sabato 2 settembre 2006

Smoke

0

1995, Wayne Wang e Paul Auster.

Un film, di parole, dialoghi e sguardi, semplice e, a mio modesto parere, molto bello.

Si svolge a Brooklyn, e tutta la storia e i personaggi ruotano attorno alla tabaccheria di Auggie e alla sua vita, soprattutto Paul, scrittore in crisi di vena dopo una disgrazia familiare.
Non c'è una trama fondamentale. A tappe il film percorre una serie di ritratti di personaggi, i 2 già citati ed altri, ognuno con la sua piccola storia da sviluppare e raccontare. Diventente e commovente, a seconda dei momenti.

Da vedere e da apprezzare la bravura di tutti gli attori. Menzione per William Hurt che interpreta Paul ed è perfetto per quel tipo di ruoli, silenziosi. Tappeti rossi per Harvey Keitel che invece è Auggie, il proprietario della tabaccheria.
Si fuma moltissimo in questo film, ma non c'è fumo passivo da pellicola quindi lo consiglio a tutti senza meno.

Mi raccomando, non fermatelo durante i titoli di coda.
C'è tutta una storia da seguire, molto carina.


0 commenti:

Posta un commento