martedì 18 settembre 2007

Légami!

6

1990, Pedro Almodóvar.

Ricky viene dimesso da un istituto psichiatrico e dichiarato guarito. Immediatamente va alla ricerca di Marina, una diva del porno, tossicodipendente, convertitasi al cinema "normale". E' deciso, sa quello che vuole e perché, è perdutamente innamorato di Marina, allora la segue, s'introduce in casa sua e la sequestra. Vuole sposarla, avere dei figli e vuole che lei si convinca a sua volta, che s'innamori di lui.

Tutto il film è la storia di questo sequestro.
Il finale m'ha deluso un po', diciamo che è stato banale, ma il film scorre piacevolmente e con momenti anche comici nel ritrarre un ennesimo caso di Sindrome di Stoccolma.

6 commenti:

  1. L'ultimo poi lascio in pace il blog...giurin giuretta. Ma l'Antonio giovane? Non era uno spettacolo? ahahah! Sì hai ragione il finale lascialo perdere...ma dai il Pedrito qua non era ancora quello che è...

    RispondiElimina
  2. non me ne intendo, ma penso proprio che il banderuolo per voi fimmine sia esemplare masculo d'eccezione :)

    RispondiElimina
  3. Sì Antonio...bello lui:) qualcuno invidioso dice che porta la zeppa per essere più alto...pfffff :)

    RispondiElimina
  4. io l'ho trovato eccentrico e trasgressivo, forse anche sadomaso questo è stato il primo film che ho visto di Almodovar da ragazzina, quando Banderas cominciava a farsi notare alle platee mondiali XD

    RispondiElimina
  5. ciao Arwen! eccentrico e trasgressivo sono aggettivi che sposano quasi tutta la produzione di Almodovar, diciamo anche questo. Qua appunto c'è Banderas che fa "il botto" :)

    RispondiElimina
  6. infatti è un film con il botto hahaha a proposito sai che Pedro ha cominciato a piacermi grazie a tutto su mia madre? Da quando l'ho registrai in tv con il vcr all'epoca ho iniziato a seguirlo fino ad adesso che sto approfondendo l'argomento, che dire GRANDE PEDRO XD

    RispondiElimina