venerdì 21 dicembre 2012

Inception

9
2010, Christopher Nolan.

“La tua mente è la scena del crimine.”
“Il sogno è reale.”
Frasi di lancio originali del film

Inception” così recente è già un'opera sulla quale dire qualcosa “di nuovo” è difficile, un'opera che è come una chiazza di petrolio, spasmodicamente ingrandendosi, che provoca turbolenza visiva in un panorama come quello cinematografico attuale nel quale solamente Nolan e pochi altri riescono a creare qualcosa di veramente geniale, dall'immenso impatto e talentuosità visiva. Il film in questione e dall'enorme successo anche commerciale “Inception”, ha nonostante il suo eccezionale riscontro ottenuto, una trama estremamente contorta e fedele a sé stessa e ai suoi intenti, Si tratta di un contorto e selvaggio racconto di cacciatori e costruttori di sogni, perennemente in bilico tra onirismo e realtà.

Stilisticamente un film molto audace, contenutisticamente ancora più audace, è comunque unchef d'ouvre” che nutre anche il cervello dello spettatore, Inception” è infatti molto più di un film per gli occhi.
Come Dom Cobb (Leonardo DiCaprio) ed i suoi intrepidi alleati cercano di manipolare i sogni, qual è il loro obiettivo? Potrebbero essere al di là del subconscio per cercare di scoprire il segreto della vita? Difficilmente.
E' più o meno il desiderio finale di Dom di voler vedere i volti dei suoi due figli piccoli. E' un bel pensiero confortante, anche se si può dibattere per come è stato, se valga la pena di 2 ore e 30' peraltro mai noiose, di confusione tra sogno, crisi drammi, e immancabili conflagrazioni(?.)
Inception” è la storia di Dom Cobb, il cui lavoro è estrarre illegalmente i sogni di una vita, in questo caso integrati in quella di un uomo d'affari giapponese Saito, interpretato con la consueta carismatica energia da Ken Watanabe per invadere i sogni del figlio di un magnate dell'energia concorrente. Il padre è sul letto di morte, e il figlio (Cillian Murphy) sta per ereditare il suo impero.
Saito vuole che Cobb faccia un lancio, che sarebbe quello di mettere un'idea in mente al suo giovane rivale per fargli quindi corrompere il suo impero. Questo può essere ottenuto con il rischioso, imperfetto concetto di immettere l'idea nella mente attraverso tre livelli di sogno - un sogno dentro un sogno dentro un sogno. [il Limbo è un quarto livello di sogno.]
Cobb non può tornare in America, perché è ricercato dalla legge per qualcosa che ha fatto in passato. Saito promette a Cobb che egli avrà a cadere le accuse contro di lui se riuscirà ad elaborare un lancio di successo.
Il padre di Cobb (Michael Caine, sempre bravissimo e oramai immancabile nei film di Nolan) introduce a suo figlio Ariadne (Ellen Page), la quale è una precoce architetto dei sogni che può aiutarlo. Ma la moglie di Cobb Mal (la luminosa Marion Cotillard), è una minaccia - per un motivo che avremo poi finalmente a scoprire – la quale distruttivamente continua ad appare nei suoi sogni.
Cobb e la sua banda diventeranno dunque feroci tessitori di sogni, in una pericolosa missione.
Il regista e sceneggiatore Nolan è con questo film più che mai, al di fuori della talentuosissima e memorabile appena terminata trilogia di “Batman/The Dark Knight”, che si conferma e impone come un negromante dallo stile traboccante, stilizzato e dal tocco stilistico come quelli di un artista magico .A Nolan è stata data licenza per riprodurre un vasto e auto indulgente gioco, e esso ci sguazza.
Probabilmente le persone che sognano potranno essere quelle molto meno colpite dal film. E' infatti quello di Nolan più un onirismo di “fantasia" che di fantasia reale. E' come se venisse gettato contro lo schermo per vedere cosa si attacchi ad esso.
Inception” è anche una scintillante bussola, per orientarsi agli estremi confini di ciò che l'estetica e l'evoluzione narrativa del cinema contemporaneo può offrire, se nelle mani di un genio come Nolan, Dom dice di Mal, "la bussola è diventata la sua realtà." E' infatti un film che contiene un enigma avvolto in un altro enigma, e poi un altro ancora fino alla fine.

