martedì 20 dicembre 2011

Rocky II

9


(Robydick)
Mi permetto una piccola incursione nella monumentale rece di Napoleone. Questo film mi ha impressionato! L'ho messo nell'Olimpo e lo riguarderò ad ogni occasione. Avevo ricordi sbagliati che avevano creato preconcetti. Ho visto il film e poi quasi ero dispiaciuto che la rece non l'avrei scritta io, e ad ogni modo per i lettori è meglio così. E' tutto scritto magistralmente sotto, mi ci ritrovo punto per punto, e consiglio di prendersi qualche minuto se serve, è lunghissima ma ne vale la pena. Questo: un invito a leggere e poi a riguardarsi il film (dubito ci sia qualcuno che non l'abbia mai visto).


(Napoleone)

Intervistatore/Earl Montgomery:-“Hai precedenti penali?”
Rocky Balboa/Sylvester Stallone :- “Circa nessuno di cui potermi vantare.”

Rocky Balboa :- “E 'Apollo.”
Mickey Goldmill/Burgess Meredith :- “Chi ti aspettavi?”
Rocky Balboa :- “Speravo che non sarebbe venuto.”

Tony Gazzo/Joe “Maniac” Spinell :- “Come non stai per investire nei condomini? E' sicuro.”
Rocky Balboa :- “Condomini?”
Tony Gazzo :- “Sì, condomini.”
Rocky Balboa :- “Non ci avevo proprio ancora pensato, 'ehm.”

[Duke ad Apollo, circa un rematch con Rocky]
Duke/Tony Burton :- “E 'tutto sbagliato per noi, Apollo. Ho visto quel tipo che si è fatto picchiare come non ho mai visto nessuno farsi picchiare prima, e continuava comunque a venire verso di te. Ora non abbiamo bisogno di nessun uomo così nella nostra vita.”

[Mickey ha ordinato a Rocky di inseguire una gallina come parte del suo allenamento]
Rocky Balboa :- “Mi sento come un idiota al Kentucky Fried.”

[Durante lla rimessa in forma di Rocky]
Mickey :- “Dovrai mangiare saette e cacare tempeste.”

Rocky Balboa :. “Ho soltanto una cosa da dire ... a mia moglie che è a casa: Io, Adriana! Ce l'ho fatta!”

[Rocky, completamente stanco, esausto, e in lacrime di felicità, fa un discorso della vittoria a tutto il mondo]
Rocky Balboa :- Mi scusi. Non posso credere che tutto questo è successo. Non posso. E voglio solo dire grazie ad Apollo per avere accettato di combattere di me. Apollo. Voglio ringraziare Mickey, per avermi allenato.”
Fan dall'Arena: “Ti amìamo, Rocky!”
Rocky Balboa :- “Sì, e io amo troppo voi. Ho anche da ringraziare Dio. Fatta eccezione per quando è nato mio figlio, questa è la notte più grande nella storia della mia vita. Voglio solo dire una cosa a mia moglie che è a casa: IO, ADRIAN! Ce l'ho fatta!”
Adrian/Talia Shire :- [piange di felicità] “Ti amo. Io ti amo.”

[Un esausto Rocky carica un montante diretto, ma Apollo lo schiva, entrambi si colpiscono e cadono sul ring]
Adrian:- [scioccata] “Oh!”
Arbitro/Lou Filippo :- “Uno! Due!”
Bill Baldwin/Sè stesso :- “Se si rialza, Creed sarà ancora campione dei massimi! Se nessuno dei due si rialzerà, è un pareggio e credo che Creed vincerà il titolo automaticamente! Il conteggio ... “
Arbitro -: “Quattro ...”
Duke :- [Gridando ad Apollo] “Alzati, Apollo alzati!”
Mickey :- “Alzati!”
Adrian :- [sussurra] “Alzati.”
Arbitro :- [Nello stadio cresce l'urlo della folla ] “Sei! Sette!”
Paulie/Burt Young :- [Urla] “Alzati!”
Arbitro :- “Otto!”
Mary Anne Creed/Sylvia Meals :- “IN PIEDI!”
Arbitro :- “Nove ...”
[Infine, ammettendo che Rocky merita il titolo, Apollo crolla, Mary Anne gemita]
Arbitro :- [Rocky all'ultimo secondo si alza] “DIECI! Apollo hai perso!”
[Paulie e Adrian urlano dalla felicità; Mickey urla]
Bill Baldwin :- “Ce l'ha fatta all'ultimo secondo! Rocky Balboa ha stupito il mondo! Egli è il nuovo campione mondiale dei pesi massimi!

Mickey :- “Questo Apollo non vuole solo vincere, lo sai. Vuole seppellirti, vuole umiliarti, vuole dimostrare al mondo intero che la prima volta non era stata altra che un qualche tipo di evento eccezionalmente fortunato, vuole dimostrarlo a tutti, là fuori.”

