Visualizzazione post con etichetta *sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta *sport. Mostra tutti i post

sabato 23 marzo 2013

Running - Il Vincitore

3

1979, Steven Hilliard Stern.

Dedicata alla Memoria del Più Grande di Tutti:
Pietro Paolo Mennea,
(Barletta, 28 giugno 1952 - Roma, 21 marzo 2013)

«Una storia in cui conta solo avere il coraggio di essere ciò che sei.»
Frase di lancio originale del film

In occasione dell'alquanto triste e molto prematura scomparsa di Pietro Mennea, uno degli italiani migliori e maggiormente "diversi" non solo per lo sport -pur non avendone affatto condiviso certi posizionamenti politici nella sua carriera appunto, di "politico"-,che il nostro sciagurato paese abbia potuto avere almeno nel dopoguerra, vi scrivo la rece di questo film che Mennea è immaginabile potesse ben amare, se mai abbia avuto occasione di vederlo."The Running- Il Vincitore" , una pellicola di produzione canadese diretta nel 1979 da Steven Hilliard Stern, e interpretata da un giovane ma già straordinario Michael Douglas, allora reduce dall'Oscar come produttore per "Qualcuno volò sul nido del cuculo" e dal successo come attore per "Sindrome cinese"(The China Syndrome)(1979) di James Bridges.
Egli non interpreta un velocista come il grande Pietro, ma un maratoneta canadese di origini greche dal nome Michael Andropolis, in gara alle Olimpiadi di Montrèal del 1976.

mercoledì 27 febbraio 2013

Michel Vaillant - Adrenalina blu. La leggenda di Michel Vaillant

5
2003, Louis-Pascal Couvelaire.

Michel Vaillant e' uno dei piloti piu' grandi della storia, forse il più grande in assoluto. Sfida le leggi della fisica e della logica senza paura di apparire ridicolo agli occhi dello spettatore tutto sommato facendo anche una discreta figura. Certo, la trasposizione cinematografica del fumetto nato nel 57 a opera di Jean Graton, non e' stata delle piu' semplici da realizzare e in diversi momenti il film mostra la corda restando pero', sempre piuttosto godibile e ancora aderente al fumetto da cui trae origine. Magari più per gli occhi di un appassionato in quanto, se lo spettatore non conosce un minimo le regole delle gare endurance (la 24 ore di Le Mans) rischia inevitabilmente di perdersi un attimo nei meandri della sceneggiatura di Luc Besson, in questo caso insolitamente ma necessariamente complicata nella seconda parte del film.

venerdì 11 gennaio 2013

The Gypsy Moths - I Temerari

4
1969, John Frankenheimer.

Quando ci si attiva per la caduta libera ... quando il salto non è solo un modo di vivere, ma anche, un modo di morire ... sei un Gypsy Moth.”
Le falene zingari /The Gipsy Moth cadono velocemente. Non possono smettere di rischiare la propria vita - nemmeno per le loro donne a terra.”
Frasi di lancio originali del film

Questo gran bel film del 1969 firmato da John Frankenheimer in merito a una compagnia di paracadutisti acrobatici possiede così tanti aspetti positivi da restare per sempre nella memoria dello spetattore
Viene dipinta molto bene l'immagine mesta, nostalgica e malinconica assieme, di una cittadina americana nei giorni precedenti alla standardizzazione della cultura americana ad opera dei mass media. In quei giorni estivi così struggenti lo script ci ricorda, uno spettacolo di paracadutismo poteva essere il momento clou dell'estate di tutti gli abitanti. C'è una scena affascinante in cui un gruppo bandistico della High School, la scuola superiore, dopo aver praticato per mesi sotto la direzione di un severo direttore d'orchestra si dirige nella Main Street per la parata del 4 luglio, solo per vederla abbandonata e desolata, chiedendosi perché, in quanto ogni singola persona in città è allo spettacolo paracadutistico.

martedì 13 marzo 2012

Rocky Balboa

8
2006, Sylvester Stallone.


