mercoledì 9 novembre 2011

The Hounds

14
2011, Maurizio Del Piccolo, Roberto Del Piccolo.

Dico subito che questa produzione italo-inglese, con 2 fratelli italiani registi esordienti, ancora non ha avuto distribuzione in Italia, né nelle sale né in DVD. E' stato ed è visionabile in diversi festival di genere, come il TOHorror Film Fest in corso in questi giorni a Torino. La proiezione di "The Hounds" sarà giovedì 10 novembre, ore 18.00. Per chi può, andarlo a vedere non è tempo sprecato.
Con l'occasione v'informo che sabato 12 novembre saremo presenti al festival anche noi di questo blog, sia per visionare qualcosa che per presentare Malastrana. Andrea Lanza, il nostro Keoma, è anche membro della giuria per il concorso dei cortometraggi.

Il plot lo prendo proprio dal sito del festival, breve e senza spoiler come si conviene: "Quattro amici, durante una tranquilla serata al pub, decidono di trascorrere un weekend in campeggio nel bosco, come ai vecchi tempi. Nel mentre, il detective Mike indaga su strani traffici ad opera di una misteriosa organizzazione chiamata "The Hounds", che hanno luogo proprio in quei boschi. La gita dei quattro giovani si trasforma in un viaggio macabro e terrificante."

Letta così però può sembrare il più scontato dei film horror: presentazione dei protagonisti, posizionamento degli stessi con qualche pretesto nella location della mattanza, e via! C'è del vero in questo, perlomeno durante la visione, poi l'ottimo finale (veramente ottimo!) fa cambiare il giudizio. E' un film che considero, coi suoi registi ovviamente, una speranza dell'horror nostrano, quindi vorrei liquidare alla svelta i difetti per passare poi ai pregi.

Prima parte troppo poco intensa e un po' "sbadigliosa", poi da quando i tapini arriveranno nel bosco le cose miglioreranno. Il low budget ha inciso su attori, un po' scolastici e riprese, con quelle notturne o al buio poco contrastate. E la finirei qua, perché altri difetti in realtà risiedono nei pregi. (Ah!, dimenticavo: non si vede manco una tetta, e questo anche non contribuisce al punteggio, soprattutto per il pubblico maschile che stimola i neuroni col testosterone)

Come pregi abbiamo, dal punto di vista "tecnico", una o.s.t. originale che non è male per questo genere di produzioni. Più che buoni gli effetti sonori e visivi. Le riprese diurne decisamente migliori delle altre. Di valore assoluto gli effetti speciali che puntano al realismo. Se si perderà meno tempo in preamboli e si disporrà di qualche sghello in più, Maurizio e Roberto Del Piccolo ce ne faran vedere delle belle.

Ora, con un po' di presunzione, mi sento di dare un consiglio agli amici Del Piccolo, uno solo, da spettatore, per le prossime produzioni: lavorare di più sulla sceneggiatura. Mi spiego: il soggetto alla fine risulterà ottimo, però a fronte di una storia che poteva riempire ad uovo i 90' del film abbiamo una visione che per frequenza d'eventi appare come un mediometraggio allungato. Siamo in un pregio (soggetto) malamente disperso a causa di un difetto (sceneggiatura), e dispiace. Quando vedi il finale pensi subito: porcobboia, quant'altro si poteva fare! Andare subito al bosco e presentare i protagonisti con brevi colpi di flashback, approfondire la figura del detective che è molto interessante coi suoi traumi pregressi, alternare con maggior frequenza, e fornendo magari qualche altra informazione, le 2 storie parallele delle indagini e dei giovani nel bosco... non so, sono solo esempi di come, a mio parere, si poteva fare molto di più quasi allo stesso prezzo, con più tempo speso su sceneggiatura e montaggio, valore aggiunto di ogni film.

In ogni caso complimenti e in bocca al lupo. Il talento c'è e avanti così!
Da queste parti si tifa per voi e per tutto il Cinema Italiano, indipendente e non.
Penso che la rece uscita oggi, in contemporanea con quella bellissima di Belushi sul capolavoro di John Landis "Un lupo mannaro americano a Londra", sia un buon viatico e speriamo di buon auspicio.
Robydick
Per maggiori info su "The Hounds" ecco alcuni link:






















14 commenti:

  1. wow... pane per i miei denti...

    RispondiElimina
  2. L'ho trovato originale e particolare e un buon tentativo da parte dell'horror italiano di aggiornarsi! Concordo sulla lentezza iniziale: ci voleva qualcosina per spezzare quella mancanza di eventi. Per il resto il film è un crescendo e superato lo scoglio della mezz'ora si prosegue spediti verso il finale, abbastanza intuibile a dir la verità (o sono genio io, oppure non so xD). Comunque una buona prova ed ho la sensazione che i Del Piccolo sono già sulla buona strada per realizzare un futuro capolavoro ;)

    RispondiElimina
  3. Alan, ma tu SEI un genio, senza "o"! :D
    io ci ho messo un po', anche se quelle mutilazioni così precise erano un po' sospette... ;-)

    RispondiElimina
  4. Sì, infatti è stata proprio la precisione a mettere in moto il mio cervello xD sennò di solito le mie sinapsi sono sempre dormienti :D

    RispondiElimina
  5. mmmmmmmolto bene :) titolo scritto sul taccuino ;)(metaforicamente)

    RispondiElimina
  6. Ma buonasera a tutti i lettori e "commentatori"!
    Ringrazio Roberto per l'ottima recensione e rispondo sia a Roberto che Alan ( che ringrazio )dicendo che la precisione delle mutilazioni è stata scelta proprio per far nascere qualche sospetto e far scontrare i neuroni all'interno dei nostri crani! Per la mancanza di altra benzina per neuroni ( le tette e i culi ) è stata una scelta, ma chi lo sa ?,magari nel prossimo progetto, che già esiste ed è li in attesa, la nostra scelta sarà esattamente opposta ! ! ! Vi aspettiamo numerosi alla proiezione di domani al TOHorror!

    RispondiElimina
  7. ciao ernest!

    bravo Gus, segna... ;-)

    grazie Maurizio per l'intervento. in fatto di propaganda abbiamo preso il jolly oggi, la rece è stata selezionata anche da paperblog... bene! siamo in tanti a voler incoraggiare il nostro cinema

    RispondiElimina
  8. dimenticavo di dire che quel tuo "opposta" l'ho molto apprezzato, ahah! :D

    RispondiElimina
  9. concordo con te, Roby: buon film, solido e con diversi spunti interessanti, limiti del low budget permettendo.
    è lecito avere discrete aspettative sul futuro (e già mi sale la curiosità, visto il commento di Maurizio sopra)! :)

    RispondiElimina
  10. ciao Einzige. ho visto appena ora che l'hai recensito anche te... :)
    anzi. bene bene! :)

    RispondiElimina
  11. Per chi fosse interessato a guardare The Hounds, il film è ora in STREAMING al seguente indirizzo:
    http://www.thehounds-themovie.com/vedifilm.htm
    Fra non molto saranno disponibili i DVD.

    Grazie a tutti !!

    RispondiElimina