lunedì 23 gennaio 2012

Tre metri sopra il cielo

48
2004, Luca Lucini.

Non importa se la storia di Baby e Step non mi coinvolge, se sembra uscita dal peggiore Harmony, lui con giacca alla Marlon Brando ribelle violento ma dal cuore d'oro e lei, ragazzina tutto pepe, ma ancora vergine con il sogno del principe azzurro.

Come diceva Marco Masini, tanto per citare sottocultura bassa: “T'innamorerai di un bastardo che ti dirà bugie”. Beh a dire il vero Step bugie non le dice, ma ha, dietro quel sorriso sornione da cattivo ragazzo, un segreto che si porta nel cuore e che ha a vedere con la mamma. Eh sì i figli so piezz'e core, siamo in Italia d'altronde, e la mamma insieme alla lasagna è la cosa che non si può toccare, lo diceva Claudio Villa, Edoardo Bennato, le pistolettate di Mario Merola contro la faccia di gran cagnaccio di Gigi D'Alessio.

Baby e Step come Mirco e Licia si scontrano e s'incontrano per innamorarsi sotto la visione piagnucolante di uno stuolo di ragazzine che questa storia l'hanno letta o ascoltata e ora vogliono riviverla al cinema sospirando dietro gli occhi di ghiaccio di uno Scamarcio pre impegno sociale, pre Prima linea, pre Banda della Magliana, pre Turco frocio, pre tutto. E' tutto finto e precotto, le peggiori banalità dietro l'angolo, l'idea da piccolo borghese di un universo dove i ricchi sono buoni e i coattoni bestie, simpatiche ma sempre bestie. Alla fine anche Step è come quei ragazzi finto alternativi che incontravi all'università vestiti di stracci e poi ti dicevano “Io per questi pantaloni sporchi di vomito ho speso 500 cento mila lire”. E tu in tasca davvero non avevi neppure i soldi per il caffè.

Ma vogliamo parlare della regia? Il film di Luca Lucini è girato con le chiappe e mi immagino che nell'impartire ordini agli attori scoreggiasse al posto di parlare. Montaggio che sì, salva un po' capre e cavoli, ma dannazione i pestaggi, gli inseguimenti, le scene d'azione sono da mettersi le mani nei capelli. Sì perché come ogni buon spettacolo popolare che si rispetti non basta lo zingaro a petto nudo, ma ci vogliono duelli a bagnare le mutandine di donne affamate di avventure, e quindi via di scene con moto che dovrebbero ricordare Gioventù bruciata e sembrano invece una parodia di Ezio Greggio. In più uno si dice, ma prendi un'attrice americana e perché la fai doppiare da una scimmia senza dizione?

Di questo film esiste un remake spagnolo che, udite udite udite, fa sempre schifo, ma è girato benissimo. A sto punto se siete in vena di masochismi cinematografici puntate su quello. E aggiungo la protagonista Maria Valverde vale più di questa borghesotta romana. Sarà il sangue caliente spagnolo, sarà che è la Melissa P del brutto film, ma madonna vorresti metterla a pecorina fottendotene di Step, di Harmony e di tutte ste stronzate mocciane che avranno la loro miserabile catarsi in Amore 14, manifesto di una pedofilia accettata da tutti.

Potrei finire dicendo che Scamarcio/Step ritorna in Ho voglia di te, ma stavolta non mi fregano. Ho chiuso con 3msc e tutto sto stronzo linguaggio da sms con tvb, k al posto di c e una fastidiosa di radio a commentare le vicende patetiche di personaggi insapori.
Keoma













48 commenti:

  1. film modesto, melenso, stucchevole, costruito, non c'è nulla di sincero in questo film, l'amore viene descritto in modo banale, artificioso, non lascia nulla dentro.

    RispondiElimina
  2. Ego te absolvo, in nomine padrii, figlii, et spiriti sancti. Amen.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi pare sia "filii", ma non so una cippa di latino, ahah!

