martedì 8 agosto 2006

The Warriors - I Guerrieri della notte

4

1979, Walter Hill.

Cyrus, il capo della gang più importante di New York, invita 9 elementi per ogni gang ad un grande raduno nel Bronx con l'intento di aggregarle tutte in un'unica grande banda organizzata. Tutto bene, nessuno viene armato, ma a un certo punto parte un colpo e Cyrus viene ucciso. Nella baraonda che ne consegue lo stesso assassino accusa i Guerrieri di averlo fatto e ne convince la massa. Inizia una caccia vera e propria, con i Guerrieri che faranno di tutto per raggiungere il loro quartiere-territorio, Coney Island, e tutte le bande a braccarli. Il loro capo viene ucciso subito al raduno allora Swan prenderà il comando, e ...

Violenza, tensione, botte da orbi, erano le gang giovanili che, distinguibili tutte da divise, look particolari o armamenti, terrorizzavano allora i quartieri.
Quando uscì, questo film, non c'era in giro un solo ragazzo/a che non l'avesse visto, salvo chi seguiva pedestramente consigli "dall'alto". Il film fu molto condannato da perbenisti e rompicoglioni di turno, cosa che ora potrebbe far sorridere, ma avvenne ciò.

Velocità, personaggi da fumetto, inseguimenti... non teme lo scorrere del tempo questo film, che è un cult per la mia generazione.

4 commenti:

  1. non ricordo una colonna sonora così in armonia con i ritmi e gli umori di un film
    le più belle.. per me
    amii stewart - knock on wood
    gene chandler - get down
    mandrill - echoes in my mind
    genya ravan - love is a fire
    vivien vee - remember
    le immortali
    Martha Reeves and the Vandellas- Nowhere to Run
    Berry de Vorzon-The Warriors-Baseball Furies
    Barry De Vorzon - The Fight
    joe walsh - in the city

    ...racconta musicalmente il passaggio dal fine- settanta ai primi-ottanta dove l'elettronica cprizzata (purtroppo)entrò violentemente nella musica "globalizzandosi"...non con i miei soldi :)

    barry de vorzon una leggenda

    ai guerrieri della notte (e dove osano le acquile) ci sono emotivamente affezionato al limite del nostalgico...indi per cui per il mio personalissimo cartellino la tua recensione la trovo unpo "stitica" ;-D

    RispondiElimina
  2. è una recensione "vecchia", facevo apprendistato :)

    RispondiElimina
  3. Appena visto. Una parola: CULTISSIMO! :)

    RispondiElimina