Inception” è un film dei Wachowski Starship, che si trasforma in un film di James Bond che si trasforma in un qualcosa di veramente speciale. Che Ken Watanabe abbia un make-up che ricorda molto la figura di età compresa tra l'anzianità e la decrepitudine di Keir Dullea in “2001: Odissea nello spazio” (1968) dovrebbe dire qualcosa, essendo visivamente un film molto molto kubrickiano.
Il cast di “Inception” è eccellente per come tutti insieme contribuiscano con energia apparentemente incurante ad un risultato di grande dinamismo e intensità. DiCaprio è adeguatamente sensibile come il protagonista dall'ineludibile senso di colpa che vediamo estratto dal suo sogno. Ellen Page è affascinante, come sempre, come la vera coscienza critica del film.
Ken Watanabe e Cillian Murphy sono convincenti e come sempre carismatici nei ruoli dei due uomini d'affari internazionali. E anche se il suo ruolo non è uguale al suo talento, Joseph Gordon-Levitt è in grado di impersonare bene l'uomo d'azione di Cobb.
Marion Cotillard è semplicemente appropriata nel ruolo chiave di Mal, inquietante come un personaggio femminile di Hitchcock, il quale ne avrebbe sicuramente fatto una delle sue eloquenti protagoniste.
Hans Zimmer contribuisce da par suo con una partitura musicale che difficilmente si dimentica (il brano finale “Time” da egli portato trionfalmente anche nei concerti, è sicuramente uno dei risultati più alti della sua intera, starbiliante carriera) e potrebbe mai essere più palpitante, di un livello non inferiore a quelle entusiasmanti composte per la trilogia nolaniana di “Batman”
Inception” è un tentativo orgoglioso e magistrale di deviare dalle solite tipologie di narrazione cinematografica da parte di Nolan, come già fu oltre dieci anni fa con “Memento”, senza mai annoiare o far desiderare che il suo film dalla considerevole durata fosse raccorciato, ognuno avrebbe anzi voluto, mai come in questo caso, non svegliarsi e che i sogni continuassero.

Durante la produzione, i dettagli della trama del film sono stati tenuti segreti. Nolan che come suo solito ha anche scritto la sceneggiatura, cripticamente lo ha descritto come un contemporaneo sci-fi thriller d'azione ", situato all'interno dell'architettura della mente."

AFI Awards, Stati Uniti d'America Anno 2010 Ha Vinto l'AFI Film Award come AFI Film dell'anno
a Christopher Nolan

Academy Awards, Usa Anno 2011 Ha Vinto l'Oscar per la Migliore fotografia aWally Pfister
Miglior contributo nell'editing del suono aRichard King
Miglior contributo nel missaggio del suonoLora Hirschberg
Gary Rizzo
Ed Novick
I migliori effetti visivi Chris Courbould
Andrew Lockley
Pete Bebb Paul J- Franklin
Nomination all' Oscar Per il Miglior contributo nelle scenografie

James Franco era in trattative con Nolan per interpretare Arthur, ma in ultima analisi, non fu disponibile a causa di conflitti di lavoro con altri film.

Lo stile labirintico del logo del film ricorda il logo della Syncopy la società di produzione di Nolan.

Evan Rachel Wood venne scelta da Nolan come la prima interprete di Arianna, ma ella lo rifiutò. Prima che a Ellen Page fosse stato offerto e da lei accettato il ruolo, Nolan considerò Emily Blunt, Rachel McAdams, Emma Roberts, Jessy Schramm, Taylor Swift e Carey Mulligan

Primo film e primo lungometraggio, per Nolan che non è un sequel , ma è un lavoro del tutto originale. Tutti i suoi film sono o remake o basati su fumetti, romanzi o racconti.

The Hollywood Reporter ha riferito che a Brad Pitt e Will Smith era stato separatamente offerto il ruolo di Cobb, ma entrambi gli attori rifiutarono.

Nolan ha prima presentato il progetto del film alla Warner Bros. dopo il completamento del suo terzo lungometraggio,”Insomnia”, ed è stata accolto con approvazione da parte dello studio. Tuttavia, non era stato ancora scritto, al momento, e Nolan decise che piuttosto che scrivere come su di un incarico, il che non sarebbe stato più adatto al suo stile di lavoro, se l''è scritto come una sceneggiatura e poi presentata allo studio una volta che venne completata. Così se ne andò a scrivere, pensando ci sarebbe voluto "Un paio di mesi", ma alla fine ci sono voluti quasi otto anni.

Ci sono un totale di cinque candidati all'Academy Award nel cast ( Tom Berenger, Leonardo DiCaprio, Pete Postlethwaite, Ken Watanabe, Ellen Page), e due premi Oscar ( Michael Caine e Marillon Cotillard).

