giovedì 20 aprile 2006

Viva Zapatero

0

2005, Sabina Guzzanti.

Un grazie sentitissimo a Sabina Guzzanti.
La mia vicinanza verso di lei è totale.

Ricordate il caso Raiot? Chiuso dopo una puntata...
Guardatelo se avete un minimo di tempo.

Partendo da Raiot e così via parlando, il film ripercorre le incredibili censure che il regime berlusconiano ha perpetrato in questi anni (Biagi, Santoro, Luttazzi, De Bortoli, Paolo Rossi...), e meno male che si chiama "Casa delle libertà". Figuratevi se la si chiamava "Casa di mafiosi, condannati a giudizio e piduisti" in che paese saremmo vissuti!

Molto bello anche per l'inchiesta sulla Satira politica, sia dal punto di vista storico e dell'etimo, sia dal punto di vista sostanziale: cos'è la satira? Le motivazioni con cui chiusero Raiot, dell'editto bulgaro, della chiusura del programma di Paolo Rossi, da dx e (udite udite!) pure da sx sono vergognose e da regime totalitario.
La figura di M di dx e sx (ancora peggio per la sx) è immensa!

Bellissimi i reportage di quanto fanno all'estero, in Francia soprattutto (cazzo, 'sti francesi...) sul fronte della satira e poi quanto ha fatto quell'apostata scomunicato di Zapatero in Spagna sul fronte legislativo.
Hanno rincoglionito l'Italia per anni! Siamo il paese di "porta a porta" Crying or Very sad
Un giornalismo, il nostro, mediamente privo di attributi e sottoposto costantemente a ricatti economici sotto forma di posizioni da ricoprire o peggio di querele. Caso De Bortoli al Corsera è emblematico.
Ovviamente soffre chi vorrebbe fare qualcosa d'indipendente. Sacripanti, Arrivisti cinici e Leccaculi, i cui nomi è inutile fare, sguazzano e festeggiano lauti banchetti come le mosche sullo stronzo!
Luttazzi, Grillo, S.Guzzanti, Rossi... passano la loro vita tra teatri ed aule giudiziarie per rispondere alle querele.

La Satira, se non ve ne siete accorti, dopo Raiot è praticamente scomparsa in Italia. Hanno fatto fuori anche Crozza, che s'è visto solo grazie allo strapotere mediatico di Celentano.
COME MAI?
O mi volete dire che "quelli che il calcio" fa satira? oppure la banda del "bagaglino" e consimili?
Non c'è più la Satira, quella durissima e implacabile attraverso la quale non passa uno spillo, che indaga autonomamente. Non - c'è - più !

Film inchiesta totally realista.

Sabina è una grande artista. Può piacere o meno, ma è una grande artista e una grande donna, coraggiosa e senza peli sulla lingua, capace di andare contro quello svergognato voltagabbana del padre (puah! che schifo!) il quale, pensate, espresse parere contrario al programma della figlia.

0 commenti:

Posta un commento