martedì 27 settembre 2011

Troppo forte

36
1986, Carlo Verdone.

Mortacci tua robbe', ce frulli li cojoni che vvai 'n moto de qqua, de llà, e nun hai visto ancora 'sto filme de' Verdone??? pieno de pistoni, marmitte, coatti gajardi e pure co' 'na gran fregna fromme iunaited steiz... Te devi vergogna'!! Mo' too racconta Er Gobbo tuo, tu lassa perde, nunn'è robba pe' tte, pensa a farte 'e pippe co' ingmarre bergmanne...

Dicevo... ce sta Verdone che s'antitola Oscar Pettinari, un mago der flipper che nun gioca mica coll'apparecchio, ce scopa proprio, s'ooo 'ngroppaaaa! Eppoi cià ppure er manico coi mezzi a du' rote, monta 'na moto mitica dei tempi, 'na iamacca fezzeta setteccinquanta che ciaveva 5 valvole pe' cilindro e annava come 'na lippa, certe penne monorota che nun poi immagina'!

'na pasta d'omo Oscar, anche se fa' er coatto co' li amici, tutti co' certe moto: guzzi california, kavvasacchi, cioppere, da strada, da enduro, ce' sta' de tutto... vanno assieme a ffa' 'n provino per un filme a Cinecittà, lui Oscar fa come se fosse er managgier de' tutti, poi però se pijano tutti pe' ffa 'sto film demmerda, tranne lui poraccio... E quello s'encazza! regolare... Nun te va' a incontra' 'n'avvocato che sembra rincojonito eppure furbo come 'na faina? Chi, dimmi!, chi poteva fa' 'na parte da stronzo 'nfame come quella se non l'Albertone nostro sempre sia lodato Sordi? 'mmazza che personaggio aho!

'Sto cazzo d'avvocato convince Oscar a simula' 'n'incidente co 'a machina del produttore ammerricano der filme. Niente, quanno uno cià la sfiga... Oscar fa' la sceneggiata, ma a guida' 'a machina nun c'è sta' 'l produttore ma l'attrice Nancy (Stella Hall, un pezzo de fica che nun se po' immaginaaaaa!!! 'na fata oh!). Comm'è comme non è, Oscar ar posto de pija li 5 mijoni che vole de risarcimento se trova pure sur groppone 'sta gnocca, che je costa 'n botto de sordi, piena de lussi e vizzi manco 'a principessa de chembric (vole er salmone e tecchete er salmone, e 'l checciap, 'a mostarda, du cojoni che a voddeka a' da esse russa e quella polacca che vennono qua sotto nun va bbene...) per nun parla' dee telefonate intercontinentali. (Però 'a ragazza oh, 'o dovemo di', damo a Pompeo quer che è de Pompeo: ar mare j'ha fatto 'n servizietto 'n'immersione subbaquea c'ha visto 'r paradiso Oscar...). Ha persino rischiato de fasse sequestra' 'a moto da li strozzini, ma te rendi conto?!?

Incredibbilimente, er produttore torna e pe' evita rogne legali fa' chiama' Oscar e je propone de lavora' come quasi protagonista nel film, pe' 'na pezza de quaranta milioni! Arriva l'avvocato proprio mentre che sta' pe' firma' e quelli je ne propongono ottanta de' milioni, mortacci de mi nonno 'n cariola! Ma l'avvocato, 'nnaggia allui aho, cià na favella... vole a tutti i costi annà in tribbunale, dice che de milioni ce ne vonno ottocento. Peccato che poi davanti ar giudice, mentre che sta' ad arringa' come 'n istrione 'ngrifato, se ricorda che nun è avvocato! Che figura 'e'mmerda oh, processo sartato e Oscar come un cojone... cojonato. l'avvoca' 'ntanto s'era messo a ffa 'r coreografo, 'sto fori de' testa... Pe' recuperà sordi dopo ave' perso gl'ottanta mijoni aveva sfidato a motocrosse quer fijo e nnipote e pronnipote de gran mignotte der Murena, uno tosto oh, e l'ha pure battuto, gajardo Oscar!, ma poi l'hanno menato quej stronzi e se so' ripijati i sordi, co' certa ggente, se sa', nun poi vince mai... ce dovevo da esse io llì, ma nun se po'...

