mercoledì 18 luglio 2012

Bordello of Blood - Il Piacere del Sangue

5
1996, Gilbert Adler.

Secondo lungometraggio patrocinato dalla serie tv "Tales from the Crypt"( 7 stagioni, trasmesse a singhiozzo anche in Italia) . Rispetto a "Demon Knight" di Dickerson , il film di Gilbert Adler mi sollazza maggiormente, vuoi per l'ambientazione,vuoi per il titolo, vuoi per le strafighe che ha per protagoniste: una Erika Eleniak post-Baywatch e una Angie Everhart davvero in gran spolvero.


Il film preso per quello che è, è proprio una cazzata. Ma è molto esploitativo e divertente. Sangue e tette, vampiri, un'agenzia di pompe funebri che in realtà è un bordello che in realtà è un covo di vampiri. Se vi viene in mente "From Dusk Till Dawn", avete ragione.

Se poi aggiungiamo Dennis Miller ( veterano del Saturday Night Live) e le Bordello Vampires massacrate nel finale pirotecnico, non posso che consigliare la visione a chiunque si sia lasciato scappare questo filmetto durante gli sporadici (ma non troppo) passaggi su Italia 1, specie a notte fonda. Se no c'è il dvd. Siete pure avvertiti che chi si aspetta un horror duro e puro non potrà che rimanere deluso, dato che tutta la serie Tv, che tra i produttori sfoggiava dei nomi grossi quali Walter Hill, Robert Zemeckis e Joel Silver, era improntata su un humour nero di grana piuttosto grossa e i film della filiera (tra cui il terzo ed ultimo intitolato "Rituals", che uscì senza il marchio TFTC Presents a causa del floppone di "Bordello of Blood") non sono da meno. Detto questo, ma quanto era(è) figa Erika Eleniak?


Ci sono pure il mitico Phil Fondacaro, Chris Sarandon di "Ammazzavampiri", William Sadler che fa la mummia e l'immarcescibile John Kassir che presta al voce al Crypt Keeper. Ah, c'è anche quella testa di cazzo di Corey Feldman, ma era meglio Corey Haim. Rest in Peace, My Friend.

Buona visione.
Belushi





















5 commenti:

  1. Questo forse è troppo recente ppecchè mi possa garbà, '96 anno der cazzo in tutto ir monno, e non solo ppè er cinema dde ggenere. Anche se c'è quella topa atomica di Angie Everhart. All'epoca quante seghe mi ci facevo fà da una mia ex sù sua mitici servizi de costumi da bagno de Sports Illustrated.Te o' ricordi "Jade"de Friedkin,de quell'an(n)NO...?

    RispondiElimina
  2. E' una fotografia perfetta di quello che erano gli horror nei nei novanta, cazzari e innocui, te li ricorderai meglio di me, pure i film prodotti direttamente dalla Fangoria Film, presentati tutti e visti tutti ai Dylan dog Horror Fest. Almeno in questo c'è un pò di figa e il grande Dennis Miller, che aveva fatto per 6 anni di seguito uno dei più caustici "Week-end Update" della storia del Saturday Night live...me lo ricordo "Jade" uno dei più sottovalutati film del grande Friedkin, con David Caruso e quella arrapantissima femmina che è ancora Linda Fiorentino, brava e pure da sturbo.

    RispondiElimina
  3. L'avevo visto parecchio tempo fa proprio a Notte Horror, quando ancora davano film degni di essere guardati (peraltro, mi sono sempre domandata se non fosse censurato...), però sono molto più affezionata a Il Cavaliere del male, con lo strepitoso Billy Zane!

    RispondiElimina
  4. Molto caruccio, ne ho un gran bel ricordo, di un film cazzone e assai divertente. Ma anch'io come Babol sono affezionatissimo a Il cavaliere del male, che ogni tanto riguardo con gusto :)

    RispondiElimina
  5. Eh bè,"Il Cavaliere del Male" può sfoggiare come protagonista, oltre al povero Billy Zane, il grande e sottovalutatissimo William Sadler, uno dei miei attori cardine, che aveva fatto, se non sbaglio, anche l'episodio di questa serie diretto da Walter Hill, "The Man Who Was Death" o qualche cosa del genere, dove faceva il boia che si ritrova senza lavoro perchè abolita la pena di morte. E pure un altro dimenticato film di Hill, con Bill Paxton, Ice T Ice Cube, "Trespass", mè cojoni. Molto, molto cazzaro pure questo "Demon Knight".

    RispondiElimina