giovedì 4 maggio 2006

Cacciatore di teste

0

2005, Costantin Costa-Gavras.

Film europeo franco-belga-iberico dalla storia geniale, anzi non esagero a dire che è frutto di una intuizione e di una lucidità cinica sorprendenti.
Onore a Costa-Gavras, regista che difficilmente delude.

Un manager di un'azienda viene licenziato e inizia per lui una lunga disoccupazione, un declino familiare ed economico ma soprattutto una trasformazione psichica. Tutta la sua vita era il lavoro, che ora non c'è allora la sua vita diventa "cercare lavoro". E lo vuole del suo livello, manda CV a dx e a sx e soprattutto a un'azienda leader del settore, la Arcadia.
La concorrenza è forte e... non c'è altra soluzione che Eliminarla.

Grottesco e realista, affronta tutti i problemi del lavoro dal punto di vista di un disoccupato eccellente. Tantissime le riflessioni che propone, comprese quelle a riguardo del ruolo che il lavoro deve o dovrebbe avere nella vita delle persone.

Veramente un film di grandissimo contenuto, anche divertente.

0 commenti:

Posta un commento