Mickey :- “Senti, Rocky. Sono le tre del mattino. Sono andato fino a casa tua e lì mi hanno detto che eri qui. Sono le 3:00, ragazzo. Tu sai che Adrian, lei è una brava ragazza. Mi, sai mi dispiace per entrambi sì. Non c'è nulla che io possa fare. Tranne, eh, voglio dire una volta e poi, ehm, io non voglio doverlo tornare a dire di nuovo. Ma tu Rocky, hai un altro incontro. Questo è il secondo incontro. E, ehm, non so se è il titolo più importante del mondo, e tu sarai lì in grado di scambiare i pugni con, con l'avversario più pericoloso al mondo. E nel caso, sai che il tuo cervello non sta lavorando così bene. Tutto questo sarà molto presto e tu non sei pronto. Sai che non sei nemmeno vicino a essere in forma. Allora io dico, per amor di Dio, perché non ti alzi in piedi e ti metti in condizione di poter combattere duramente con questo tipo? Come hai fatto la prima volta , che è stata bellissima! Ma non sarò io a stabilire questo! Come, ehm, non so, come una specie di bastardo o qualcosa del genere. Non voglio essere io la causa di tutto, ma nemmeno permettere che tutto quello che hai costruito tu lo lasci andare in pezzi! Proprio così! Questo Apollo non vuole solo vincere, lo sai. Vuole seppellirti, vuole umiliarti, vuole dimostrare al mondo intero che la prima volta non era stata altra che un qualche tipo di evento eccezionalmente fortunato, vuole dimostrarlo a tutti, là fuori. Ha detto che sei un buffone che è stato fortunato una volta! Bene, ora io non voglio arrabbiarmi in un luogo biblico come questo, ma penso che tu sia un combattente infernale ben più di quell' Apollo! Un inferno di cazzotti! Ma ora aspetta un attimo, se tu adesso vuoi mandare tutto all'aria, far saltare in aria questa cosa, se la vuoi buttare all' aria, io dannazione allora sarò lì a mandarla in aria con te. Se si deverimanere qui, resterò con te. Rimango con te. Resterò a pregare. Che cosa ho da perdere?
Adrian :- “C'è una cosa che voglio che tu faccia per me.”
Rocky Balboa :- “Cos'è?”
Adrian:- “Vinci ...”
Adrian :- “Vincerai!”

Mickey :- “Perché devi indossare quella tuta così schifosa'?
Rocky Balboa :- “Mi porta fortuna, non lo sai?”
Mickey :- “Ti porta fortuna! Ti dirò io ciò che ti porta, porta le mosche! Ora qui è quello che voglio che tu faccia ... Voglio che insegui un poco quella gallina.”
Rocky Balboa :-”Ehi io, senti, Mick, per quale motivo mai devo mettermi a inseguire quella gallina?”
Mickey :- “In primo luogo, perché io ti ho detto così. E in secondo luogo, perché catturare la gallina è un'ottimo allenamento dei vecchi tempi. Se puoi prendere quella gallina vuol dire che sei diventato veloce come un treno.”
Rocky Balboa :- Bene, lo farò, se lo dici tu, ma non è una cosa molto matura.”
Mickey :- “Sì, beh tu non sei molto maturo!”

[A fare shopping con Adrian]
Rocky Balboa :- “Ti piace avere un bel tempo? Allora hai bisogno di un bell'orologio!”

Mickey :- “Che diavolo è questo?”
Rocky Balboa :- “ Schiuma da bagno Avon lady.”

[In conferenza stampa prima dell'incontro]
Paulie:- “Rocky gli farà scoppiare i polmoni a suon di cazzotti!”
Apollo :- “ E quello chi diavolo è? Al Capone?”

Rocky Balboa :- “Sai, io non sapevo che eri così leggera, lo sai.”
Adrian :- “No?”
Rocky Balboa :- “No. Se lo immaginavo, ti avrei portato ovunque.”

[Rocky è a prendere a pugni il sacco d'allenamento pesante]
Rocky Balboa :- tre, quattro ...
Mickey :- “Ora ricordo, voglio che duri 500 cazzotti. Andiamo!”
Rocky Balboa :- “Dove sono io, a sette o otto?”

Capo del personale/Herb Nanas :- “Posso essere sincero? Nessuno ha intenzione di offrirle un lavoro d'ufficio. C'è troppa concorrenza. Perché non torna a combattere? Ho letto da qualche parte che lei è un pugile molto bravo.”
Rocky Balboa :- “Sì, be', lei è mai stato a prendere 500 cazzotti in faccia a serata? Sà, dopo un po' irrita la pelle.”

Rocky Balboa :- [ Notando l'apparecchio acustico di Mickey] “Cos'hai lì nell'orecchio?
Mickey :- “Che cos'è, è che mi fa sentire meglio le stupidaggini che dice la gente.

Reporter/Tawny Little:- “Rocky, hai qualcosa da dire per rispondere al campione?”
Rocky Balboa :- “Rispondergli? No, lui è il più grande.”

Reporter/David [L.] Ross: “Rocky, la tua borsa per l'incontro sarà molto consistente. Che cosa farai con così tanti soldi?”
Rocky Balboa :- “Beh, la prima cosa che devo fare è che devo pagare l'affitto. E poi ho fatto questo elenco mentre stavamo venenbdo qui. Vorrei comprare un paio di cappelli, una moto, un quarto di gallone di profumo per Adrian, le piacciono i buoni profumi. E alcuni giocattoli dei Muppet ... sapete, Ernie, Big Bird. E la rana, come si chiama? Kermit?”
Mickey :- “Già.”
Rocky Balboa: E ho pensato che forse comprerò anche una statua per la chiesa, e una macchina per fare i coni gelato per te, Paulie. Ti piacciono i coni gelato, giusto?”
Reporter/Tawny Little :- “Rocky, hai qualcosa da dire per rispondere al campione?”
Rocky Balboa :- “Rispondergli? No, lui è il più grande.”

