mercoledì 4 aprile 2012

Vice Squad (aka: Police Station) - Turno di Notte

11
1982, Gary A. Sherman.

Volete mettere il titolo della distribuzione italiana con il pur efficace "VICE SQUAD"? Niente da fare, nun se batte. E non si batte neanche il film, che é uno tra i piu' brutali e sincopati polizieschi made in Usa realizzati negli anni ottanta.

Merito del regista Gary A. Sherman, uno abituato a girare horror ("Non prendete quel metrò/Raw Meat" [1973] con Donald Pleasence e "Morti e sepolti/Dead and Buried" [1981] bellissimo, ma che ve lo dico a fare) che possiede la mano giusta per affrontare il genere noir/poliziesco senza indugi o timidezze da scolaretto. Anzi. Il grande Wings Hauser farà passare una notte tragica al povero poliziotto Gary Swanson ma soprattutto alla sfortunata prostituta Princess ( Season Hubley, ex-moglie di Kurt Russell, quella che viene trascinata nelle fogne in "1997 Fuga da New York").

Sherman dispensa a piene mani dosi di violenza e sadismo e va oltre gli steccati del "genere" scatenando un sublime villain psicopatico come il Ramrod di Hauser (carriera sterminata tra cinema e televisione, protagonista pure di un misconosciuto cult come "Mutant/Nigth Shadow" [1984] di Mark Rosnan che fu sostituito dal mitico John "Bud" Cardos), talmente cattivo, spietato e indistruttibile da far credere allo spettatore di essere stato scagliato in uno slasher violentissimo. Guardatelo quando colpito, investito, sparato ancora non muore. Splendida fotografia notturna di John Alcott e atmosfera fumosa e malsana, di quelle possibili solo negli anni ottanta. Bellissimo, cultissimo, questo "Vice Squad" è merce rara per l'appassionato e amante di polizieschi americani , quelli veri, duri e puri. Da vedere e toccare con mano. Una grande firma Sherman, dopo arriveranno "Wanted-Vivi o Morto" (1986) con Rutger Hauer e Gene Simmons e lo sfortunato "Poltergeist III" (1988). Dvd della benemerita Starz/Anchor Bay del febbraio 2006 NTSC Region 1, 1.85:1. Consigliatissimo. Diverse scene della pellicola sono state editate nell'antologico "Terror in the Aisles" (1984) di Andrew J. Kuehn.

Buona visione.

Belushi


11 commenti:

  1. Belushi. Grazie per aver tirato fuori di nuovo questo grande misconosciuto film poliziesco e notturno degli anni '80. Ho la rara vhs Domovideo da nolo, e lo splendido dvd Special Edition R1 della Anchor Bay, credo fuori catalogo.Grazie, è uno splendido film, dal grande senso spaziale e dell'azione oltre che dell'atmosfera, di un artigiano veramente dotato dei generi, oggi scomparso. Gary Sherman di "Wanted. Vivo o morto"('87)con Rutger Hauer. E soprattutto e ovviamente, di uno dei migliori film "zombeschi" di sempre, l'incursione di "Morti e Sepolti"(Dead and Buried)('81), con il recentemente dipartito James Farentino. Grazie Belushi. Questo film meriterebbe almeno una trentina di post.

    RispondiElimina
  2. Wings Hauser è grande sempre, e protagonista del cultuale e ovviamente misconosciuto (il bello è che poi questi film uscivano pure al cinema, nell'Italia degli anni '80, e poi a nolo) "Forza bruta"(Raw Force)('83)di Paul Aaron.Con un cattivo d'eccezione che tu già ricorderai:Paul Shenar.L'indimenticabile, terribile, Alejandro Sosa di "Scarface"di De Palma.A proposito, vorrei vedere con Hauser "The Carpenter"('88)ma non si trova, a meno che di non arrischiarsi ad acquistarlo nel dvd R1 della collana Katarina's Nightmare Theater, la cultrice Grindhouse più topa che ci sia,della Scorpion Entertainment.Ho comprato della collana "The Pyx"(Una squillo scomoda per L'Ispettore Newman)(Canada'73)di Harvey Hart, con Karen Black e Christopher Plummer.Il titolo italiano non c'entra -quasi- un cazzo. Lo conosci, ovviamente.

    RispondiElimina
  3. Vai Arwen! Se nun lo trovi fà un fischio, come ho già detto a Roby, ce l'ho ma solo in lingua originale, per ora. E vabbè.

    Thank youuu, Napoleone, che titoli! "The Carpenter" te lo mando subito, dovrei averlo da qualche parte. Ho ritrovato "The Zero Boys" di Nico Mastorakis, visione lontanissima, non so che effetto mi farà riguardalo, mah.

    RispondiElimina
  4. Non ho mai conosciuto qualcuno come te Belushi. Che certi film impossibili non solo gli possiede. Ma te li trova pure. E senno' te li scova. E se te lo dico io, dopo anni e anni di esperienza di film che mancano perche' veramente "esotericamente" introvabili, ci puoi credere.

    RispondiElimina
  5. Grazie, Napoleone. In questi tempi così amari, apprezzo molto quello che dici. Come disse una mia ex, gran stronza sarcastica, "per l'alcol e le droghe, ci sono associazioni che ti aiutano a smettere, ma questa cosa del cinema, è incurabile". Naturalmente la mandai affanculo. Un grande saluto e grazie!

    RispondiElimina
  6. Anche a me è successa la stessa cosa, più di una volta.

    RispondiElimina
  7. Grazie per la segnalazione, in effetti il film offre un crudo e raro risveglio realistico che manda a casa tanti polizieschi ben più celebrati in nome di Hollywood. Se è scorretto, è per dovere di cronaca.. lasciamo le idealizzazioni ad altri, agli imbonitori: questo è cinema ma anche, più o meno, la realtà.

    RispondiElimina
  8. Grazie a te per l'intervento, Kamer. A presto su questi schermi!

    RispondiElimina