      Elimina
    2. Giusto Roby, forse pure "patris" e "spiritus"... ihih, la prof che è in me, come sai... nemmeno io ricordo più una cippa di latino e invece dovrei, ma fin qui ci arrivo! Per il povero Lucini si è riesumata l'ADE infine! Però qualche altra cosetta in passato io ce l'avrei messa con molto piacere e lo sai... :D

      Non centra niente, ma ieri gli angeli e oggi il cielo mi han fatto venire in mente "Il cielo sopra Berlino": chissà se c'è speranza di vederlo recensito in futuro??? Wenders latita su questo blog, mi pare.

      Elimina
    3. eh sì Grazia, qua l'Ade ci voleva. e sul passato chi ha avuto ha avuto, ahah! hai ragione per Wenders, è che non mi fa particolarmente impazzire, ma ne ho uno che m'incuriosisce molto. il cielo sopra berlino lo vidi ai tempi al cine, avevo tutt'altra età e competenza, e non mi fece proprio una gran impressione devo dire. dovrei riguardarlo...
      arriveranno però film per te, e molto presto, vedrai ;-)

      Elimina
  3. noooo, grande!
    immagino la faccia di robydick a vedere il nome 3msc sul suo blog ahahah

    non sapevo dell'esistenza del remake spagnolo, ma suona come una roba troppo trash perché possa perdermela!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando ho letto il titolo nella mail ho avuto un inizio d'herpes... ho chiesto conferma a keoma, poi m'ha detto che lo stroncava e allora va be'!!! :D

      Elimina
  4. Ho voglia te DEVE essere recensito! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. be' Frank, se bisogna affondare, come dice Schettino, facciamolo bene, ahah!

      Elimina
    2. se vedi tutto Ho voglia di te, ma tutto compresi tutti i titoli di coda scommetto che avrai una sorpresa ;)

      Elimina
    3. Frank... sola speranza di vederlo qua è in un sacrificio sull'ara di Keoma. e ho detto tutto! :D

      Elimina
    4. e allora niente sorpresa :D

      Elimina
    5. no aspetta dillo. Ho il film sul mio harddisk ma dopo i titoli di coda non c'è nulla!

      Elimina
    6. ti prego illuminami, ho l'orticaria allo scroto a sentir cantare Tiziano Ferro. Sii buono!

      Elimina
    7. vabbè dai mi auto-sputtano, così la facciamo finita.
      su quei famosi titoli ci sono pure io (con l'altro nome però, quello ormai infangato e che roby conosce).
      credo che ora mi toccherà darmi alla latitanza informatica e chiudere tutto :D

      ti capisco su tiziano ferro, però prova a immaginare otto ore con quella musica nelle orecchie e pensa alle sofferenze patite... dopo la sesta ora si arriva a dire "però dai, non è poi così male!"

      Elimina
    8. Mio Dio Frank ora non ti rimane altro che fare harakiri!

      Elimina
    9. ma ti dirò. Ho voglia di te non è manco il peggiore dei lavori

      Elimina
    10. Frank, adesso vai qua Yukoku (Patriottismo) - Rito d'Amore e di Morte, la leggi, e ti consento 2 cose in alternativa: o emuli il protagonista oppure guardi l'opera e poi fai un commento opportuno, considerala una punizione, ahah!

      Elimina
    11. ma non bastano le merdate che mi infliggo con costanza?
      devo emulare mishima? siete senza pietà!

      Elimina
  5. Io tutto ciò che è stato tirato fuori da qualcosa di uscito dalla penna di Moccia l'ho sempre evitato come la peste. A quanto pare ho anche fatto bene ^^

    RispondiElimina
  6. Non so se il mio povero cuore sopporterà Ho voglia di te... Finire 3msc sopra il cielo è stato già un sacrificio, rivederlo in versione figa spagnola comunque masochismo, ma mai dire mai. tra l'altro leggo che il 22 Giugno esce in Spagna Tengo ganas de ti che è appunto Ho voglia di te catalano con sempre la caliente Maria Valverde. Magari se Roby mi paga il biglietto per Madrid vado a vederlo ahahhaha Comunque amore 14 è oltre questo...