Bill Baldwin:- “Questo posto è certamente pieno di gente Rocky. Non ho mai visto tanti italiani in tutta la mia vita.”
Stu Nahan/Sè stesso :- “Hei, che hai detto che, non hai detto questo!”

Apollo :- [Apollo è intento a leggere la posta dei fan] “Mary Anne, senti ascolta questo. "Tu non hai picchiato proprio nessuno e nessuno che conosca la boxe sa che tu abbia vinto quell'incontro." Questa è venuta da Londra. "Ti chiamano il campione? Tu sei un impostore! Il match era tutto un falso. Dovrebbero ma uccidere te!"
Mary Anne Creed:- “Non preferiresti giocare con i bambini piuttosto che leggere quelle lettere di odio?”
Apollo :- "Da quando non sei stato capace di battere quel buffone in 15 riprese, sei una disgrazia per il nostro popolo".
Mary Anne Creed:- “Perché non puoi ignorarle?”
Apollo :- Dici sul serio?
[Getta la posta e la respinge con ira]

Adrian :- “Noi davvero, non abbiamo bisogno di un auto.”
Rocky Balboa :- Oh, andiamo, Adrian. Sto andando a fare la pubblicità. Ora, posso permettermi questo, sai? Nessun problema. “
Adrian :- “Sai come guidarla?”
Rocky Balboa :- “Non so come guidarla?”
Adrian :- “Sai guidare?”
Rocky Balboa :- “Sono uno dei grandi guidatori della mia famiglia. Stai scherzando? Andiamo, ti accompagno. Mi permetta di condurla dentro alla mia vettura. Questo sarà solo essere come Cenerentola e la zucca, sai?”
Adrian :- “Ma sai guidare?”
Rocky Balboa :- “Se non so guidare? Io guido aerei e bulldozer. Io ti faccio impazzire se mi dai una chance. Sai cosa voglio dire?”
[Ridacchia]

Apollo :-”Ma secondo te, l'ho battuto la prima volta?
Duke :- “Hai il verdetto!”
Apollo :- “Sì, ma non l'ho battuto, non ho vinto!”
Apollo :- [Dopo il primo combattimento, si ritrovano nell'accettazione dell'ospedale] “Andiamo! Proprio qui! Finiamo quest'incontro!”
Rocky Balboa :- “Ma, stai dicendo sul serio?”
[Rocky e Mickey stanno guardando il film del primo combattimento]
Mickey :- “I pugili mancini, sono i peggiori. Cercano di venire lì con quel sinistro. Proprio non riesco o dannatamente a farlo bene. Dovrebbero mettergli fuorilegge i mancini !”
Rocky Balboa -: “Perché non me l'avevi mai detto prima?”
Mickey :- “Non volevo ferire i tuoi sentimenti.”

Annunciatore sul ring/Jeff Temkin :- “Signore e signori! In una splendida sconvolgente serata , abbiamo assistito alla vittoria per KO, del nuovo Campione mondiale dei pesi massimi ...”
Rocky Balboa :- “Sei grande, Apollo.”
Annunciatore sul ring :- “Rocky Balboa!”
[Il grido della folla cresce più forte]
Apollo :- “Buona fortuna.”

Mickey :- [Dopo aver dato con la mano sinistra uno schiaffetto in faccia a Rocky] “Ora non hai nemmeno potuto vedere la mia mano. E questo da un povero vecchio mezzo sordo e cieco come me. Cosa ... cosa ti potrebbe fare Apollo, eh...”
Rocky Balboa :- “Farmi male, credo ...”
Mickey :- “No, ti invaliderà permanentemente. * Permanentemente *!”

Rocky Balboa:- [Dopo il round 1 della rivincita con Creed] “Non riesco a crederci!”
Mickey :- “Cosa?”
Duke :- “Mi ha rotto di nuovo il naso.”

Duke :- [Dopo il 1°round dell'incontro di rivincita con Balboa che combatte con la mano destra] “Va bene, ma il cambio di mano ti dà fastidio?”
Apollo :- “Niente mi da fastidio, il tipo, in niente può darmi più fastidio.”
Duke :- “Bene, allora,dovresti averlo avuto! Ora non mollare quest'uomo. Quest'uomo è pericoloso. Quest'uomo è PERICOLOSO!”
Apollo :- “Quello lì è pericoloso? Io sono pericoloso! Io, sono pericoloso!”

[Al matrimonio di Rocky e Adrian]
Padre Carmine/Paul [J.] Micale :- [Parlando in latino] “Rocky Balboa, vuoi tu prendere la qui presente Adrian Pennino come tua legittima sposa?
Rocky Balboa :- “Già. Assolutamente. Sì.”
Padre Carmine :- [Latino] “Adrian Pennino, vuoi tu prendere il qui presente Rocky Balboa come tuo legittimo sposo?”
Adrian :- “Che faccio.”
Rocky Balboa :- “Dì sì, Grazie.”
Padre Carmine :- [Latino] “Poi per l'autorità in me riconosciuta da parte dello Stato della Pennsylvania, da adesso vi dichiaro marito e moglie.”
Padre Carmine :- [In inglese] “Puoi baciare la sposa ora.”
Rocky Balboa :- “E anche questa è fatta.”
[Rocky tira indietro il velo di Adriana, la bacia]
Padre Carmine :- “Andate in pace, e Dio vi benedica.”
Rocky Balboa :- “Grazie, padre. Hai fatto proprio una bella cerimonia. Sono orgoglioso di te. Ok, le cose stanno prorio andando per diventare alla grande.”