La canzone di Edith Piaf "Non, je ne regrette rien" è stata utilizzata come canzone nel film. Marion Cotillard aveva interpretato la Piaf in"La Vie en Rose” . Nolan ha dichiarato che si e trattato di "pura coincidenza". Dopo che la Cotillard è stata lanciata da Nolan vi era stata l'idea di cambiare la canzone per eliminare la speculazione su questo argomento, ma il compositore Hans Zimmer lo convinse a tenerla.

Il cast comprende un gran numero di attori protagonisti che hanno iniziato nel cinema e nella TV da bambini: Leonardo DiCaprio prima cominciò ad apparire in televisione, anche come interprete regolare in “Fra nonni e nipoti” e “Genitori in Blue-jeans” come un giovane adolescente, Joseph- Gordon Levitt aveva avuto i suoi primi ruoli televisivi prima all'età di sette anni, da dieci anni invece, Ellen Page aveva iniziato come regolare nella serie “Pit Pony”, e mentre era ancora all'asilo, Lukas Haas fece il suo debutto cinematografico in “Testament”.

"Yusuf" è la forma araba di "Joseph", la figura biblica nella Genesi 37-50, che aveva il dono di interpretare i sogni. Sarebbe stato venduto dai suoi fratelli in schiavitù. Attraverso il suo dono nella interpretazione dei sogni ha aiutato il Faraone a prepararsi per il disastro dei "sette anni di vacche magre" ed è stato ricompensato di conseguenza. La stessa storia è raccontata nel Corano.

I poster del film sono state spediti ai teatri con il titolo sotto la "clessidra".

Contrariamente a quanto si crede, Hans Zimmer non ha composto la musica che appare nel terzo trailer per questo film. Il brano, intitolato "Heist Mind", venne in realtà composto da Zack Hemsey.

Le "scale" (Penrose con una donna perennemente a raccogliere documenti) che Arthur mostra ad Arianna sono un riferimento a una stampa in litografia dal grafico olandese MC Fisher . La stampa è di solito chiamata "Ascesa e discesa" o "La scala a infinita", e fu stampata nel Marzo 1960, Escher è noto per i suoi disegni che esplorano le illusioni ottiche e le architetture reali o matematiche, ed i principi filosofici resi in modi fantastici.

Secondo il direttore della fotografia Wally Pfister, i dirigenti della Warner Brothers avvicinarono Nolan con l'idea di fare il film in 3D, ma egli rifiutò l'idea, affermando che "Si sarebbe distratta l'esperienza narrativa di Inception".

Successivamente, ha stimabilmente rifiutato di realizzare in 3D anche “Il Cavaliere oscuro-Il Ritorno” , preferendo girarlo quasi interamente laddove possibile nello spettacolarissimo formato IMAX a 65 mm.

Proprio come il precedente film di Nolan"Il Cavaliere oscuro” , nessuna squadra della seconda unità è stata assunta per fare il film. Tutte le sequenze sono stati girate da Nolan stesso con il suo solito DP Wally Pfister.

Joseph-Gordon Levitt ha eseguito tutte le acrobazie, ma in una di queste durante la scena di lotta nel corridoio si è rotto un'emorroide.

Proprio come il personaggio di Cillian Murphy si chiama Robert Fischer in omaggio al campione di scacchi il giocatore Bobby Fisher, il personaggio di suo padre ( Pete Postlethwaite) si chiama Maurice Fischer come un omaggio all' artista M.C. Fisher (nome completo Maurits Cornelis Escher), la cui arte è stata chiaramente una fonte d'ispirazione per molti degli effetti speciali del film.

I lenti, lugubri, suoni di trombone a tutto volume nel tema principale della colonna sonora del film sono in realtà basati su una versione estremamente rallentata delle veloci, acute trombe all'inizio della canzone di Edith Piaf "Non, je ne regrette rien", che è utilizzata come un elemento della trama nel film. Inoltre, quando la musica è sentita da qualcuno che è attualmente all'interno di un sogno, la musica è percepita come rallentata. Così, il tema principale della colonna sonora è quasi esattamente ciò che l'inizio di "Non, je ne regrette rien" suonerebbe come sognato-. Questo stratagemma tematico viene portato alla sua logica conclusione quando la canzone si sente alla fine dei crediti, segnalando che il pubblico si sta per ''svegliare'' dal film.

Le sedie a botte nella sala da pranzo di Saito sono state progettate da Frank Lloyd Wright nel 1937 per Wingspread, la casa di Herbert Johnson nel Wisconsin. Saito si mette alla testa del tavolo in una copia della Cattedra di Willow progettata da Charles Rennie Mackintosh nel 1903. Questo gioca ulterioriormente ul tema architettonico che è prevalente per tutto il film.

