domenica 15 agosto 2010

Gattaca

5
1997, Andrew Niccol.

Avevo 2 stimoli principali per guardare questo film: la colonna sonora di Nyman che possiedo e apprezzo da tempo; l'intricata trama tutta dna ed eugenetica che m'intrigava e che lascio scoprire.

Entrambe le aspettative confermate, per il resto devo dire che l'ho retto fino alla fine con molta fatica ed una noia abbruttente m'ha invaso, lo salvo dall'Ade solo per i 2 pregi citati ed anche per la mia adorata Uma Thurman, attrice che m'attizza neuroni ed ormoni in egual misura.

Altro punto a favore un'ambientazione minimalista del futuro che mi piace in generale. Peccato davvero che il giallo-noir legato agli scambi d'identità e ad un omicidio siano stati sviluppati con lentezza esasperante e scarsa tensione.

5 commenti:

  1. concordo! altro film visto per la colonna sonora! :)

    RispondiElimina
  2. Amo da sempre questo film. Oltre alla splendida colonna sonora di Nyman (una sicurezza) il mix di sci-fi naif e giallo mi ha incantato. Film troppo sottovalutato.

    RispondiElimina
  3. ciao Ganz, benvenuto. :)
    effettivamente gli ingredienti per fare qualcosa di ottimo c'erano tutti. manca il ritmo.

    RispondiElimina
  4. ma noooo
    io adoro questo film, uno dei migliori di fantascienza che mi sia mai capitato di vedere. è vero, è lento. però è questo il suo bello

    (magnifica la colonna sonora)

    RispondiElimina
  5. non sono contrario ai film lenti, anzi, ne ho visti alcuni... ma qua la trama richiedeva di meglio, parere personale ;-)

    RispondiElimina