E' 'na commedia robbe', ce sta' da divertisse e 'l finale, nun te preoccupa', nun è mica traggico. Scene de culto, l'apertura co' la flipperata pornerottica, gli esibizzionismi de' Oscar, pure azione co' la mitica sfida de cross tra Oscar e Er Murena, tutt'eddue a cavarca' moto iamacca, una ixxetì e soprattutto Er Murena su' 'na bbestia, la tittì seicento che s'empennava co' tutte 'e marce. tu 'e conosci quelle moto eh! che nun ciò so? ciò sooooo....

Tiè, godite quarche battuta der filme:

'na vicina de casa a Oscar: "ma falla finita che nun c'hai manco na lira pe ffa due!"

'n'amico de Oscar, quanno che mentre che fa' 'r buffone dicendosi acculturato: "base culturale ma dde ché aho? tu l'unica cosa ch'hai letto e 'na schedina e l'hai copiata pure sbajata!"

ar negozio d'alimentari. garzone: "te va bene 'sta vodka? è polacca" - e Oscar: "nun va bbene no, 'a vo' russa!" - e quindi er garzone, lapalissianico... "oh, e vattela a pija a Mosca! noi c'avemo solo questa"

Nancy a un telefono pubblico, quelli ch'aa telecomme mo' sta' a dismette: "l'unico ricordo di Roma saranno questi stupidi telefoni, sempre rotti"
Oscar: "è già tanto che hai trovata 'a cabbina, in genere s'ee portano a casa che ce fanno 'e docce, pensa 'n po'"

al mare, lei tutta bbiotta a fa' 'r bagno (oh, dice che le sembra d'esse a malibbù...), Oscar si tuffa colla mutanda leopardata, ma picchia la testa su 'na bottiglia der fondale... "porcoggiuda porco, altro che Malibu, mannaggia!" - e je risponne n'omo che sta a raschia' a sabbia pe'e' vongole: "ce potevi pure trova' 'na tazza der cesso"


'Namo su, è proprio un film bbello.
Pijalo co' du' pizzeebbirre, e cori a vedello co li amici tua.
Se poi trovi 'na topa bbona pe' compagnia è pure mejo, co' Verdone 'a fai ride e... e nun me fa' ddi' sempre tutto sù... 'A devi portà a Malibbù!!
Er Gobbo

Ce stanno pure musiche rocchettare de Antonello Venditti, e chi se no? Ma tu mettece quarcos'altro pe 'na volta, daje de rock robbidi', a musica che te fa score er sangue nee vene... i mitici Boston, dall'album omonimo, con Smokin'... yeaaaaaah!
video


36 commenti:

  1. aho, 'sti cazzi! finarmente se sta' a parlà de carletto nostro, arto che que' caciottari de antonioni e de bergman!
    a' robbe', pijiate n'artra battuta der firme:
    Alle selezioni per il film: "Non guardà che è un ragazzino... questo s'è fatto 3 anni di galera per avere accoltellato lo zio..." "Di dove sei tu? ". "Di Capua". "E perché hai accoltellato tuo zio?" "perché mi scassava 'u cazzo!"
    Aho' 'nnamo che se' divertimo, 'tacci vostra!

    RispondiElimina
  2. ahah! sei troppo forte pure te harmòòò!!! :D
    oh, porello, se 'o zio scassava se doveva pure rimedia'!

    RispondiElimina
  3. Ma esiste un corrispettivo milanese di Verdone?

    RispondiElimina
  4. bella domanda alberto... non saprei oggi, nel cinema non mi pare. nel 1986, anno del film, erano ancora in attività i gufi, ma a teatro.

    RispondiElimina
  5. "'o so, 'o so..." "ma che sai? famme parlà!"

