precedentemente affrontato, con Alberto Sordi al meglio della forma. Oltre alla “coda” di “Anni ruggenti” (1962) con Nino Manfredi, però oramai postuma a Brancati.

giovedì 3 maggio 2012

Private Lessons - Lezioni Maliziose

9
1981, Alan Myerson.

Commedia sexy americana che sfrutta la sensuale presenza dell' Emmanuelle originale, la bellissima Sylvia Kristel, alle prese con un classico plot da exploitation: donna matura seduce giovane in fregola. Il giovane Philly (Eric Brown) viene lasciato dal padre nelle confortevoli mani della bella francese Nicole (pensate che culo) che non si pone alcun problema nel turbare il ragazzo spogliandoglisi di fronte e invitandolo nella vasca. Ma dietro c'è tutta una storia di ricatti e truffe a cui non è estraneo l'autista Lester (Howard Hesseman).

mercoledì 2 maggio 2012

Diaz - Don't clean up this blood

14
2012, Daniele Vicari.

Per una descrizione, documentaristica ed efficace, di cosa avvenne al tristemente noto G8 di Genova del 2001 invito a vedere Bella ciao - "Genoa Social Forum - Un altro mondo è possibile" di Marco Giusti e Roberto Torelli. In occasione di quella rece mi sono anche lungamente espresso in pareri personali sui fatti, così non ho (quasi) motivo di ripetermi qua. "Diaz" si concentra, con antefatti e postfatti, a descrivere quanto avvenne la notte tra il 21 e 22 Luglio 2001 proprio alla scuola Diaz. Di quei brutti giorni della nostra memoria è il secondo fatto di estrema gravità avvenuto, essendo il primo l'uccisione di Carlo Giuliani ad opera del carabiniere Mario Placanica.

The Hunger Games

6
2012, Gary Ross.

Due ore di noia sfiancante. A prima vista sembrava essere la versione edulcorata e teen-correct di un capolavoro, "Battle Royale" (2000) del maestro Kinji Fukasaku, che mi perdonerà dalla tomba la citazione. Molti critici ne parlan piuttosto bene, per cui eventualmente ignorate il mio giudizio e seguite il loro. Addirittura leggo citazioni filosofico-politico-sociali! Devo essermi perso qualcosa tra uno sbadiglio e un altro.

martedì 1 maggio 2012

Стачка (Stačka) (aka: Strike) - Sciopero!

8
1925, Sergej M. Ejzenštejn.

Film di valore storico, opera prima del grande regista sovietico Ejzenštejn (o Eisenstein) che lo impose all'attenzione del Cinema mondiale, al di là dei contenuti anche per la potente forma espressiva. Opero un copioso "esproprio proletario" alla pagina wiki che ne parla: