lunedì 16 gennaio 2006

Qualcosa è cambiato

2

1997, James L. Brooks.

Bellissimo film, secondo me.
Anche se a spizzichi e bocconi, me lo sono goduto anche stasera, e non era la prima volta che lo vedevo.

Melvin è uno scrittore nevrotico, igienista, misantropo... non sopporta nulla e nessuno tranne una cameriera del locale dove mangia abitualmente.
Una serie di piccole vicende di tutti i giorni, non ultima un amore che stentamente ma inesorabilmente cresce, per la cameriera e per le persone tutte, lo portano lentamente a cambiare se stesso, positivamente, pur non rinunciando completamente ai suoi tic e manie.

Bei sentimenti, dialoghi aperti e sinceri, non scade mai nella retorica e nel mielismo, per l'abilità di sceneggiatori, registi e attori straordinari. Mi commuove sempre e sempre mi fa riflettere sull'importanza dell'accettazione dell'Altro per come è. E' anche molto ottimista sulla possibilità che ognuno ha per cambiare sé stesso, le sue consuetudini o i suoi preconcetti, migliorandosì pur non annullando le proprie peculiarità.
Veramente un bel film.

Jack Nicholson (3° Oscar), Helen Hunt ( Oscar come attrice protagonista) e tutti gli altri attori ben diretti da James L. Brooks.

2 commenti:

  1. Te pareva. vabbè. E non attacco con la manfrina sul fatto che i migliori non vengono commentati. Questo film non è bello è di più. E' un film, raffinatissimo. E nota che a me Nicholson non piace molto. Ma, devo dargliene atto in questo ruolo è strepitoso.
    *Mi fai venire voglia di essere un uomo migliore…*

    RispondiElimina
  2. e vabbe' !! :D
    io invece adoro nicholson, cosa che sicuramente non ti può stupire, eheh...

    RispondiElimina