    RispondiElimina
  6. @Alberto: io direi il mitico Renato Pozzetto, anche se sarebbe più corretto dire, per consecutio temporum, che Verdone è il suo corrispettivo romano :)))

    RispondiElimina
  7. unwise, ma pozzetto non è di varese? e non parla mai in dialetto

    RispondiElimina
  8. Pozzetto è nato a Gemonio (nota per essere residenza del nostro ZioScriba), ma è di famiglia milanese (sfollata durante l'ultimo conflitto mondiale). cmq nemmeno Verdone parla in dialetto...direi che nei due casi si parla più di accento (in questo Pozzetto rappresenta bene il west lombardo). il dialetto lombardo non ha mai avuto molta considerazione cinematografica, anche se ha sempre avuto successo in teatro (vedi I Legnanesi). a memoria mia, uno dei pochi recitati in milanese è il Gassman della Grande Guerra

    RispondiElimina
  9. grandissimo! con Compagni di Scuola è il mio verdone preferito.

    "com'è ita a finì??? signori....è ita a fiì che mi hanno dovuto fare 12 sieri, dico 12!!! perchè non si sapeva che bestia era, hai capito? roba che uno al secondo siero entrava già in coma! domanda...come ve la spiegate sta resistenza ai sieri??? dai come te la spieghi?? daje...te lo dico io...che c'ho gli anticorpi coi controcoglioni!! ma magari me venisse a me l'aids...ma magari me venisse, la sdreno in 2 ore! che ore sò?? le 10 e mezza? a mezzogiorno e mezza l'ho sventrata!!!!!"

    RispondiElimina
  10. unwise, non ti facevo pozzettofilo, ahah! m'inchino alla tua sapienza... :)
    i legnanesi, i gufi, jannacci... però appunto soprattutto cabaret e teatro

    grande citazione frank! :D
    con chi aveva lottato? l'anaconda? mo nun me ricordo, l'ho visto un po' de ggiorni fa'.
    però te devi esercita', se dice "controcojoni", me raccomanno...

    RispondiElimina
  11. per me Pozzetto è un grandissimo, specialmente nel periodo magico degli anni 70 (sia in TV che al cinema), sia solo che nei duetti con Ponzoni. erano avanti 30 anni! e non dimentichiamoci il resto della cricca del Derby...

    RispondiElimina
  12. Dopo la scopata al flipper stavo morendo.. "Troppo forte" ripetevo. a quel punto si gira e sulla giacca ci stà la scritta..
    A quel punto mi sono buttato per terra dal ridere :D

    RispondiElimina
  13. ciao gus! sarà stata un'influenza subliminale dovuta al titolo del film? ahah! però effettivamente i titoli di testa cominciano alla fine di quella scena ;-)

    RispondiElimina
  14. eheh, ce n'è di gente di un certo livello nella minuscola Gemonio... :-)) (e non mi riferisco certo al senatùr, che ricordiamolo è d'importazione, viene dalla lontanuccia Cassano Magnago)

    divertente anche la rece in sé, questa volta!

    RispondiElimina
  15. comme saresse addi' "questa volta" ??? 'a zzioscribbolo, guarda che 'e rece mia so' sempre divertenti 'a capitooo? :D
    (Er Gobbo)

    RispondiElimina
  16. a proposito...non sarebbe male vedere su questi schermi il mitico "Sono fotogenico"! un vero classico...

    RispondiElimina
  17. ma che film ragazzi! Che spettacolo è uno di quelli che rivedresti mille volte!

    RispondiElimina
  18. arriverà unwise, promesso :)

    ciao ernest! sì, è tra quei film effettivamente :)

    RispondiElimina
  19. Certe volte lo metto per rivedere come Oscar scansa il giocatore di flipper! :D

    RispondiElimina
  20. simpatica l'idea della rece in romanesco (che a noi romani non può fare che piacere) :D
    poi si parla di uno dei Verdone migliori, complimenti al Gobbo e a roby!

    RispondiElimina
  21. Ah,ah,ah, i miei ossequi ar Gobbo. Impareggiabile. A me fanno impazzire tutti i trucidi all'inizio, mmazza che mise che c'hanno! Me fà scompisià. Pozzetto e Verdone hanno fatto un round insieme, il celebre "7 chili in 7 giorni" del fratello de Carlo, Luca me pare.