Rocky Balboa/Sylvester Stallone :_” Sai dicono sempre che se si vive in un luogo abbastanza a lungo, poi si diventa come quel posto.”
Paulie/Burt Young : “Io non sono un palazzo, Rocky.”

Paulie: [al cane di Punchy] Che brutto cane!

“È la tua opinione quella che conta, sei un combattente. Combatti.” (Marie/Geraldine Hughes) [Rivolgendosi a Rocky]

“E allora combatteremo.” (Rocky) [Parlando tra sé e sé dopo le parole di Marie]

“Finché non avrai fiducia in te stesso la tua non sarà vita!” (Rocky al figlio)

“Hai permesso al primo fesso che arrivava di farti dire che non eri bravo. Sono cresciute le difficoltà, ti sei messo alla ricerca del colpevole e l'hai trovato in un'ombra... Ora ti dirò una cosa scontata: guarda che il mondo non è tutto rose e fiori, è davvero un postaccio misero e sporco e per quanto forte tu possa essere, se glielo permetti ti mette in ginocchio e ti lascia senza niente per sempre. Né io, né tu, nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!” (Rocky)

martedì 20 dicembre 2011

Rocky II

9


(Robydick)
Mi permetto una piccola incursione nella monumentale rece di Napoleone. Questo film mi ha impressionato! L'ho messo nell'Olimpo e lo riguarderò ad ogni occasione. Avevo ricordi sbagliati che avevano creato preconcetti. Ho visto il film e poi quasi ero dispiaciuto che la rece non l'avrei scritta io, e ad ogni modo per i lettori è meglio così. E' tutto scritto magistralmente sotto, mi ci ritrovo punto per punto, e consiglio di prendersi qualche minuto se serve, è lunghissima ma ne vale la pena. Questo: un invito a leggere e poi a riguardarsi il film (dubito ci sia qualcuno che non l'abbia mai visto).

domenica 16 ottobre 2011

Undisputed

10
2002, Walter Hill.

Scontro fra titani nel carcere di massima sicurezza nel Mojave. George "Iceman" Chambers vs Monroe Hutchen. Il primo campione dei pesi massimi in arresto per (presunta) violenza carnale, il secondo campione imbattuto del carcere, condannato all'ergastolo per aver ucciso  l'amante della moglie fedifraga.

giovedì 15 settembre 2011

Victory (aka: Escape to victory) - Fuga per la vittoria

30
1981, John Huston.

Quest'anno ricorre il trentennale dell'uscita di questo Monumentale Capolavoro di John Huston, perché diciamolo subito, sia io che Napoleone, socio e amico che m'ha ricordato questa ricorrenza, lo riteniamo tale. Uno di quei casi felici che mettono d'accordo tutti, cinefili e consumatori distratti, amanti del ricercato o del semplice cinema d'evasione e di svago, giovani e meno giovani. Anno felice il 1981 per i film storico-sportivi, uscì anche "Chariots of Fire - Momenti di gloria" di Hugh Hudson, già celebrato da queste parti. Anche "Fuga per la vittoria" è ispirato a fatti realmente accaduti, poi ne parliamo.

martedì 23 agosto 2011

Morning of the Earth

10
1972, Alby Falzon, David Elfick.

Superclassico degli anni '70, con un sito dedicato, curato dallo stesso Alby Falzon. Ennesimo consiglio dell'amico/socio Napoleone. Film freschissimo nelle sue immagini di mare, di gioventù, di posti meravigliosi, veramente ottimo per la stagione.

sabato 20 agosto 2011

Le Mans - Le 24 Ore di Le Mans

6
1971, Lee H. Katzin.

La pur ottima pagina wiki che ne parla sbaglia nel catalogare il film come "documentario". E' anche questo ma non solo. Siamo di fronte a quello che è forse il massimo Capolavoro di genere, quello dei film sugli sport motoristici, diversi dei quali proprio con Steve McQueen protagonista, attore ma anche ottimo pilota sia di auto che di moto.

mercoledì 20 aprile 2011

Rollerball

25
1975, Norman Jewison.