Arianna, nella mitologia greca, era la figlia del re Minosse di Creta e della sua regina, Pasifae. Ella ha aiutato Teseo a superare il labirinto del Minotauro dandogli un gomitolo di filo rosso vello che era srotolato, in modo da poter trovare l'uscita del labirinto del Minotauro. Il nome è anche un riferimento alla rielaborazione di Hugo von Hofmannsthal del mito di Richard Strauss, nell'opera diretta per il Metropolitan Theater Opera Ariadne and Naxos” L'opera è un gioco all'interno di un gioco, così come il film è un sogno dentro un sogno.

Il film ha circa 500 inquadrature.

Il quinto film di Nolan (su sette) ad entrare nella Top IMDb 250, insieme a “Memento”, “Batman Begins”, “The Prestige”, “Il Cavaliere oscuro”.

Il personaggio di Eames prende il nome da Charles e Ray Eames una coppia di coniugi ben nota nel campo del design del mobile, dell' architettura di edifici all'avanguardia sui quali c'è un documentario cinematografico.

Quando spiega perché pensa che l'impianto di un'idea non è possibile, Arthur dice a Saito "Non pensare a degli elefanti" per fargli effettivamente pensare a loro e quindi "inserire" un'idea nella sua mente. Il dialogo è un riferimento al titolo di un famoso libro di semantica cognitiva, 'Non pensare a un elefante'' di George Lakoff. Il libro descrive l' inquadratura concettuale, l'uso di alcune parole da inserire letteralmente in alcune idee su un argomento nella mente dell'ascoltatore in un modo surrettizio, ad esempio, l'impianto dell'idea che le tasse sono una cosa negativa utilizzando la frase "Sgravi fiscali".

Il personaggio di Marion Cotillard si chiama “Mal”, abbreviazione del nome di “Malorie' ', un nome che deriva dalla parola francese “Malheur '', che significa sfortuna o infelicità. ''Mal'' la versione più corta significa sbagliato / male o il male (quando un sostantivo) in francese, così come alcuni altri linguaggi basati latino.

Una traduzione diretta del testo per la canzone "Non, je ne regrette rien" interpretata da Edith Piaf è: "Non rimpiango nulla / no, non ho rimpianti / mi dispiace né per le cose buone che sono state fatte da me, né per le cose cattive / Sono tutte uguali a me / passato ...Ti è stato pagato, spazzato via, dimenticato / non mi importa più del passato/ ho impostato i miei ricordi sul fuoco / I miei tormenti e le mie gioie / Non ho più bisogno di loro / Travolti nelle agonie dell'amore / Spazzati via per sempre, sto ricominciando con niente ... " Nolan ne ha fatto un punto di dire che ha scelto la canzone appositamente per il film, che è fortemente interessata con l'effetto di ricordi sulla psiche, e in particolare l'effetto disastroso che ha il non lasciar andare i ricordi di un amore sbagliato che se ne è andato può avere sul subconscio - esattamente ciò di cui la canzone parla. Degni di nota: nell'originale francese, "Non mi dispiace né per le cose buone fatte da me, né per le cose cattive" è "Ni le bien qu'on m'a fait ni Le Mal," e poiché la moglie di Cobb si chiama Mal, essa dona alla canzone un doppio significato.

Il personaggio di Cobb in questo film è un architetto. L'attore Alex Haw, che ha interpretato anche un altro personaggio di nome Cobb nel film precedente di Nolan e pure di quello in seguito, è in realtà un architetto nella vita reale.

Joseph- Gordon Levitt è andato al suo provino, dopo un breve riassunto del personaggio, indossando un abito completo "giusto nel caso", senza saperlo, corrispondente perfettamente al guardaroba del suo personaggio.

Il totem di Mal, una trottola, è (probabilmente) un riferimento all'anello della storia di Clifford D. Samek “Around the Sun” in cui viene utilizzata la trottola come un modo per passare da una Terra parallela ad un altra (per il modo di aiutare la concentrazione dei passeggeri).

Il ruolo di Saito è stato scritto esclusivamente per Ken Watanabe, perché Christopher Nolan ha ritenuto che anche se era apparso in "Batman Begins”, non aveva avuto molto tempo sullo schermo, e quindi doveva essergli dato un ruolo più importante di sostegno.

Il formato IMAX da 65 millimetri è stato in precedenza considerato, come quello usato in “Il Cavaliere oscuro” ma in seguito escluso a causa del vasto utilizzo della cinepresa a mano durante le riprese. Grazie al suo peso, non può essere utilizzata a mano libera.