[Duke, allenatore di Apollo, sta finendo il nastro con cui fasciare la mano di Apollo]
Duke :- [Sussurra e ringhia] “Tu sei l'uomo. Tu sei il numero uno. Il campione, il migliore di tutti i tempi. Le ragazze ti amano- gli uomini, i vecchi ti amiano I giovani ti amano. Sei il migliore. Tu sei l'uomo, e lui è tuo. Lui è tuo, è tuo. Questo buffone non dovrebbe essere sul tuo stesso ring con te. Voglio che tu stasera gli faccia vedere chi sei.”
[Apollo incomincia a schiacciare il pugno nella mano destra]
Duke :- “Stasera mostragli chi sei. Bastonalo!”

Adrian :- “Pensi che sarà sempre così?
Rocky Balboa .- “Già.”
Adrian :- “Io ... Spero..”
Rocky Balboa :- “Cosa?”
Adrian :- “... Che tu non ti stancherai mai di me.”
Rocky Balboa :- [Sussurra] Oh, no. Non mi stancherò mai di te.”
Adrian :- “Spero che non cambi mai nulla.”
Rocky Balboa :- [Sussurra] Non sta cambiando e io certo non cambierei mai nulla di te.”
Adrian :- “Ti amo.”
Rocky Balboa :-” Ti amo, anch'io.”
Adrian:- “Ti amo.”
[Si baciano per qualche minuto, poi si fissano l'un l'altro negli occhi per breve tempo, poi ancora qualche bacio di più]

Adrian:. “Se sei cieco, Paulie, io lo amo, e quindi non vedi proprio niente!”

Rocky Balboa :- “Io ecco, volevo solo chiederti ''quello che vorresti fare per i prossimi 40 o 50 anni.”

Rocky Balboa :- [Leggendo ad alta voce da un libro, lentamente] "'Non è il momento di imprecare contro di me, 'Ringhiò il rapinatore ' Per Dio, ragazzi, prenderò i fucili e vi... coprirò.."

Rocky Balboa :-”Come ti suona?”
Adrian :- “Bene”
Rocky Balboa : Sì?
Adrian:- “Mmmhmm.”
Rocky Balboa :- “Bèh sai, se so leggere bene questo può aiutarmi a trovare un buon lavoro d'ufficio, sai. Vuoi sentirmi un po' di più?”
Adrian :- “Non vedo l'ora.”
Rocky Balboa :- “OK. "'Non c'è nessuna copertura, Smokey, dichiarò Brad Lincoln. E' meglio dirigersi verso il canyon".
Adrian :- “E' bello leggere.”
Rocky Balboa :- “Grazie. L'ho trovato così bello!”
Rocky Balboa :- “Grazie.”
[Entrambi riidacchiano]


DALLE TAGLINE AMERICANE:

  • Era un pugno di distanza dal campionato mondiale dei pesi massimi. Ora è uno battito di cuore di perdere la donna che ama.
  • Rocky mostra che cos'è un campione ... e vince!
  • Hanno percorso un lungo cammino insieme ... un pugile e un sognatore. Ma c'è ancora una sfida che gli aspetta.
  • Una volta ha combattuto per un sogno. Ora sta combattendo per l'amore!
  • Questa volta non combatterà per la gloria, non per i soldi ma per amore ... Ancora una volta, lo Stallone Italiano dimostrerà che lui ha ottiene ciò che vuole..
  • C'è una sfida da vincere. Egli deve vincere con le mani ... lei deve vincere con il cuore.
  • La rivincita Del Secolo.
  • La storia continua ...
  • Lo Stallone italiano è tornato!



Doppiatori italiani:
  • Ferruccio Amendola : Rocky Balboa
  • Vittorio Di Prima : Apollo Creed
  • Antonio Guidi : Mickey Goldmill
  • Alessandro Sperlì: Paulie Pennino
  • Simona Izzo : Adriana (Adrian) Pennino Balboa
  • Sergio fiorentini : Tony "Duke" Evers
  • Sandro Iovino : Tony Gasco (Gazzo)

Premi
  • Miglior film agli American Movie Awards
  • People's Choice Award 1980: Miglior fotografia
Rocky II” è un film del 1979 diretto da Sylvester Stallone.
È il primo sequel del fortunato Rocky” del 1976 e, come il precedente episodio, è sceneggiato e interpretato da Sylvester Stallone che proprio con questo film firma la sua seconda pellicola come regista. Prodotto nuovamente da Robert Chartoff e Irwin Winkler. il film inizia dove il primo capitolo era finito e vede Rocky Balboa affrontare nuovamente il suo avversario Apollo Creed per il titolo mondiale dei pesi massimi, in una grandiosa rivincita che si conclude con la vittoria dello stallone italiano.
Realizzato con un budget di poco superiore a “Rocky” (7 milioni di dollari), il film riesce a raccogliere per il mondo circa 200 milioni di dollari, diventando il secondo maggior incasso della storia del 1979, e uno dei più grandi successi di pubblico e critica dello stesso anno. Come il precedente film è interpretato, oltre che da Stallone, da Carl Weathers, Tony Burton, Burgess Meredith, Burt Young, e Talia Shire.
Il franchise è stato proseguito da “Rocky III” (1982).
Dopo il successo di “Rocky”, Stallone pensò di proporsi al pubblico non solo più come attore e sceneggiatore, ma anche come regista. Dopo Taverna Paradiso” (1978), nel 1979 decise di dirigere anche il primo seguito dedicato al pugile italo-americano Rocky Balboa che tre anni prima lo aveva reso un divo di Hollywood. L'epilogo del primo film lasciava infatti ampi margini per una prosecuzione e quindi Stallone iniziò la stesura della sceneggiatura.
Nel 1978, Stallone iniziò la fase di lavorazione del film, richiamando tutti gli interpreti della pellicola capostipite: Carl Weathers (Apollo Creed), Burgess Meredith (Mickey Goldmill), Talia Shire (Adriana), Burt Young (Paulie), Tony Burton (Tony "Duke") e Joe Spinell (Gazzo), che non riapparirà nelle successive pellicole. Ad aiutarlo nella messa in scena, tutti i tecnici del primo film a cominciare da Bill Butler esperto direttore della fotografia e già autore del prequel e de “Lo Squalo”.
Anche in questo film ci sono diversi camei. Il primo è quello di Paul McCrane che interpreta il ragazzo ingessato al quale Rocky firma la testa. Il secondo cameo è di Frank Stallone, già apparso nel primo film nel ruolo di un ragazzo di strada che salutava Rocky di ritorno a casa dopo il primo appuntamento con Adriana. Nel film lo vediamo mentre canta con i ragazzi del quartiere. Inoltre Rocky Jr. è impersonato dal primo figlio di Stallone, Seargeoh Stallone.
Le riprese del film si svolsero interamente a Philadelphia come era accaduto per il precedente episodio. Le location utilizzate da Stallone furono le stesse del primo film.
Con l'aperura e il successo a sorpresa al box-office di ''Rocky Balboa'' nel 2006, e anche per il consenso critico ottenuto, è stato chiaro al di là di ogni previsione quanto ognuno amasse ancora la storia di base e il fondamento del personaggio. La passione per Rocky essenzialmente risiede nel fatto che lui è probabilmente ignaro di quanto è bravo, e dimostrando che vincere non è la cosa importante – ma è riuscire a mantenendo l'orgoglio di te, come nel bellissimo monologo fuori del ristorante al figlio interpretato da Milo Ventimiglia nel film del 2006. Se “Rocky III” e “Rocky IV” in particolare avevano un po' disperso lo spirito del personaggio, pur contenendo al loro interno sequenze di grande cinema, 'Balboa'' non si è dimenticato di tutto questo, e allora come il primo e il quarto sequel è quello che gode ancora dello spirito del primo - ed è anche quasi sempre dimenticato quando si tratta di compilare liste di sequel che sono altrettanto buoni come l'originale.


Rocky II” si apre immediatamente dopo che l'incontro finale del primo film è finito, Rocky prende il plauso di tutti per essere stato in grado di durare tutti e 15 i round con Apollo Creed, ma annuncia il suo ritiro, preferendo invece andare a stabilirsi e con Adriana. Si sposano, lei rimane incinta e Rocky torna alla sua vecchia vita di lavoro. Tuttavia questa vita è composta solo di umilianti commercials televisivi agli ordini di registi tartufi e omosessuali, un prosaico, prostrante e ripetitivo lavoro ai magazzini delle carni di Paulie, e di buttare fuori i secchi con l'acqua sporca dalla palestra di Mickey.

Apollo nel frattempo sta ovviamente conducendo una vita ben migliore di quella di Rocky. Ribollente alla percezione che il pubblico ha maturato di lui, cioè che mentre egli ha avuto un verdetto favorevole ai punti, di certo non si possa dire che abbia battuto Rocky, arriva a chiedere di organizzare un'altro incontro di rivincita. Che si svolga come il primo a Philadelphia, ma l 'intenzione di Apollo è che questo incontro non sarà un evento da circo come il primo, ma solo una vetrina per Creed e per polverizzare Rocky. Una sfida che Rocky, spronato da Mickey, eventualmente raccoglierà.

Nessuno aveva davvero previsto che “Rocky” potesse essere l'enorme successo commerciale che invece diventò, in particolare anche in quanto era stato realizzato con un budget minuscolo. Grazie al suo grande successo quindi, “Rocky II” aveva avuto ben più soldi con cui essere realizzato, e si vede. Sembra più pulito, luminoso e levigato. Tutti gli spigoli dell'originale sono stati smussati, il che significa che mentre può sembrare anche migliore, manca però dell'attenzione per gli autentici scorci dei quartieri di Philadelphia che hanno fatto così spiccare e reso l'originale tanto meraviglioso. E e' anche molto di più di un film di boxe. L'originale in realtà aveva ben poco solamente sulla boxe, a parte alla fine, mentre nella prima parte era più incentrato su Rocky come uomo, e solamente nella seconda, come combattente,

