venerdì 27 gennaio 2012

Not Of This Earth

8
1988, Jim Wynorsky.

Cosa c'è di meglio di un film nato per scommessa? Cioè Jim Wynorski scommette con Roger Corman che riuscirà a girare un film in dodici giorni, come fece ai tempi il maestro con il prototipo del 1957 con Beverly Garland ("Il Vampiro del Pianeta Rosso/Not of This Earth"). Morale della favola, Wynorski il film se lo gira in undici giorni e mezzo con un budget di 210.000 dollari. In più ci mette a starreggiare la divina ex-reginetta del porno Traci Lords, proprio lei, quella che per poco non fece implodere l'universo dell'Hard statunitense, perchè minorenne ai tempi del grande successo hardistico.

Wynorski è il mio preferito tra i registi "marginali" degli ultimi 20/30 anni. Uno che non si è mai nascosto dietro il paravento dell'autorialità a tutti i costi, un gran cazzaro con una passione spropositata per Russ Meyer e per Sam Peckinpah, uno che ha cominciato con e per Corman curando l'edizione americana de "L'Isola degli Uomini Pesce" (1979) di Sergio Martino, ribattezzato "Screamers" per l'occasione, con intro farlocco e trailer girato dallo stesso Wynorski , per poi passare direttamente alla realizzazione di lungometraggi in cui mostrare tette, sangue, combattimenti, omicidi e quant'altro richiesto dalla serie B di pura marca cormaniana. Insomma, uno che di cazzate se ne intende. Non fa eccezione questo"magnifico" parto interstellare con alieno/vampiro succhia sangue (il mitico, immarcescibilie Arthur Roberts, carriera sterminata tra "Agenzia Rockford", "Starsky&Hutch" financo "General Hospital" e i film di Wynorski, ancora attivo) che deve fare scorta di emoglobina per salvare il pianeta natale in estinzione(?); troverà sul suo cammino la arrapantissima infermierina Nadine Story, alias Nora Louise Kuzman alias Traci Elizabeth Lords alias Traci Lords, di bellezza incommensurabile, che ha ancora negli occhi quello sguardo duro, gelido, quasi incazzoso, che si vedeva pure nei porno, dove sembrava tutto fuorchè la pecorella smarrita e ingenua.

Girato tra due stanze e qualche location rubacchiata, con effetti speciali very cheap, voci fuori campo e quella sana cialtroneria che un film del genere automaticamente si porta dietro, "Not of This Earth" è puro junk-food cinematografico che gli appassionati e gli addetti ai lavori sapranno come prendere e, in qualche caso, anche amare, come il sottoscritto, che apprezza molto il lavoro di Wynorski, autore pure di "The Lost Empire" (1986) con Angela Aames, del mitico "Supermarket Horror/Chopping Mall" (1986) con Barbara Crampton e cameo di Dick Miller, e di altri, spericolati e assolutamente non richiesti seguiti che rispondono ai titolo di "Deathstalker 2", "Sorority House Massacre 2", financo un incredibile "Big Bad Mama 2" e quel "976 Evil 2", sequel del film di Robert Englund, che contiene una grande scena in cui "La Vita è Meravigliosa" di Capra si trasforma in "La Notte dei Morti Viventi" di Romero, unico, piacevole guizzo in una rottura di c...... senza pari, che riassume in pochi minuti l'essenza esploitativa di un regista che lavora solo per i soldi, legato ad una rappresentazione cartoonesca dell'horror e della violenza che colpisce (solo chi scrive, chiaro) più e meglio dei suoi colleghi Fred Olen Ray o Dave DeCoteau. Però, gran cazzaro e cialtrone rimane, tanto che il film, sopratutto all'inizio, è pieno di sequenze rubate dalla library della New World, da "Piranha" di Joe Dante fino ai cultuali "Il pianeta del Terrore/Galaxy of Terror" e "Monster-Humanoids From the Deep" e il celeberrimo "Hollywood Boulevard" (1976) di Dante e Allan Arkush.

Per il resto, bè, c'è Traci Lords, magnifica in divisa da infermiera, nell'ultimo ruolo in cui compare nuda o seminuda. Ancora bellissima, anzi di più, nel "Zach and Miri Make a Porno" (2008) di Kevin Smith. Per chi volesse approfondire, consiglio l'ottimo documentario "X-Rated Ambition: The Traci Lords Story" (2003) di Simon Kerslake. Nel ruolo della battona bionda a capo del trio che Roberts si porta a casa, c'è la Roxanne Kernohan di "Critters 2" mentre Rebecca Perle è doppiata nientedimeno che da Angel Tompkins, l'angelo biondo di "The Teacher" e "Little Cigars/La Gang dei Bassotti". Nel novembre del 2010 la Shout!Factory ha finalmente rilasciato un'ottima edizione in Dvd, Region 1, NTSC, New Anamorphic Widescreen Transfer 1.85:1, con commento audio del regista e pure la versione editata per il passaggio televisivo, collana Roger Corman's Cult Classic. Consigliatissimo, pure l'originale cormaniano, che dura poco più di un'ora. Vabbè, in dodici giorni che cazzo volevate?

Buona visione.
Belushi





















8 commenti:

  1. film che è un vero spasso! bravo Belushi! :D
    e poi cazzo, Traci Lord, ma cos'era...

    RispondiElimina
  2. Ahahah! Denghiuuu, Robbè. Diciamo che, tanto per restare in tema, la Lords era ed è una pheega (copyright di Harmonica) spaziale che mi provoca dolore fisico solo a guardarla. Bene, è in allestimento una rassagna sulla biondocrinita diavolessa dell'Ohio.

    RispondiElimina
  3. rassegna che sa' da fare...
    Belu', mi sa che ce li guardiamo solo io e te 'sti film, ahah! fa niente, vanno recensiti, è un atto doveroso e ti stai sacrificando per la cultura. se non i contemporanei sicuramente i posteri ti saranno riconoscenti!

    RispondiElimina
  4. Arthur Roberts era stato veramente grande in "Enter the Ninja"(Ninjia la furia umana)('83) di Sam Firstenberg con Sho Kosugi. E che TOPA era la Lords, fresca, come dici tu Belushi ma vino ar vino, al sol pensier la cappella sentir ingrossarsi e sollevar...

    RispondiElimina
  5. Arthur Roberts era stato veramente grande in "Enter the Ninja"(Ninjia la furia umana)('83) di Sam Firstenberg con Sho Kosugi. E che TOPA era la Lords, fresca, come dici tu Belushi ma vino ar vino, al sol pensier la cappella sentir ingrossarsi e sollevar...

    RispondiElimina
  6. Ahahaha! Ce sta er pienone in sala, Robbè! Mi sacrifico volentieri per i posteri e per Traci. Napoleone,condivido, condivido, specie con "Talk Dirty to Me 3" la versione hard di "Splash-Una Sirena a Manhattan! dell'oramai ex-roscio Ron Howard, con la Lords al posto di Daryl Hannah, mè cojoni! Bandito dagli U.S.A!

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. mi unisco anche io, per la tracy e per la pheega, rigorosamente phurry, però. ahahahah

    RispondiElimina