sabato 30 giugno 2012

Satan War

2
1979, Bart La Rue.


Per la serie "Satanic Witchcraft" non poteva mancare questo oscuro filmetto di Jimmie Bartell La Rue aka Bart La Rue, attore che ha prestato la propria inconfondibile voce ad una valanga di serie Tv americane, nelle quali comparve pure come attore (da "Star Trek" a "Bonanza" passando per "Arrivano le Spose" e "La Famiglia Brady"). Poca "witchcraft", anzi nulla, ma molto "satanic".

venerdì 29 giugno 2012

Scarecrow - Lo spaventapasseri

6
1973, Jerry Schatzberg.

In occasione della recente e improvvisa scomparsa (a 72 anni il 19/6/2012) del grande Richard Lynch, gli vogliamo dedicare una corposa ed entusiasta rece del suo importante film d'esordio, nel quale avrebbe cominciato ad interpretare la sua lunga e indimenticabile galleria di personaggi malvagi, se non apertamente laidi e psicotici. Un “privilegio” datagli dalla sua fisionomia inconfondibilmente ustionata, procuratasi lui reduce dal Vietnam, dandosi fuoco dinanzi alla Casa Bianca, direttamente visto dal famosissimo Segretario alla Difesa Robert McNamara, per protestare contro le atrocità di cui egli stesso ebbe esperienza direttamente da soldato arruolato nella “Sporca guerra”. Un gesto che destò enorme scalpore nella società civile americana del 1968.

giovedì 28 giugno 2012

Ninja (aka: Ninja 2009)

5
2009, Isaac Florentine.

Noi ad Isaac Florentine vogliamo bene e non solo perchè è il regista degli ultimi due grandissimi Undisputed 2 e 3, ma perchè ogni suo film ci riporta indietro di almeno 10 anni verso quel cinema che esiste solo rantolando, quel cinema di mazzate semplici e trovate a volte geniali, miserabile sotto il contesto produttivo, ma ricchissimo in quello delle invenzioni, visive soprattutto, che ricorda un po' il nostro cinema di genere.

mercoledì 27 giugno 2012

Sleeping Dogs - Unica regola: vincere

7
1977, Roger Donaldson.

Col. Willoughby/Warren Oates :- [Rivolto a Smith] “Ho tenuto il mio occhio su di te, ragazzo. Ho tenuto i miei occhi su di te veramente per bene.”

Smith/Sam Neill :- [Dopo aver scoperto perchè è stato inquadrato come un terrorista] “Bastardi, bastardi.”

Trama: Un uomo di nome Smith (Sam Neill) in cerca d'ispirazione e di cambiare la sua vita, lascia temporaneamente la moglie, un bambino e la sua casa, affittandone un'altra su un'isola disabitata al largo della penisola di Coromandel.Ma lì si trova un deposito di armi lasciate dal movimento di resistenza, Smith subito dopo viene quindi arrestato come sovversivo dal governo totalitario della Nuova Zelanda. Imprigionato, gli viene offerta l'opportunità di fare una confessione falsa e andare in esilio o altrimenti verrà passato per un'esecuzione sommaria. Contrariamente, egli riesce a fuggire e si rifugia per tutto il paese cacciato dalle Force Speciali del governo, venendo a malincuore coinvolto con il movimento della Resistenza.

martedì 26 giugno 2012

Ninja assassin (review #2)

8
2009, James McTeigue.

Sembra più che un ninja un cantante di una boy band!
(poliziotto guardando il protagonista interpretato dal cantante Rain)

Che sorpresa questo Ninja Assassin, ad un passo dal sublime, dal capolavoro, dal fumettaccio grondante sangue e ossa rotte. James Mcteigue forse non riesce a scrollarsi di dosso ancora l'eredità dei fratelli Wachowski e il loro cinema di rallentamenti velocissimi, ma ha un estro nel filmare la morte non comune. Il suo Ninja assassin è in tutto e per tutto un horror camuffato, dall'uso massiccio del sangue, della carne squarciata, dei ninja ritratti come i mostri di Alone in the dark, della messa in scena che echeggia i survival horror con l'oscurità falciata dalla luce di torce.

lunedì 25 giugno 2012

Blood Sabbath

7
1972, Brianne Murphy.

Tempo d'estate, tempo per una bella rassegna di film con satanassi e streghe (possibilmente ignude) che chiameremo "Satanic Witchcraft", così, a caso. Cominciamo con weirdissimo prodotto del 1972 diretto dalla cinematographer Brianna Murphy, intitolato "Blood Sabbath".

domenica 24 giugno 2012

Il Giudice e la minorenne

5

1974, Franco Nucci.

Il Giudice e la minorenne” è l'ultimo film che affronteremo in questa piccola e doverosa rassegna dedicata alla carriera cinematografica del grande Mino, in questo caso non attore ma solamente compositore della bella colonna sonora, assieme al fido fratello Franco.

sabato 23 giugno 2012

Princess of Mars

3
2009, Mark Atkins.

Quando Traci Lords chiama, il sottoscritto risponde. Quindi, già nel 2009 il sinceramente vostro si era andato a recuperare questa pietra miliare dell'Asylum che è la versione cheap di "John Carter", tratto da Edgar Rice Borroughs, uscito pochi mesi fa nelle sale interplanetarie.

venerdì 22 giugno 2012

The Village

5
2004, M. Night Shyamalan.

Un villaggio e la sua comunità, negli Stati Uniti, che vive in una campagna, completamente isolato dal resto della civiltà. Attorno ad esso un bosco popolato da misteriose "creature innominabili" attirate da qualsiasi cosa abbia il colore rosso, colore che quindi è bandito. Governato da un consiglio di anziani, esiste da molto tempo ma qualcosa comincia ad incrinarsi...

giovedì 21 giugno 2012

American Ninja 2: The Confrontation

6

1987, Sam Firstenberg.

Eccoci al secondo Guerriero Americano e la qualità, non buonissima, a dire il vero, del primo film peggiora ulteriormente.

mercoledì 20 giugno 2012

Extremely Loud and Incredibly Close - Molto forte, incredibilmente vicino

28
2011, Stephen Daldry.

Un film può essere filosofico senza esserlo per davvero, nel senso che partendo da premesse altre rispetto al messaggio che lo spettatore potrebbe cogliervi, finisce per farsi inconsapevolmente promotore di una riflessione cinematografica, culturale o finanche antropologica indipendente dai suoi contenuti.

martedì 19 giugno 2012

Povero Cristo

1
1975, Pier Carpi.

Film raro e surreale, altrove anche molto criticato, ci troviamo oggi ad affrontare l'ultimo e il più famoso di tutti e tre i film, con Reitano attore protagonista, nei panni nientemeno che di Gesù, nell'allegoria cristologica “Povero Cristo” (1976) di Pier Carpi.

Egli interpreta con adesione (doppiato con la voce di Pino Colizzi) Giorgio Cavero, un poveraccio proveniente dalla provincia nella grande città, con l'ambizione di diventare un grande detective (!).

lunedì 18 giugno 2012

American Ninja - Guerriero Americano

2
1985, Sam Firstenberg.

Guerriero americano è stato uno dei più autorevoli esponenti dell'invasione in suolo americano dei film suoi ninja, figli, più che delle divertenti pellicole made in Hong Kong di Godfrey Ho (Ninja il padrino, Ninja licenza di sterminio ed altre centinaia), del cult movie di casa Cannon L'invicibile ninja con un inedito Franco Nero.

domenica 17 giugno 2012

Invasion of the Love Drones

3
1977, Jerome Hamlin.

Un anno dopo che Carter Stevens ebbe creato il primo grande porno ibridato con la fantascienza, ovvero “Rollerbabies”, uno sconosciuto regista dal nome di Jerome Hamlin (reclamizzato come “The Sensorial man”) contribuì con questo fenomenale low-budget, al più bizzarro sottogenere del porno americano settantesco. Sarebbe stato pressochè unico per diversi anni se la maestosa Svetlana e il grande Gerard Damiano non avessero creato la davvero definitiva miscela di fantascienza e sesso leggendario, ovviamente con il capolavoro “Ultra Flesh” (1980 ), (e che già era stato preceduto da quell'altro capolavoro di Damiano, “The Satisfiers of Alpha Blue” , rispettivamente). A differenza di questi classici, “Invasion of the Love Drones” è un prodotto a buon mercato, di cattivo gusto, ma ha in ultima analisi, diversi momenti memorabili per tutti gli appassionati di “cinema per adulti” della Big Apple di quell'irripetibile, formidabile periodo.

sabato 16 giugno 2012

Linnea Quigley's Horror Workout

2
1990, Kenneth J. Hall.

