sabato 6 maggio 2006

Oliver Twist

0

2005, Roman Polanski.

Roman Polanski è un bravo regista, è noto, e ha saputo rendere onore all'omonimo romanzo di Charles Dickens da cui è tratta la sceneggiatura.

Ci si appassiona facilmente alle tristi vicende dell'orfanello nell'Inghilterra (credo) di fine XIX sec., che sono poi le storie di tutti gli orfanelli dell'epoca.
Dickens scriveva anche favole e fiabe, e seppe dare al romanzo, e quindi al film, un finale...

Un romanzo di valore, non una semplice lettura per ragazzi, visto che fu anche una denuncia aperta sulla condizione sociale di una determinata fascia di persone, certo non quella che godeva i fasti vittoriani. Anticipa di parecchi anni il meraviglioso libro di Jack London "Il popolo dell'abisso", purtroppo mai rappresentato.
Le vicende di Oliver sono estremamente realistiche e affatto inventate nella sostanza.

Un bel film, girato bene, e una bella storia.

0 commenti:

Posta un commento