venerdì 16 giugno 2006

Fantasma d'amore

1

1981, Dino Risi.

"...finché io sarò vivo lei sara viva, capisce?, perché l'amore è la vita eterna, è la vita e la morte, già, solo che nessuno mi vuole credere quando dico queste verità semplicissime.
anche qui, queste brave persone studiose che ci guidano, i professori, loro mi ascoltano, scrivono anche ma... ma, io mi accorgo benissimo che non mi credono... loro... scusi, ma adesso devo andare... mi chiamano"


E' con queste parole di Nino che parla ad un interlocutore occasionale, ispirate dal suo amore Anna, che termina il film. Guardando tutta la storia, appassionandosene, suonano struggenti, commoventi, passionali, ma anche sagge. Le ho volute immortalare.

Nino è un medio-alto borghese di Pavia, splendida città per la storia, d'autunno, con la pioggia, la nebbia... Ha una vita "sistemata", con un amore giovanile che però non vide la conclusione che meritava ed ora è sposato, come dire, "normalmente". Ma l'Amore si chiama Anna, e improvvisamente ricompare nella sua vita, in un modo però strano, indefinibile. Solo lui la vede, ci parla. Solo lui.
Quell'Amore lasciò alcune cose in sospeso, che andavano chiarite, sistemate, ed Anna è ricomparsa per questo. Ci sarà anche uno strano delitto da risolvere, un vero grattacapo per gli inquirenti.

Marcello Mastroianni e Romy Schneider sono gli splendidi (anche fisicamente, diciamolo pure, nei rispettivi sessi 2 perle rare) protagonisti di questo film che merita solo un aggettivo: capolavoro assoluto.
E' tutto perfetto in questo film. I 2 attori citati, il grande regista Dino Risi, il romanzo di Mino Milani da cui è tratto il film, le musiche di Riz Ortolani, il clarinetto di Benny Goodman, la fotografia di Tonino Delli Colli...

Mi limito a dire: il più bel film d'amore che ho mai visto.

1 commento:

  1. concordo pienamente, mi auguro che esca il dvd prossimamente. Federico

    RispondiElimina