lunedì 29 aprile 2013

The Destructors (Aka: Marsellaise contract) - Contratto marsigliese

0

1974, Robert Parrish.

“Essi vivono una vita dolce ma prendono parte ad un gioco per cui possono morire improvvisamente!”
“Aprile a Parigi è un tempo per gli amanti ... ma per '”I Distruttori” E' la stagione per uccidere!”
“Anche la malavita ha la sua aristocrazia ... la sua Alta società ... il suo Jet Set. Si chiamano "I distruttori".”
Frasi di lancio originali del film

John Deray - un omaggio programmatico al genere fin dal cognome- uccide le persone, per vivere. "E 'un uomo molto prudente ... Quando lui lavora, ottiene sempre un buon risultato. Ha molte donne ma nessuna fissa. Vive da solo. Guida auto veloci. "Ed è così che il personaggio è a noi introdotto, descritto in voice over da Maurice Ronet (icona del cinema francese e propriamente del genere polàr-noir da Ascensore per il patibolo” in poi) mentre Deray armeggia con il suo giradischi prima di tornare dalla splendida donna che lo aspetta nella sua camera da letto. Naturalmente, un personaggio così caratterizzato può essere impersonato solo dal “bad-ass” per eccellenza del cinema Brit anni '70, Michael Caine.

Contratto marsigliese” (distribuito internazionalmente come The Destructors akaMarsellaise contract) diretto dalla garanzia Robert Parrish è dedicato al co-protagonista Deray come “Carter” (Get Carter ) lo fu a Jack Carte r, seppur non arrivando propriamente al livello del famoso noir del 1971 di Mike Hodges. Così com'è, però, direi che il suo appello sarà probabilmente limitato dalla quantità di fan di Michael Caine che gli risponderanno. Certo, la prima mezz'ora del film è dinamite, mentre seguiamo il Responsabile dell'Ufficio di Parigi della DEA, Steve Ventura (Anthony Quinn,La Strada”, e qui un anno dopo la sua splendida interpretazione in “Rubare alla mafia è un suicidio”[Across 110th Street] [1973]), attraverso il suo crescente conflitto con un prominente cittadino francese e signore della droga del tipo di Jacques Charrièr/Fernando Rey in“The French Connection”, Jacques Brizard (James Mason, Intrigo internazionaletra i tantissimi). Alla fine, la loro situazione di stallo ispira Steve ad assumere un sicario per fermare Brizard in modo permanente, e Deray è chiamato, vecchio collega di Ventura, a portare a compimento il lavoro, senza che Ventura sapesse all'inizio della nuova professione di Deray. Il film si snoda un po' noiosamente verso la conclusione, in cui Caine e Quinn, uniscono infine le forze per combattere fianco a fianco.

La causa di questa parte centrale un po' statica è ovviamente il risultato della costante di spostamento dei protagonisti da Steve a Deray per tutta la maggior parte del film. Deray riesce ad andare a lavorare per Brizard grazie ad un incantesimo (cioè per motivi che il film non è del tutto sicuro di rendere plausibili, utilizzando la splendida figlia diBrizard, Lucienne/Maureen Kerwin), mentre, a parte, Steve continua a cercare modi legali per incastrareBrizard e far cadere il suo impero della droga. E davvero, una sola di queste tracce sarebbe stata sufficiente. Alla fine, però, “Contratto marsigliese” è ancora un film frizzante. Vi si trova l'azione, indulgente in alcuni inseguimenti automobilistici come accennato nella descrizione del Deray di sopra, e una colonna sonora ad opera nientemeno che di Roy Budd, la quale serve bene l'azione. Numerosi gli attori francesi presenti oltre al citato Ronet, anche Catherine Rouvel, e Marcel Bozzuffi in ulteriore ideale collegamento a “The French Connection” in un ruolo simile a quello sostenuto nel film di Friedkin.

Disponibile in italiano solamente su una vecchia (1989) vhs da nolo della Warner e dai rari passaggi televisivi, è da poco disponibile per la prima volta in digitale in formato DVD-R on-demand, nella Limited Edition Collection della MgM R1, prodotto dalle fonti di più alta qualità disponibile, cercando di trasformare la qualità della stampa stessa.

Tenendo presente che si tratta di un disco in formato DVD-R on-demand prodotta dalle fonti più alta qualità disponibile, cercando di trasformare la qualità della stampa stessa.

"'Round Midnight"
Musiche di Thelonius Monk & Cootie Williams
Parole di Bernard Hanighen (come Bernie Hanighen)
Cantata da The Fellings Quartet

Questo film è stato distribuito come “The Destructors” e viene indicato come tale in "The Films of Anthony Quinn", scritto da Alvin Marill.

Napoleone Wilson


0 commenti:

Posta un commento