sabato 9 aprile 2011

Hobo with a Shotgun

17
2011, Jason Eisener.

E' il secondo "prodotto derivato" di Grindhouse, noto per aver lanciato 2 film ancora da realizzare con altrettanti fake trailer. Il primo ad uscire è stato "Machete", appena recensito e in uscita proprio in questi giorni in Italia, mentre il secondo è appunto questo.

Trama semplicissima: negli Stati Uniti, in un futuro più o meno attuale, una città è completamente in mano a Drake, un pazzo che detiene un monopolio dei media con trasmissioni che sono tipo dei reality dove la gente viene senza patemi torturata e ammazzata. Questo avviene sia "in studio" che per le strade. Il suo potere abbraccia tutto però e anche la polizia è in mano sua. Regola numero 1: fare paura, a tutti. Vittime principali: gli homeless, trattati come carne da macello.
Tra questi vagabondi (aka "hobo") se ne risveglia uno (Rutger Hauer) che decide di ribellarsi, stanco di subire e veder subire ogni genere di angherie. Sarà un inizio casuale, durante una rapina in un negozio dove si trovava, e da lì in poi sarà una escalation. Guerra dichiarata ormai, tra Hobo e Drake.

Spettacolo splatter grandioso! Dopo una mezzora interlocutoria e propedeutica ci sarà un'ora senza pace, modernissima nelle modalità di ripresa e con un gusto volutamente retrò (anni 70-80) nei colori e nelle musiche elettroniche. Difetti: in termini patatosi butta malissimo, gnocca quasi a zero. Pregi: ci sono delle violenze gratuite degne dei Frigidaire e i Freezer degli anni '80, chi ha letto almeno un numero di quelle riviste sa cosa intendo.

Facciamo parlare i numerosi frame.

A caratteri cubitali: TECHNICOLOR. Non male, nel 2011 è attualissimo, e trovare ancora chi ama sbizzarrirsi con i vecchi e sani sistemi della fotografia è una piacevole notizia. I colori di questo film sono egregi e originali. Pensare che ha avuto un budget di 3mln di dollari, un'inezia per gli americani.

Più chiaro di così! La città della feccia, dove finisce la ferrovia ed inizia l'inferno.

Show in mezzo alla strada, un ribelle che cercava la fuga da Drake. Momento commovente...

... e la commozione prosegue con la soubrette che si fa una insana doccia.

Il povero ed ingenuo Hobo pensava male. Si vede il coltello con cui incideranno SCUM sul suo petto. C'è uno stoicismo in questo film sconcertante. E' vero che urlano e si lamentano, ma mai in modo proporzionale alle violenze che si vedranno.

Hobo comincia e diventa un'eroe. Inizialmente la stampa lo acclama, poi con un intervento di Drake riusciranno addirittura a trasformarlo nel pericolo pubblico principale. Potere dei media.

Questa scena poteva essere migliore decisamente. Non si poteva metterle nude e stuprarle? Peccato, ce lo fanno intendere, più o meno, ma non ci fanno vedere niente.

Hobo va in giro e sa dove colpire. Nella prima mezzora che dicevo accumula situazioni e personaggi che poi andrà a trovare, stavolta col bel fucile a pompa che ha in mano.


E suoneranno "Disco Inferno" in sottofondo... sono i 2 figli di Drake, quello col lanciafiamme è il prediletto. Un massacro terribile e gratuito in uno scuola-bus a fini esclusivamente propagandistici.


Povera Abby, lei è la sola amica di Hobo. Da quel che vediamo nel frame sotto è stata poi abbastanza vendicata.


Davanti alle culle degli infanti un bel discorso di pessimismo cosmico: non avete speranze di vivere umanamente.

Quelli de "La Peste". Si veda sotto cosa succede dove passano loro.


Super-Cult ovviamente e sì, devo dire che questo rispetto a "Machete" è un filo superiore come film, certamente meno convenzionale, ma è stata una grande accoppiata!

Un caro ringraziamento all'amico francescomain che m'ha dato una dritta importante per poter vedere questo film.

17 commenti:

  1. ....Sì "Hobo with a shotgun" è superiore a "Machete" ti ringrazio che me ne hai reso atto, però ho voluto rivedere "Machete", anche in luce del tuo e degli altri giudizi, e devo dire che mi devo ricredere. Sarà anche che l'avevo visto male, in una copia TScreener che si vedeva e sentiva pessimamente e solo in inglese, ma devo dire che almeno fino agli ultimi 20' un pò troppo accumulativi e caciaroni, è notevole, sarà che quando l'ho visto la prima volta non ero nella predisposizione mentale e morale migliore -ma quella non c'è comunque più, mai- ma non m'aveva fatto lo stesso effetto positivo che mi ha fatto ieri. Incredibile ma anche bellissimo a vedersi, recitare nelle stesse scene un mito per me dei più grandi come Don Johnson/Sonny Crockett di "Miami Vice", e Robert De Niro...
    Certo, se ci pensi...Appena un anno prima Don Johnson doveva alimentarmente "lavorare" con Eva Henger e il marito-produttore sedicente-vero personaggio equivoco Massimo Coccioletti nell'orrido "Bastardi", e sempre prodotto da lui, persino con Jerry Calà in "Torno a vivere da solo", mentre De Niro appena un anno dopo aver girato "Machete" si sarebbe trovato per avidità, nient'altro che per avidità, a condividere le stesse inquadrature nientemeno che con Carlo Verdone in "Manuale d'amore 3"...
    C'è da avere le vertigini su un tale altissimo cumolo di spazzatura...

    RispondiElimina
  2. eh, caro napoleone, gli screener han giocato brutti scherzi anche a me, tutta la mia comprensione.

    riguardo alle vertigini che giustamente citi (quella sì che è una roba "horror"!), che dire di Rutger Hauer che ha fatto barbarossa "di pontida" 2 anni fa? mha... di attori che hanno fatto solo ed esclusivamente Grande Cinema non ce n'è molti, penso a Volonté ma non a caso è una leggenda.

    RispondiElimina
  3. lo vedrò presto, d'altronde un grindhouse movie è sempre qualcosa di imperdibile!

    RispondiElimina
  4. ..."Hobo with a shotgun" è una citazione e un grande omaggio dall'inizio alla fine di "Exterminator"(The Exterminator)(Usa'80)di James Glickenhaus, con Robert "Dominator" Ginty...Disponibile dal 1999 anche in edizione Director's Cut nello Splendido dvd Anchor Bay R1...Film d'exploitation di rara grandezza e spessore, come diceva uno di Luino negli anni'80, se lo vedi Roby ti manderà in Sollucchero.

    RispondiElimina
  5. l'ho visto giusto ieri, spettacolare! secondo me, anche se derivato dai grindhouse, è un prodotto totalmente diverso da machete. omaggia un cinema di una decade differente, fine anni '80. mi sono venuti in mente, di primo acchitto, i colori di Deliria oppure il biker di Nightmare Beach, così come film della Troma tipo Surf-Nazi.
    non so se hai notato anche l'omaggio al famoso J&B, presente in praticamente tutto il cinema Bis italiano, solo che qui hanno invertito le lettere B&J!

    RispondiElimina
  6. WOW thanks mille per la citazione... mi sono emozionato davvero!!!!! se hai bisogno di qualche dritta per i sub, sempre e comunque chiedi... grazie roby

    RispondiElimina
  7. ciao marco, imperdibile sì.

    sono già in sollucchero napoleone... cerco! :D

    frank, d'accordo su tutto ma non ti seguo su J&B... 'zzo vuol dire? ahah!

    eh francesco, ma grazie a te, scherzi? approfitterò della disponibilità sicuramente :)

    RispondiElimina
  8. eeehhh ma che è tutto 'sto scannamento, teste mozze, sangue manco fossimo alla sagra del roventino di maialo, cignali triturati, e che è.
    poi facile eh, con un fucilo. volevo vedere se aveva in mano un'accetta, sai che divertimento, sdrang, swish, sbang, altro che fucilo.
    oh pabbacco, son quasi le setto di sera? minchia devo usciro a comprare il pane, magari mi porto dietro il fucilo.....

    RispondiElimina
  9. se noti, in tutti i film del bis italiano (poliziotteschi, commedie sexy, horror ecc.) c'è sempre il J&B (il whisky). in hobo hanno reso omaggio mettendo in evidenza un whisky che si chiama B&J (non è casuale anche perché etichetta e bottiglia sono identici)... era solo una piccola chicca!

    RispondiElimina
  10. questo era parecchio indeciso se vederlo o no, ma quella carrellata di frame che hai messo mi ha decisamento convinto :)

    RispondiElimina
  11. harmo, ahah!, vacci piano col fucilo :D

    frank, grazie mille, non sapevo quella cosa del bis... grande Hobo allora! quella è una dritta di tarantolato, ci giurerei ;-)

    einzige, qua con le citazioni in greco però ti voglio proprio vedere, ahah! ciao :)

    RispondiElimina
  12. ...E l'acqua Pejo, il Fernet Branca, il Cynar, il Vov ecc., ecc.,

    RispondiElimina
  13. Un film fin troppo crudo e violento, passo ad altre visioni.

    RispondiElimina
  14. roby io mi devo fare una serata in cui guardo i due di grindhouse, machete e questo qua.

    poi esco per strada e faccio il pazzo furioso per tredici giorni.

    RispondiElimina
  15. dr. nick prenditela con i giovani...Non gli ho mai sopportati, sempre detestati ("Greenberg", o.cit.). Anche a 8 anni, me ne sentivo e dimostravo più di 30. Prenditela con loro, in quei 13 giorni.

    RispondiElimina
  16. ahah! nick, ci aggiungi un po' di alcol e droga in sane dosi e c'è il rischio che lo fai sul serio :)

    napoleone, ma nick E' un giovane. che fa, si suicida? :D

    RispondiElimina
  17. non ci sarà pietà per nessuno napoleone. farò spettacoli di violenza gratuita a pagamento ogni giorno alle 14, alle 16, alle 18 e solo per i 18+ alle 21 e alle 23.

    RispondiElimina