Nel suo momento di massimo splendore, la bella Linnea Barbara Quigley, nota reginetta dell'horror a basso e bassissimo costo degli eighties, pensò bene di farsi immortalare in un documento da lasciare ai posteri. Appunto. Una cosa che tradotta viene fuori come "La Palestra Horror di Linnea Quigley". Più o meno.

venerdì 15 giugno 2012

Clay Pigeon (aka: Trip to Kill) - Il piccione d'argilla

4
1971, Lane Slate, Tom Stern.

Joe Ryan, ha già dato la vita una volta per il suo Paese. La CIA gli ha chiesto di farlo una seconda volta.
Dalla frase di lancio americana originale

I titoli di testa di “Trip To Kill”, altro titolo -britannico- di “Clay Pigeon” (“Il Piccione d'argilla” nel suo titolo italiano) rivelano fortemente la sua più marcata connotazione: è co-prodotto e co-diretto dal protagonista Tom Stern.

giovedì 14 giugno 2012

Avenging Force (aka: Night Hunter) - I cacciatori della notte

9

1986, Sam Firstenberg.

Eccoci al culto dei nostri lontani anni 80, il film di arti marziali che più di ogni altro incuriosiva la nostra giovane mente di ragazzini, I cacciatori della notte (Avenging Force), diretto da quel Sam Firstenberg che pochi anni prima aveva dato risalto al genere con perle come Ninja la furia umana e cosette di un certo richiamo come Guerriero americano. Bisogna dire che siamo davanti alla migliore regia di questo autore, la più equilibrata, la meno sciatta e con un certo bilanciamento tra spettacolarità e assurdità. La storia doveva essere un seguito del famoso Invasion USA con Chuck Norris, ma visto il rifiuto della star (stava girando Delta Force) si decise di realizzare comunque il film mantenendo solo il nome del protagonista, Matt Hunter, interpretato qui da un convincente Michael Dudikoff.

mercoledì 13 giugno 2012

Paulo Roberto Cotechiño centravanti di sfondamento

8

1983, Nando Cicero.

Dopo il grande successo della serie "Pierino" ad Alvaro Vitali non mancarono le occasioni di diventare protagonista principale della commedia ottantesca. Fulgido esempio ne è questo "Paulo Roberto Cotechino-Centravanti di sfondamento", in cui Arvaro nostro si sdoppia in due ruoli, il campione brasiliano del titolo (scoperta parodia di Falcao) e l'idraulico Alvaro Cotechino, ingaggiato da una copia peggiorativa di Bearzot, Marzotti (Cristiano Censi) allenatore del Napoli, per sostituire il giocatore sfruttandone la incredibile somiglianza.

martedì 12 giugno 2012

My Week with Marilyn - Marilyn

4
2011, Simon Curtis.

C'è questo Colin Clark che nel 1956 è poco più che 23enne. Ricchissimo di famiglia, non c'ha un cazzo da fare, appassionato di cinema si lancia e riesce ad entrare, paraculato a destra e a manca, nella produzione del film "Il principe e la ballerina" come terzo aiuto regista, film prodotto, diretto e interpretato da Laurence Olivier per il quale ha voluto la grande diva del momento, appunto Marilyn Monroe, ai tempi al suo massimo splendore.

lunedì 11 giugno 2012

The Grey

6

2012, Joe Carnahan.

Liam Neeson/Ottway: “Ancora una volta nella lotta. Nella mia ultima ora saprò se sarà quella della vittoria oppure no. Vivere o morire in questo giorno. Vivere o morire in questo giorno.”
[Battute ripetute]
Anne Openshaw/Moglie di Ottway:- “Non avere paura.”

Ottway:- “Rimettilo dov'era. Riportalo indietro! Non stiamo saccheggiando dei cadaveri per la refurtiva!”
Frank Grillo/Diaz :- “Sai Ottway sei stato fortunato oggi. Dovresti essere lì con loro. Non spingermi.”
Ottway:- “Non ho intenzione di dirtelo di nuovo.”
Diaz :- “Rotto in culo fai un grosso passo indietro!”
Ottway :- “Ho intenzione di iniziare a strizzare la merda fuori di te nei prossimi cinque secondi. E stai per ingoiare ingoiare un sacco di sangue per un portafogli del cazzo.”
Ottway:- “Dai, Cazzo! Mettimi alla prova!”

domenica 10 giugno 2012

Pierino medico della SAUB

3
1981, Giuliano Carnimeo.