Qui però, l'enfasi sul ritorno alla boxe di Rocky è molto pronunciata, e il film non ha la complessità morale dell'originale (Rocky qui è un vero e proprio eroe, invece di anche essere l'esecutore delle “riscossioni dei crediti”, del primo, seppur buono). Questo non è necessariamente un inconveniente, in quanto il film è come detto realizzato splendidamente, cogliendo appieno la bellezza di un'altra uscita con i personaggi di Rocky, Adrian, Paulie e Mickey, e l'investimento emotivo, efficacissimo, soprattutto nei suoi affondi sapientemente gestiti, dal regista Stallone, già dimostrando una grande conoscenza e consapevolezza dell'efficacia cinematografica e spettacolare di alcune sequenze dal grande pathos popolare. Per tutto ciò, “Rocky II” è un film che meritterebbe naturalmente diversi riconoscimenti. E' abbastanza lacerante vedere Rocky umiliato e deriso per la sua scarsa capacità di lettura da un qualsivoglia direttore commerciale, e ancora una volta non puoi che parteggiare per un suoi ritorno alla strada, laddove il carattere e l'unica cosa che conti, soprattutto.- e in particolare quando la splendida colonna sonora di Bill Conti ne sottolinea questi momenti con i suoi famosissimi e splendidi brani, alla massima potenza. L'enfasi sull'armonia familiare significa una sottotrama ospedaliera che verso la fine diventerà la chiave per la catarsi finale, in quanto, anche se all'epoca a qualcuno apparve come un elemento di troppo, da soap-opera , è così ben realizzata nei suoi affondi drammatici, che aiuta pienamente a raggiungere il potente e meritato climax finale. Creed è descritto come molto più cattivo e vanesio che nel precedente film, tranne riscattarsi proprio sul finale (un suggerimento che vuole la sua rivincita così fortissimamente voluta anche perché la sua macchiata reputazione sta causando ai suoi figli di essere vittime di atti di bullismo a scuola, è purtroppo rapidamente dimenticata), che dà così tanto potere emozionale alla mai abbastanza sottolineata catarsi e alla vittoria finale, come non aveva neppure il primo. Ci sono stati un sacco di incontri in tutta l'intera saga di Rocky, ma forse nessuno di essi è così brutale, viscerale e sudato come quello tra Rocky e Apollo qui.

Il cast si adatta nuovamente e perfettamente nei propri ruoli, ed è bello in questo film poter ammirare molto di più l'eccezionale Burgess Meredith nel ruolo di Mickey. Stallone continua ad avere la sua pallina da far rimbalzare, e a camminare con la sua caratteristica camminata caracollante, sempre in cerca dell'orgoglio e del rispetto per se stesso, e di un sacco di amore per la sua famiglia, senza che mai gli importi quello che possano pensare gli altri. C'è una scena meravigliosa verso la fine dove prima dell'incontro si ferma sotto con la sua nuova fiammante e guidata malissimo Pontiac Transam sotto la finestra della canonica di un suo amico prete, chiedendogli una benedizione perché stasera potrebbe "farsi battere di brutto", prima allegramente dicendo al prete che sarà da lui a trovarlo per la domenica. E' un'altra fra le tante belle scene del film, naturale, spontanea, non forzosa scena che ci dice solamente e esattamente perché il personaggio di Rocky è così riuscito e perché Stallone è così bravo nella parte - è cioè l'assoluta sincerità dietro di lui e al personaggio. Certo che è goffo, ma è una goffaggine del tutto non preparata. Stallone può ritrarre Rocky come qualcuno che non ha mai imparato a parlare correttamente, ma non ritrae mai Rocky come un idiota o qualcuno che cerca di fare qualsiasi cosa per accattivarsi la simpatia dello spettatore -e di certo comunque non qui. Al suo meglio, il personaggio di Rocky non chiede nulla – ma guadagna tutto.
Stallone con “Rocky Balboa”, 27 anni dopo “Rocky II”, e 16 dopo il bello e sottovalutato “Rocky V” ('90), nuovamente diretto da John G. Avildsen, sembra aver finalmente trovato per il personaggio una chiusura veramente degna, ed era giusto - è esattamente quello che il personaggio meritava. Una cosa che non va appunto dimenticata tuttavia, e che qui doveva essere precisata e rimarcata, è che il primo film non è certo l'unico oltre a ''Rocky V” e “Rocky Balboa'' che fosse sincero, nello studio emotivo del suo, come degli altri splendidi personaggi di questa oramai esalogia.

(VARIE DA WIKI E DA ALTRO)

Colonna sonora
Bill Conti tornò a comporre la colonna sonora per “Rocky II” dopo essere stato nominato all' Oscar alla migliore canzone per la canzone "Gonna Fly Now". Durante la scena delll'arrivo al Museum of Art di Filadelfia, Rocky viene accompagnato da circa 800 bambini; per questo il ritornello della canzone "Gonna Fly Now" è cantato da un coro di bambini.
La tracklist è composta da 8 tracce:
  1. "Redemption" 2:34
  2. "Gonna Fly Now" 2:35
  3. "Conquest" 4:42
  4. "Vigil" 6:31
  5. "All of My Life" 3:56
  6. "Overture" 8:38
  7. "Two Kinds of Love" 2:37
  8. "All of my Life" 2:27
  • Bill Conti - piano (1)
  • Mike Lang - piano (8)
  • David Duke - corno (4)
  • Frank Stallone - vocals (7)
  • DeEtta Little & Nelson Pigford vocals (5)
(fate una pausa nella lettura e godetevi questo video con il tema di apertura sui titoli di testa)

Accoglienza
Alla sua uscita nella sale americane, il film ottenne un grande successo, diventando uno dei maggiori successi del 1979. Il film si rivela anche un successo di pubblico e critica, tanto da eguagliare il primo film, e vince People's Choice Awards,USA per la miglior fotografia nel 1980 e l'American Movie Awards per il miglior film, competendo con “Apocalypse Now”,”Manhattan”, “Sindrome cinese” e "Il Cacciatore”.