    RispondiElimina
  22. Una curiosità veloce veloce. Mi chiedevo se Robydick (che lo vedo ferrato sull'argomento) sapesse che moto guida Verdone. Me lo sono sempre chiesto. Ah e complimenti ai recensori!

    RispondiElimina
  23. grazie belu'! er gobbo te salutant con affetto :)

    RispondiElimina
  24. carciofo, l'ho nominata nella rece, ma col dialetto... è la mitica Yamaha Fz 750 Genesis. qua un link: http://motostorie.blogspot.com/2010/01/yamaha-fz-750.html mitica davvero, la provai ai tempi, avevo 20 anni, prendeva giri in modo pauroso per l'epoca. ho fatto i 200 in una via del mio paese ihih! e senza casco, ovvio...
    ora sono molto più tranquillo e ho una yamaha superténéré 750 che con la Genesis condivide le 5 valvole per cilindro, tecnica sofisticate che poi la casa dei 3 diapason abbandonò.

    ecco la scheda tecnica della 750 di Oscar, presa dal link:
    Motore - Engine 749 cc 4 tempi (stroke), 4 cilindri in linea
    Potenza (power) 106 hp
    Valvole (valvle) 5
    raffreddamento: a liquido (liquid-cooled)
    Alesaggio x corsa (Bore Stroke) 68 x 51.6 mm
    Rapporto di compressione (Compression Ratio) 11.2:1
    Alimentazione Mikuni BS34 36 mm, 4 carburatori (carburettor x 4)
    Iniezone TCI (Digital)
    Cambio (Transmission) 6 marce (6 speed)
    Trasmissione finale: a catena
    Lunghezza (Overall Length) 2,225 mm (87.6 in)
    Larghezza (Overall Width) 755 mm (29.7 in)
    Altezza(Overall Height) 1,165 mm (45.9 in)
    Altezza della sella (Seat Height) 790 mm (31.1 in)
    Luce a terra (Ground Clearance) 155 mm (6.1 in)
    Passo (Wheelbase) 1,490 mm (58.7 in)
    Peso a secco (Dry Weight) 210 kg (460 lb)
    Sospensione anteriore (Suspension Front) Telescopic, coil spring.
    Sospensione posteriore (Suspension Rear) Link-type, gas/oil damped.
    Freno anteriore (Brakes Front) doppio disco idraulico (Dual hydraulic disc)
    Freno posteriore (Brakes Rear) disco singolo
    Pneumatico anteriore (Tyres Front) 120/80-HR16
    Pneumatico posteriore (Tyres Rear) 130/80-HR18
    Serbatoio (Fuel Tank Capacity) 21 L
    Velocità massima (top speed) 233 Kmh

    p.s.: ora nessuno andrebbe in giro con quella gommettina al posteriore

    RispondiElimina
  25. ciao occhio! :)

    grazie einzige! eh, non è la prima de er gobbo, ce sto' a prende 'a mano ;-)

    RispondiElimina
  26. ... ma ce stanno puro quelli che je piace tanto de ride co Verdone e de pensà co Bergmanne, che voi fa. Poi ride e pensà insieme è er massimo no? Come Zio volevo dì che stavolta me sò proprio divertita, ma è mejo de no, che poi t'encazzi...:D
    Gran bella rece Gobbo e grande Verdone, "Troppo forte" è tra i suoi migliori, ma a me piace tutto, da "Un sacco bello" (prodotto da Sergio Leone) all'ultimo. Ma te la ricordi la sora Lella in "Bianco, rosso e verdone"?
    Unwise ha ragionissima, l'unico paragone con Milano che penso si possa fare è con il mitico Pozzetto degli anni '70 e, in parte, '80, diciamo fino al primo "Le comiche". Peccato che il suo talento lo abbia spesso svenduto in tanti film da dimenticare.
    Verdone però possiede anche una notevole capacità come regista che Pozzetto sicuramente non ha, pur avendo diretto qualche film. E' divertente, ironico, persino cinico, o malinconico e nevrotico, ma mai, cosa che apprezzo moltissimo, volgare, quasi un'eccezione nel panorama dell'attuale commedia italiana.
    E poi quanti personaggi ha creato che sono ormai un cult!
    Insomma, me piace assai assai.
    Gobbo stamme bene, te saluto!