Il Potere di un medico si stabilisce dalla quantità dei suoi pazienti.”

Inaugurando con l'irresistibile parodia “de denuncia sociale” della proverbiale burocrazia e corruzione ospedaliera italiana e dell'assistenzialismo, “Pierino medico della SAUB” questa nuova mini rassegna tutta dedicata all'amico scorreggione e parolacciaro l' Arvaro, er Vitali, ovviamente, non posso anche in questo caso esimermi dal ringraziare il migliore, più frequentato sito e forum italiano di cinema, naturalmente er mitico Davinotti, per tutte le curiosità, aneddoti, notizie e irrinunciabili contributi sul film, come sempre altrove introvabili.

Piranha 3D

5

2010, Alexandre Aja.

"... ah, e dove sono mamma e papà?"
Con questa frase di uno dei protagonisti, e una scena fulminante che ho bestemmiato il calendario per proporvi un frame, finisce il film. Scoprono che i già grossi piranha del pleistocene che hanno appena sconfitto sono in realtà dei cuccioli. Devo dire, tra le idee più divertenti per annunciare un sequel, appena recensito dal nostro Belushi prima ancora che uscisse da noi: "Piranha 3DD".

sabato 9 giugno 2012

Videocracy - Basta apparire

7
2009, Erik Gandini.

Un italiano di media età dotato di medio buon senso non avrebbe alcun bisogno di guardare questo documentario. Tutto quanto viene mostrato è noto, arcinoto e documentato da tempo. Ma considerato i voti che ha preso il pornobipede nanobungante per 17 sciaguratissimi anni, questo medioman in versione "sana" non è molto diffuso da noi, perlomeno non quanto gli idiot-man. Ovvio, non ci sono solo gli idiot, ma anche i c.d. Servi, personaggi più o meno pubblici che hanno promosso l'innominabile per chiari motivi d'interesse personale. Tra i Servi ci sono anche quelli che con scuse assurde hanno boicottato questo film, impedendone la promozione nei canali rai e mediaset. Persino "striscia la notizia" lo ha attaccato, dicendo delle cazzate assurde su presunte falsità e invece non è vero niente, non ci sono falsità ma insomma, pure gli strisciaroli da qualcuno devono essere pagati per lavorare, e quel "qualcuno" chi è? e il mito delle veline, foss'anche loro malgrado, chi lo ha creato? se quella trasmissione fosse veramente di sola satira/informazione alternativa, a che servono 2 sgallettate seminude in apertura con improbabili balletti? "Ma mi faccia il piacere, mi faccia!", direbbe Totò...

venerdì 8 giugno 2012

Piranha 3DD

10

2012, John Gulager.

Il cinema di John Gulager è puro cinema d'avanzi, proprio come recita il secondo capitolo della trilogia di "Feast", appunto "Sloppy Seconds". Ricicla, impasta, rifrigge gli ingredienti dei suoi film precedenti e, in questo caso del remake a cura di Alexandre Aja, e come nel menù di mezzogiorno di qualsivoglia ostaria/trattoria che si rispetti propone una "pasta pasticciata" che potrà risultare indigesta per alcuni e saporita per altri.

giovedì 7 giugno 2012

Kickboxer 4: The Aggressor - Kickboxer 4: L'aggressore

6

1994, Albert Pyun.

Eccoci al Kickboxer più scatenato della serie, il 4, quello che si scosta di dosso l'emulazione del primo immortale capitolo e sceglie strade nuove. Via il maestro Xian e benvenuti a una serie di combattimenti coreografati come il Dio dei lottatori comanda. A girare quell'Albert Pyun che già era stato colpevole del secondo capitolo, ma che qui si riscatta alla grande scrivendo pure una sceneggiatura stramba, ma non stupida, molto fumettistica, tributo all'immortale capolavoro di Bruce Lee, I 3 dell'operazione drago.

Kickboxer 3: The art of war - Kickboxer 3: Mani di pietra (aka: Kickboxer 3: Duri a morire)

4

1992, Rick King.