Botteghino
Al botteghino, “Rocky II” fu un grandissimo successo, diventando il primo sequel a riuscire ad ottenere un fama simile se non pari a quella del primo film.È stato il secondo più alto incasso del 1979, sia a livello nazionale e sia a livello mondiale, dietro negli USA a "Kramer contro Kramer” ($106,260,000). e dietro nel resto del mondo ad "Agente 007- Moonraker- Operazione spazio” ($210,308,099).Durante il weekend d'apertura, il film ha incassato $6,390,537 e totalmente $85,182,160 al botteghino nazionale. Complessivamente ha incassato circa $200,182,160.È stato anche il maggiore incasso per un sequel fino all'uscita di di "Guerre Stellari- L'Impero colpisce ancora”.

Critica
Il sito Rotten Tomatoes ha riportato che il 71% delle recensioni professionali ha dato un giudizio positivo sul film.
American Movie Awards Anno 1980 Ha vinto il Premio al Miglior Film
People Choice Awards, USA Anno 1980 Ha vinto il Premio del pubblico come Film preferito.

Doppiaggio italiano
L'edizione italiana del film è stata diretta da Gigi Proietti che, a differenza del primo episodio, non presta la voce a Sylvester Stallone che è doppiato, invece, da Ferruccio Amendola I dialoghi del film sono stati adattati da Alberto Piferi. Nell'edizione italiana dei film alcuni nomi sono stati cambiati: il nome originale di Adriana è "Adrian", mentre "Gazzo" è il nome originale di Gasco.

Curiosità
  • Anche se Rocky è sinistro, questa pellicola mostra chiaramente che Stallone scrive con la destra; quando in ospedale gli chiedono il primo autografo, Rocky utilizza la mano destra, benché in film come Rambo e i seguiti porta il coltello sul fianco sinistro, in Rambo I scaglia una pietra sull'elicottero con la mano sinistra. Inoltre in Rambo II e John Rambo usa l'arco come un mancino.
  • Mentre si addestrava per la pellicola, Stallone si è strappato un muscolo che richiedeva oltre 160 punti.
  • Esiste un finale alternativo inedito, ma di cui si hanno prove da alcune foto sparse per Internet, in cui Adriana alla fine del combattimento festeggia insieme a Rocky allo Spectrum, si presume dalle foto che ella abbia assistito al combattimento non da casa ma proprio allo stadio.
  • Durante le riprese della scena del commercials, il ciak recita la scritta "Regia: John Pleshette", il vero nome del attore che interpreta il regista. Inoltre, Duke (l'allenatore di Apollo), l'agente e il fornitore della carne (interpretati da Tony “Wells di Assault on Precinct 13” Burton , Leonard Gaines e Frank “Paradise Alley” MacRae rispettivamente) sono tutti indicati già nello script con il loro vero nome, mentre l'Arbitro si presenta come Lou Filippo , ancora una volta il nome reale nella vita reale dell'attore (che è anche un arbitro di boxw professionista).
  • Quando Rocky si sta allenando per il match, lo sparring è un pugile più piccolo e più veloce. Lo sparring partner è interpretato dal famoso campione Roberto Duràn.
  • Durante la sua preparazione per il film, Sylvester Stallone era arrivato ad alzare alla panca dei pesi fino a 220 £, ma una volta il bilanciere gli è sfuggito e si è strappato il muscolo pettorale destra. Questo è stato poco prima che dovesse essere girata la parte cruciale del match, e in ultima analisi, la sequenza è stata girata con Stallone ancora gravemente ferito.
  • Il libro che Rocky legge ad Adrian è "Il vice sceriffo della contea di Comanche" di Edgar Rice Burroughs, che fu pubblicato originariamente nel 1940.
  • In una versione della sceneggiatura, c'è un flashback che mostra il primo incontro di Rocky e impariamo il suo vero nome: Robert.
  • Nella prima stesura della sceneggiatura, la lotta si sarebbe svolta al Roman Coliseum di Las Vegas
  • Stallone stesso scrisse il romanzo tascabile tratto da questo film. Il romanzo è narrato in gran parte in prima persona, dal punto di vista di Rocky, scritto in inglese parlato e in cui Rocky parla di sè. Le scene in cui Rocky non è presente (come quando Apollo Creed consulta i suoi collaboratori, o Paulie è solo con Adrian) sono in narrazione standard in terza persona , in inglese letterario corretto.
  • Durante il match principale, Apollo Creed indossa gli stessi esatti pantaloncini bianchi e rossi, tagliati come quelli che Rocky indossava erroneamente sull'enorme ritratto pubblicitario con la sua immagine durante il primo combattimento di "Rocky”.
  • Stallone ha iniziato a lavorare sulla sceneggiatura di “Rocky III” immediatamente dopo aver completato “Rocky II”, con l'intenzione di fare della serie una trilogia. In origine, non aveva alcuna intenzione di fare un quarto film.
  • Ci sono voluti a Stallone e ai montatori Danford B.Greene e Stanford C. Allen più di otto mesi per modificare le scene climax dell'incontro finale in modo da soddisfare l'approvazione di Stallone.
  • 800 scolari locali furono utilizzati come comparse per la sequenza raffigurante la corsa di Rocky per Philadelphia.
  • Come aveva fatto con l'originale, Stallone ha incorporato elementi biografici della sua vita nella storia di Rocky, per questo film. In particolare, Stallone ha usato come elemento centrale della trama il concetto che gli eroi di ieri sono oggi rapidamente dimenticati. Nel film, questo si manifesta in termini personali allorquando Rocky viene rapidamente dimenticato del suo exploit nella lotta per il titolo. In realtà, Stallone aveva sperimentato un simile senso di essere rapidamente dimenticato dopo li due film successivi a “Rocky”, “Taverna Paradiso” (debutto alla regia di Stallone) e “F.I.S.T.”, che al box-office andarono al di sotto delle aspettative.

