martedì 23 agosto 2011

Morning of the Earth

10
1972, Alby Falzon, David Elfick.

Superclassico degli anni '70, con un sito dedicato, curato dallo stesso Alby Falzon. Ennesimo consiglio dell'amico/socio Napoleone. Film freschissimo nelle sue immagini di mare, di gioventù, di posti meravigliosi, veramente ottimo per la stagione.

Non è semplicemente un sito dedicato al film, ma a quello che il film ha voluto rappresentare e continua a fare, al mondo del surf e dei surfisti, appassionati alle onde del mare, in perenne ricerca dell'Onda Perfetta e praticanti sia di uno sport che di una filosofia di vita che vede in quella tavola un'interfaccia per domare le furie della natura.

C'è chi dalle onde si fa travolgere, chi cerca di cavalcarle. Per molti quelle onde rappresentano un pericolo fatale, tale da scoraggiare ogni velleità di buttarsi in mare, mentre per altri sono una leccornia, le sognano sempre più alte e potenti, veloci.

Non c'è una vera e propria trama. Sono solo immagini, meravigliose e per l'epoca certamente all'avanguardia, con riprese da terra e in mare, sempre al ralenty, accompagnate da stupende musiche e canzoni che sono poi diventate oggetto di concerti e simbolo per i surfisti di tutto il mondo. Girato fra Australia, Isola di Bali e Hawaii, con un gruppo di surfisti d'eccezione, tra i quali spiccano il campione Nat Young e l'appena sedicenne, allora, Stephen Cooney.

Pochi giorni fa si parlava del senso della vita, e molto qua c'è in comune sotto l'aspetto del rapporto rischio/beneficio. Almeno 4/5 del film sono riprese in mare, mentre il resto è il paesaggio, qualche ritratto dei personaggi con delle facce che definire belle e felici è poco. Quando non cavalcano le onde vivono semplicemente preparando le tavole, rilassandosi insieme con qualche canna pure, sole cose che fumano. Sono un po' degli Hippie, solo sportivissimi e arditi nell'affrontare le onde e gli squali che spesso vi nuotano sotto.

Bellissimo, poco altro da dire se non che lo consiglio tantissimo, un tuffo nella bellezza del mare e della gioventù che non fa altro che bene.

Robydick

Inutile fare un video, ce n'è già di bellissimi con le immagini disponibili sia sul sito ufficiale che su YouTube.
Questo è quello proposto nel sito col tema principale della o.s.t.:


10 commenti:

  1. Direi che dovrò recuperarlo.
    Estate, surf, giovinezza e un pizzico di malinconia.
    Ci sta tutto.

    RispondiElimina
  2. ah poi è perfetto per queste giornate di fuoco... oggi la passerò in piscina :)

    RispondiElimina
  3. Sul senso della vita... qualcuno ha visto the tree of life? di malick.. lo aspettavo tipo da 3 anni quando è uscito al cinema. Super acclamato dalla critica. paragonato a 2001: odissea.. (quando lo vedi si capisce perchè, ma..)

    Per me grande delusione. uno strazio di film. da tenere solo il trailer che sembra uscito da un sogno di dio.

    RispondiElimina
  4. gus, "delusione" la intendi per malick vero? ;-)
    non l'ho visto per cui non mi esprimo

    RispondiElimina
  5. sisi per il film di malick. non per questo della rece, che non l'ho visto. è che volevo un parere da tempo, e ho sfruttato la frase "si parlava del senso della vita" hehe :) sorry

    RispondiElimina
  6. gus, se passa napoleone... sicuramente lui l'ha già visto. io mi sa che lo metto in lista visti i numerosi pareri discordanti che ho letto in giro, m'incuriosisce anche solo per questo.
    te sapro' ddi' caro...

    ah, domani, e soprattutto dopodomani, c'è pane per le tue ganasce, eheh!

    RispondiElimina
  7. aaah bene bene! mi ricorderò di passare allora! :)

    RispondiElimina
  8. "The Tree of Life" è un capolavoro, per oggi mi eclisso, già tediato da un mal di denti nucleare da nervo scoperto, lassatemi almeno Malick e il suo cinema immenso ad ogni singolo, unico e irraggiungibile, fotogramma. "Crystal Voyager" con la o.s.t. dei Pink Floyd da "A Saucerful of Secrets", mi pare, è più bello, di "Morning of the Earth" che è comunque strepitoso, cultuale al massimo in tutti i paesi anglosassoni e non solo per gli amanti del surf, tranne ovviamente, nella ridicola italietta nel quale quasi nessuno li conosce. E non tutti, nemmeno tra i surfisti.

    RispondiElimina
  9. azz... napoleone, ti auguro "una bocca di lupo" per il futuro allora. il mal di denti è tra il peggio del peggio, meno male che ti sei contenuto allora, ahah! ne parleremo del film di malick in occasione della rece ;-)
    mi segno crystal voyager

    RispondiElimina
  10. se farai la rece, cercherò le parole per esprime quello che penso di quel film! haha :)

    RispondiElimina