Al terzo capitolo la serie di Kickboxer si prende una vacanza e si sposta a Rio De Janeiro in un intreccio che sarà presto dimenticato nel quarto segmento. Il film di solito non piace a nessuno, nè ai critici amanti del genere nè agli appassionati e la ragione è presto detta: è più un action con sparatorie tra le vie poverissime del Brasile che un film di lotta.

mercoledì 6 giugno 2012

Un Bianco vestito per Marialè

3
1972, Romano Scavolini.

Scavolini è certo noto internazionalmente principalmente come regista di “Nightmare in a Damaged Brain”, l'estremo slasher realizzato negli Stati Uniti nel 1981, da me qui precedentemente affrontato, il quale divenne una delle tante, celebri nella loro “infamità” "Video Nasties" nella Gran Bretagna degli anni '80. Molta meno attenzione è mai stata rivolta ai suoi precedenti film in Italia, i quali come ho avuto modo di dimostrare con “Cuore”, non sono certo privi di interesse. In particolare, proprio questo giallo dal forte spirito mortifero, “Un Bianco vestito per Marialè”, è da molti considerato -e anche da me- in assoluto il suo migliore lungometraggio, tra quelli “commerciali” . Un giallo-thriller dalla forte componente exploitativa per la gioia di ogni vero appassionato del filone.

martedì 5 giugno 2012

Kickboxer 2

4
1991, Albert Pyun.

Il successo di cassetta di Kickboxer il nuovo guerriero fu talmente grande che si cercò in fretta e furia di cavalcare l'onda producendo un seguito. E' così che esce dopo solo due anni il secondo capitolo, The Road Back, da noi Vendetta per un angelo. L'angelo in questione, un bambino bruciato vivo da dei mafiosi, quasi come in Napoli violenta di Umberto Lenzi, è il motore della vicenda che spinge David, fratello del Kurt Sloan protagonista della prima pellicola, a muoversi contro il terribile Tong Po, antagonista storico della serie.

lunedì 4 giugno 2012

Tara Pokì

4

1979, Amasi Damiani.

1899: love in Sicily, death in Texas”
Frase di lancio internazionale

Parto da un grande scontato e inevitabile ringraziamento, al blog di Gente di Rispetto e in particolare del suo La Colt è la mia legge Il Cinema western italiano, imprescindibile in Italia sull'argomento, senza il quale sarebbe stato pressochè impossibile recepire informazioni e curiosità su di un Capo d'Opera come questo. E non con la solita intonazione caciarona e giovanilistica alla Marco Giusti, tanto per intenderci, che comunque è autore di un dizionario cartaceo del genere fra i migliori e più utili, se non il migliore scritto finora, in Italia.

Ringrazio anche Il Davinotti, in assoluto il migliore sito italiano di cinema, per altre informazioni su questo rarissimo titolo.

Tarà Pokì” fu l'esordio di Mino Reitano nel cinema, e venne girato nel 1971 ma circolando pochissimo, dal mio concittadino labronico e conoscente Amasi Damiani.

domenica 3 giugno 2012

Men In Black 3 (aka: MIB3)

10

2012, Barry Sonnenfeld.

Daa priggione su a luna scappa Boris detto l'animale. Cià 'r dente avvelenato co K che quanno lo fece arrestà je mozzò pure 'n braccio. Allora Boris va ner passato, fino al 1969, pe' cambià a vicenda e K scompare ner presente. J oo cerca ma nun oo trova e quanno va' a la sede degli ommini in nero je dicono che K è sottotera da 40anni. Ma li morté! J sgama a faccenda e se getta pure lui ner passato...

sabato 2 giugno 2012

L'Enfant d'en haut - Sister

9
2012, Ursula Meier.

In occasione del piacevolissimo "Home" scrissi che Ursula Meier prometteva grandi cose. Di quella opera prima perde il bravo Olivier Gourmet, attore fondamentale dei fratelli Dardenne, ma da questi ultimi ne ricava, reinterpretandolo, lo stile realistico-estremo in modo egregio. Si riconferma un enfant prodige, Kacey Mottet Klein nei panni di Simon, interpretazione drammatica molto difficile.

venerdì 1 giugno 2012

House of Dead (aka: Alien Zone)

3
1978, Sharron Miller.

Per ragioni ignote, questo film episodico viene catalogato con l'ambiguo titolo "Alien Zone". Cosa che appare piuttosto strana dato che di alieni non se ne vedono. Trattasi invece di un onesto e dimenticatissimo film antologico che scava nel solco tracciato dalla piu' rinomata Amicus di Bloch e Subotski.