Avevo sbiaditi ricordi di questo film visto in età adolescenziale. Ricordavo le scene spettacolari, la violenza del gioco, l'eroico James Caan nella parte del protagonista Jonathan e già questo bastava a tenerlo tra i miei Cult. Ora, dopo accurata e goduta visione casalinga con numerosi rewind a ripetere alcune scene, ho apprezzato anche altro e il film risiede a pieno diritto nell'Olimpo, altra prova d'eccellenza di Norman Jewison.

mercoledì 9 febbraio 2011

Gallipoli - Gli anni spezzati

30
1981, Peter Weir.

Due ragazzi nel 1915, in Australia, fanno amicizia a seguito del comune amore per la corsa, sono 2 atleti. Archy, il più giovane, ha desiderio di combattere per il suo paese in Turchia a fianco degli inglesi, e convincerà Frank a seguirlo nell'avventura. Si tratta di andare a combattere contro i turchi, alleati dei tedeschi.

giovedì 3 febbraio 2011

Sport, Sport, Sport!

38
1970, Elem Klimov.

Docu-fiction apologetica di una delle attività che già altre volte ho accomunato all'Arte: lo Sport. Arte e Sport, in tutte le loro forme, sono secondo me le attività umane che più di altre innalzano l'Uomo dai bruti; ne costituiscono la Cultura. Ho trovato con questo film la più bella, appassionata e documentata conferma al mio pensiero. Parliamo di un vero capolavoro, nel mio Olimpo personale.

venerdì 28 gennaio 2011

Million Dollar Baby

48

2004, Clint Eastwood.

Una ragazza d'infima famiglia, lavori umili, decide di sfondare nella boxe. Individua l'allenatore e alla fine ce la farà, ma l'incontro per il titolo ha un epilogo terribile....
Una storia da terza pagina? La solita "menata" di una vita meschina in cerca di riscatto? Un Rocky al femminile? Niente di più errato.

giovedì 20 gennaio 2011

Chariots of Fire - Momenti di gloria

30
1981, Hugh Hudson.

Quest'anno ricorrono 30 anni dall'uscita di questo Capolavoro come giustamente il prezioso amico Napoleone Wilson mi ha ricordato; siccome non l'avevo mai visto per intero m'è sembrata occasione opportuna di provvedere finalmente.

giovedì 25 novembre 2010

Il maledetto United

21
2009, Tom Hooper.

Film che narra le vicende, riportate in una biografia-romanzo omonima pubblicata nel 2006 quindi 2 anni dopo la sua morte, di colui che ancora oggi è considerato il più grande allenatore inglese di calcio di sempre: Brian Clough. Domanda: è un film apprezzabile da chi non ama almeno un minimo il calcio? Risposta: no, però potrebbe scoprire che questo sport una volta era molto diverso da oggi, quindi è un "nì".

domenica 21 febbraio 2010

Invictus (aka The Human Factor)

5
2009, Clint Eastwood.

Ero a Londra per lavoro e non pensavo ad altro: andare a vedere questo film! (e pure un altro...)

11 Febbraio 1990 Mandela viene scarcerato, dopo 27 anni di cella 3x3 e lavori forzati. Alle prime elezioni aperte a tutti viene immediatamente eletto presidente del Sud Africa.

martedì 22 dicembre 2009

Apoteosi di Olympia

2
1938, Leni Riefenstahl.

A sinistra la locandina della prima parte, "Il festival delle nazioni", che ho visto per spezzoni significativi. A destra la seconda parte, più breve ma con quello che più volevo vedere, "Il festival della bellezza", e già il titolo esprime.

Leni Riefenstahl è un personaggio difficile, non intendo esaminarlo umanamente in questa sede

domenica 22 marzo 2009

The Wrestler

5

2008, Darren Aronofsky.

Crepuscolo e commiato di Randy Ram Robinson, lottatore professionista di wrestling all'apice del successo negli anni '80 ed ormai relegato a combattimenti di bassa lega o di revival.