Napoleone Wilson

(Robydick)
Moltissimi i frame che volevo mettere. Solo quelli degli allenamenti, della corsa coi ragazzi e del combattimento finale superavano abbondantemente la mia media abituale. Allora ne ho fatto uno Slideshow.


9 commenti:

  1. una rece da godersi e un film grandissimo.
    Napoleone Superstar! :D
    Oggi, sempre suo, c'è un articolo anche su Fanfare: "Fanfare for Joe Frazier (12.1.1944 - 7.11.2011)

    RispondiElimina
  2. Un post monumentale per uno dei miei film preferiti.
    Non posso dire altro se non grazie a Napoleone

    RispondiElimina
  3. Mitico post per un mitico film.
    C'è da dire che tutta la saga di Rocky andrebbe recuperata e rivalutata anche nei suoi momenti peggiori come simbolo di un'epoca e prima, vera epopea da outsiders alla rivalsa.

    RispondiElimina
  4. beh ragazzi una standing ovation per questa recensione!

    RispondiElimina
  5. MrJamesFord, e difatti, saranno affrontati tutti. Volevo solo ricordare che Joe Frazier, anche ricollegandomi tra la saga di Rocky, e/la Fanfare che gli abbiamo oggi doverosamente dedicato, apparve in un cameo impersonando sè stesso a dare un saluto sul ring ad Apollo e Rocky, prima dell'incontro nel primo "Rocky".
    I titoli di questo film, che abbiamo postato nell'ambito di questa rece, con il brano "Redemption", stupefacente ed entusiasmante come pochi altri, furono votati negli anni '90 in un apposito sondaggio tra i lettori della Screeners Guild, come, mi pare se ricordo bene al 6°posto, tra le più belle sequenze di titoli di testa, della STORIA DEL CINEMA. E sono pienamente d'accordo. Tra l'altro la versione di "Redemption" che si può ascoltare in questa splendida sequenza, è diversa da quella che venne inserita nel disco della colonna sonora originale del film. Nel disco è la versione più orchestrale e sinfonica, comunque elettrizzante,mentre sui titoli del film è intessuta di suoni Disco anni '70, quindi un pò più elettronica, stupenda.
    Ma l'intera colonna sonora è una delle migliori mai realizzate per il cinema,superiore anche a quella del primo film, sicuramente tra quelle di fiati, pianoforte e fanfare la più eccezionale; genere di cui Bill Conti è stato uno dei massimi compositori, oltre che eccellente esecutore pianista.Brani come "Conquest", la triste e struggentemente malinconica "Vigil" degli allenamenti all'alba di Rocky in una splendida Philadelphia dai toni invernali, la prodigiosa "Overture", la bellissima "All of My Life", sia in strumentale che nella versione vocals dei grandissimi DeEtta Little e Nelson Pigford. La splendida vocals godspell "Two Kinds of Love", composta cantata, ed eseguita anche nel film da Frank Stallone e i suoi ragazzi intorno al bidone-falò, quando Rocky porta Adrian sposata in braccio a casa...E "Gonna Fly Now" nella versione accompagnata dal coro di un nugolo di bambini per le strade di Philadelphia, trascinante come poche sequenze viste al cinema, per il perfetto e magistrale,entusiamante, connubio musica-immagini-montaggio.

    RispondiElimina
  6. Qui dentro c'è parte della mia vita. Commovente e indispensabile!
    Thanks man.

    RispondiElimina
  7. Grazie Harmonica, di aver inaspettatamente fatto ancora "vivere" questa rece di emozioni personali e condivise, nel 21 dicembre, che nel 20 vi aveva vissuto veramente poco..Grazie.

    RispondiElimina
  8. che cazzo dire se non: Gooodo! è il classico film che in questi periodi di merda che ti risolleva il morale. Necessario!

    RispondiElimina
  9. Grazie anche a te Lorant, necessario che esista anche qualcuno con cui condividere allora, c'è, la recensione di questo bellissimo film.

    RispondiElimina