    RispondiElimina
  7. Per chi non avesse visto il film segnalo che il primo frame è l'incredibile scena dove la sorella di Baby le chiede tutta truccata come un mignottone "quanti anni ho?" e lei "15". Allora sta scemetta fa il broncio esclamando "Ma ho 15 anni!" e Baby togliendole un po' di trucco la rassicura "Ora hai 15 anni e mezzo". Non l'avesse detto! La sorella fa un saltone urlando "Si allora stasera lui mi bacerà!!!" con un viso a metà tra ho voglia di cazzo e uccidimi di randellate.

    RispondiElimina
  8. keoma, che dialogo sublime... come ho fatto a starne senza sino ad oggi? tranquillo, biglietto per madrid ma solo su "costa naufraghiere" se vuoi, ahah!

    RispondiElimina
  9. ossignore! povero Rob! diciamolo che sto film Moccia l'ha fatto solo per farsi delle sonanti seghe a casa! ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per la solidarietà Lorant! ahah! :)
      ci tengo a dire con l'occasione che io non l'ho guardata 'sta monnezza eh! ci tengo alla salute mentale e soprattutto odio perdere tempo...

      Elimina
  10. Penultimo frame.
    Step: "Scendi sono incazzato"
    Baby: "Io non sono tua mamma lo vuoi capireeeeeeeeeeeeee".
    La e allungata è tipica delle attrici cagne.

    RispondiElimina
  11. Povero Buana aggiungo, non si meritava di mostrare i suoi genitali per questo.

    RispondiElimina
  12. Stiamo così correndo il rischio di affondare anche noi, sì, ma nel solito "fanzinarismo" che impera da queste parti elettroniche, ahimè...E non è una bella cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fanzinarismo saraebbe recensire un film senza un minimo giudizio critico. Per me si potrebbe pure recensire vacanze di Natale a Cortina se lo si fa con professionalità. Troppo facile alla fine dire fa schifo solo per sentito dire.

      Elimina
    2. vacanze a Cortina??????
      NOOOOOOOO!!!!
      non entro nel merito della fanzine, 'mporta 'na sega, ma i cinepanettoni cazzo... NO! :)

      Elimina
  13. nclpss fre a vdre qsto film...
    Scusate mi sono fatto prendere dal momento gggggiovane!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ernest, sei entrato (o scaduto) nel clima del film, bravo, ahah!

      Elimina
  14. Sì capisco quel che vuoi dire Keoma, ma che "professionalità" c'è da riporre, nel "dover" recensire film del genere...? Per me, basta seguire l'esempio di Goffredo Fofi, che mi pare proprio in quanto a "professionalità" da oltre quarant'anni avrebbe potuto insegnare a chiunque.
    così egli recensì nel lontano 1992 "Così fan tutte" di Tinto Brass con la Koll :- "Non è vero". Due fulminanti parole, e quanto basta, in casi del genere. E "Ricky e Barabba" con Pozzetto e Christian De Sica ancora prima:- "Cacca e Merda".
    Così, dovrebbe essere.

    RispondiElimina
  15. Capisco e c'è del genio, ma in fondo mi stimola recensire merda bassa anche perchè alla fine trovi sempre un "lepre" fulciano anche nell'infimo più atroce.

    RispondiElimina
  16. adesso voglio pure "scusa ma ti voglio chiav...ehm sposare" o comm'cazz' se chiama...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nn provocarmi, li ho visti tutti e due :)

      Elimina
    2. ahah! chiav... abbondanti in arrivo settimana prossima!

      Elimina
  17. urrore, cosa devo vedere mai... io al tempo feci l'errore di leggere il 'libro', il film ho voluto risparmiarmelo XP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giacome', non lo consigliamo mica eh! è un "attenti al pericolo", ahah!

      Elimina
  18. Pensavo che aveste deciso di dedicare una rubrica del blog al film brutto e già sognavo una recensione di Alex l'ariete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah! no no Nicky, abbiamo documentato un orrore di film, ma niente rubrica :)

      Elimina