venerdì 11 novembre 2011

Il marito perfetto

4
2011, Lucas Pavetto.

Ancora una bella segnalazione di opere presentate al TOHorror Film Fest, come per il lungometraggio "The Hounds" dell'altro ieri. Il film di Lucas Pavetto, che se l'è scritto, diretto, editato, più varie ed eventuali, è però un mediometraggio di 38' ed è in concorso nella categoria Corti. Ci hanno messo del loro in questo bel prodotto anche Tommaso Luzi agli effetti speciali, Giuseppe Capozzolo alla o.s.t. e Alessandro Guerrieri alle riprese. Mi andava di nominarli tutti.

Horror da luogo isolato. Una villa dove si recano 2 giovani coniugi. Non hanno figli e scopriremo che c'erano andati vicino ad averli, poi lui propone "un giochino" erotico, lei incautamente accetta e si lascia ammanettare alla spalliera. A quel punto lui le chiede conto di un sospetto tradimento, e Parte un bel torture, genere che a me piace parecchio, questo poi è di quelli che tira fuori il misogino che è in te, t'immedesimi e cominci a fare il tifo - dai! dai! ancora! - solo che quella mantide che compare subliminale è sospetta - cazzo, ma la mantide, come la vedova nera, non è quella che... - e il sospetto si realizza, il misogino s'incazza, piange, mentre l'amica che è con lui a vedere la pellicola gode - ahah! te l'avevo detto che non quadrava! - maledetta, e vorresti intubarla pur di farla tacere, ma ancora non è finito il film, resta qualcosa da chiarire e a quel punto non ride più nessuno. Un finale in pareggio? Sicuramente uno di quelli in cui perdono tutti. Una storia che fa leva sui sogni reconditi più violenti che possono capitare in una coppia. Forse utilizzabile in campo coniugal-terapeutico? Può essere un'idea, o potrebbe dare idee ai coniugi per opere di "soluzione finale" del problema.

Colpisce la qualità complessiva, soprattutto delle riprese che han goduto di discreti mezzi, steadycam compresa (si vedano i frame sotto a riguardo). Molto buoni anche effetti, suoni e musiche. Decisamente un gran bel prodotto come dicevo, svago garantito per ogni horrorofilo che si rispetti, ambosessi. Insomma, anche Lucas è un giovane che merita spazio. Speriamo! Per ora il film è visibile ai festival specializzati. Vincitore al "Buffalo Screams"

Nota dolente: anche ne "Il marito perfetto", come in "The Hounds", c'è totale assenza di nudo ambosessi, e copule manco a parlarne. Ma dico, capisco fossimo nei primi del XX sec., ma siamo nel 2011! Ragazzi, "Eros e Thanatos" sono le 2 facce della stessa medaglia, quella che ci appuntiamo quando vogliamo eccitarci guardando qualcosa, bisogna farsene una ragione.

Ad ogni modo un gran Bravo a Lucas Pavetto, complimenti e avanti così.

Robydick














4 commenti: