domenica 28 giugno 2009

The Hurt Locker

4
2008, Kathryn Bigelow

Non è un genere che amo vedere, ma avevo sentito cose interessanti su questo film e... ho stretto i denti. Per niente pentito, ho visto ancora l'hard-rock-cinematografico della Bigelow (Point Break è un cult!), la sua notevole capacità di far accumulare tensione ed adrenalina ad uno spettatore.

Qui s'è lanciata su un argomento difficile: la guerra in Iraq. Lo ha fatto facendoci vivere, con immagini quasi da reporter, l'esperienza di una squadra di artificieri, l'incarico a più alto tasso di mortalità in guerra. A poco meno di 40 giorni dalla rotazione un sergente artificiere muore ed a sostituirlo viene James, che sembra un pazzo e che invece mostra un incredibile coraggio ed anche umanità. Non pensa se la bomba che deve disinnescare è destinata ad americani od iracheni, lui la deve eliminare e basta.

Ogni, singola, missione è un testa o croce con la sopravvivenza. Quando il protagonista si sfoga o cade in gesti liberatori vuoi farlo anche te che assisti.

Perché James? Chi te lo fa fare? Non hai una moglie e un figlio a casa?
Ricomincia dopo la licenza una nuova sessione, 365 giorni alla prossima rotazione, 365 testa o croce, di un uomo solo, con una tuta palliativa, che va incontro all'ordigno, intorno a lui una platea di soldati, civili, bambini che scappano.

4 commenti:

  1. l'inizio è perfetto, lo spettatore è subito catturato nella materia filmica che diventa spazio geostorico ed esistenziale(l'iraq la guerra le persone coinvolte, il nostro giudizio..). poi il film scivola nel 'genere' con un'inutile sequenza ad effetto che dovrebbe essere il nodo centrale del film.
    professionale e molto radicalhollywood la preferivo ai tempi di near dark o point break, fino a strange days

    RispondiElimina
  2. near dark mi manca, gli altri 2 sono eccellenti, concordo. penso che l'oscar sia appunto "di accumulo", non solo per questo film, che comunque m'è piaciuto.

    RispondiElimina
  3. E' vero questo film è promettente dall'inizio...sì mi è piaciuto molto! per gli Oscar beh...che dire...qualcuno meno forse...ma ci stava qualche statuetta!

    RispondiElimina
  4. ma va bene tutto. finalmente oscar alla regia ad una donna, un evento!

    RispondiElimina