    @ Roby: saluti anche a te e alla tua yamaha superténéré......

    RispondiElimina
  27. ma come? non l'avevi visto? :))))) troppo forte anche la recensione! mi ricorda Johnny Palomba ***

    RispondiElimina
  28. E pensa che casa de Oscar è pure vicino casa mia! Bellissimo sto film!!!

    RispondiElimina
  29. grazia, dice Er Gobbo che je piace molto il tuo commento sai? eh, ne arriveranno artri de verdo', "bianco rosso e verdone" è il mio preferito in assoluto, figuramose... :)
    cmq non è che s'encazza er gobbo co' zio, figuramose, amicone mio, se scherza... ma guarda che cor film suo e pure co' fantasm ha scritto cose da urlo, credime. fanno meno ride, ma so' toste.

    petro', non sapevo di johnny palomba, che scoperta me fai fa', grazie! onorato del paragone.

    rEn, che davero stai de casa vicino a Oscare? salutamelo alora... :D

    RispondiElimina
  30. @grazia: il buon Renato ha una scuderia di auto superlusso da mantenere (quelle che vedi di solito nei suoi film, tipo Lui è peggio di me), quindi per mantenerle fa un po' di tutto...anche perchè, con quello che ha fatto in passato (pure ruoli drammatici, di cui pochi si ricordano), non è che abbia più nulla da dimostrare. da qualche anno cmq, l'unica cosa carina che ha fatto è la pubblicità del panettone con Carlton Myers. anche il buon Verdone è decaduto parecchio cmq... o tempora!

    RispondiElimina
  31. @unwise: ho visto quasi tutto di Pozzetto, lui è comunque un mattatore. Se per film drammatici ti riferisci a "Oh Serafina" di Lattuada e a "Gran bollito" di Bolognini (tremendo! e poi è storia vera) li conosco bene e li apprezzo. Gli ultimi anni mi rattrista un po' vederlo sprecarsi così. Va be', sì so delle auto, ma quasi preferirei fosse per la pagnotta e magari pure per il companatico!
    Riguardo a Verdone, credo e spero abbia ancora cose da dire, al di là della partecipazione ai vari manuali amorosi di Veronesi (si dice sia il nuovo Monicelli??? mah!). No comment poi su DE NIRO, per conto mio era un sosia... , ma hai ragione, nemmeno lui ha più bisogno di dimostrare qualcosa dopotutto.

    RispondiElimina
  32. Ti sembrerà incredibile, ma è il primo film che ho visto al cinema che io ricordi (non contando i film al cinema parrocchiale... sì, incredibile, andavo al cinema parrocchiale).

    RispondiElimina
  33. alli, ce so annato pur'io a la parrocchia, a vvede' li filme, me sa che ce so' annati quasi tutti... regolare :)

    RispondiElimina
  34. L'ultimo film di Verdone appena passabile, dopo si è svenduto al regime a capo chino. Bella rece off course Roby, anche se la romanità milianesca der Gobbo e quella verdoniana sono antitetiche, di più, due mondi completamente differenti e alternativi.

    RispondiElimina
  35. grazie napoleone. capisco cosa intendi, sto leggendo giusto in questi giorni un libro di verdone curato da marco giusti, e hai ragione. però qua fa il coatto ed è pieno de coatti, per questo me sembrava che er gobbo ce stesse bene. altri film di verdone non li farei racconta' dar gobbo, certo. e sto a legge quel libro anche pe' preparamme ad usa' un romanesco brillante ma meno volgare, nun sarà facile

    RispondiElimina
  36. Che fine ha fatto Stella hall,Grazie in anticipo!

    RispondiElimina