L'esterno della fortezza nella neve di Fischer si basa su, e in realtà contiene alcuni elementi, della Biblioteca Geisel presso l'Università della California, San Diego, progettata dal famoso architetto futurista William L. Pereira

In un'intervista a ''Entertainment Weekly'', Nolan ha spiegato che la base dei ruoli del film è simile ai ruoli che vengono utilizzati nel cinema - Cobb è il regista, Arthur è il produttore, Arianna è la scenografa, Eames è l'attore, Saito è lo studio, e Fischer è il pubblico. "Nel tentativo di scrivere un cast basato sul processo creativo, ho scritto quello che so", ha detto Nolan.

Una serie di numeri continua ad apparire: il numero che Fischer dà a Cobb / Arthur è 528491, Le due camere utilizzate sono le stanze 528 e 491, il numero che Eames (come una donna) dà a Fischer è il 528-491, la combinazione della camera blindata inizia con 52, e la combinazione della cassaforte è 528-491. Questo è tutto per rinforzare l'importanza dei numeri per tutto il film.

Il tempo di durata di 2 ore 28 min è un riferimento alla lunghezza originale della canzone di Edith Piaf "Non, je ne regrette rien", che dura (alla sua prima edizione registrata) 2 minuti 28 secondi.

Vi è una serie di numeri che continuano ad apparire, sulla parte anteriore del treno il numero è 3502, il numero di taxi è 2305 e il numero della camera dell'hotel è 5302.

Nonostante il nome di rilievo, Michael Caine ottiene solo tre minuti di tempo sullo schermo.

Kate Winslet venne avvicinata per il ruolo di Mal, ma rifiutò, adducendo che non poteva vedere se stessa come il personaggio.

La parola "Cobol" da Cobol Engineering, la società in cui Dom Cobb ha lavorato, è in realtà un linguaggio di alto livello per l'elaborazione di dati aziendali.

Quando Cobb ha dato la prova del puzzle di Arianna, la soluzione finale di Arianna era un diagramma de “Il labirinto del re Minosse''. Arianna è il nome della figlia del re Minosse nella stessa mitologia.

Nella scena della città al primo livello del sogno con Fischer, il motto dello Stato sulle targhe delle auto recita: "Lo Stato alternativo".

Nella scena in cui vediamo anzitutto Cobb e Miles, il personaggio di Cobb parla di "L'Estradizione tra la Francia e gli Stati Uniti è un incubo burocratico." In “Prova a prendermi”, Leonardo Di Caprio interpreta un personaggio che viene arrestato in Francia ed estradato negli Stati Uniti.

L'obiettivo principale di Dom Cobb è quello di tornare a casa. Il suo nome, Dom, letteralmente significa ''casa'' in polacco. La radice della parola "* dom" deriva dalla parola latina "Domus". Parole come ''addomesticato'' e ''domicilio'' tutti condividono la stessa "* dom" radice.

Arianna fa la sua prima comparsa quando è chiamata a creare labirinti. Lei prende il nome da un personaggio della mitologia greca che ha aiutato Teseo a trovare la sua via d'uscita dal labirinto dopo aver ucciso il Minotauro.

Se si prendono le prime lettere dei nomi dei protagonisti - Dom, Robert, Eames, Arthur, Mal e Saito - si scrive "Dreams". Se si aggiunge Pietro, Arianna e Yusuf, il tutto rende "Dreams Pay/Sogni a Pagamento", che è quello che fanno per un ladro di menti.

Ci sono 399 domande poste nel film, tra cui "domande ricorrenti" (cioè – "Il Subconscio è motivato dalle emozioni, no?"). Cobb precede tutti i personaggi con 113, seguito da Ariadne (93), poi Arthur (44).

Nella mitologia greca, Arianna aiuta Teseo ad uccidere il Minotauro, fornendolo di una spada sacra e una stringa per trovare la strada e trarlo fuori dalla sua trappola - un labirinto.

All'inizio del film, durante la conversazione tra Cobb e Mal in una stanza all'interno della proprietà di Saito, c'è un commento di Mal su un dipinto sullo sfondo. Cobb risponde affermando che Saito "Ha un debole per i pittori inglesi del dopoguerra". Questo si riferisce al pittore, Francis Bacon. Il dipinto, "Studio per la testa di George Dyer", è in ricordo del suo amante, che dipinse molto tempo dopo la morte di Dyer per perpetuare la sua memoria.

Uno dei famosi "treni proiettile" giapponesi si vede all'inizio del film. Si tratta di uno Shinkansen Serie 700 sulla linea Tokaido da Tokyo a Osaka. Il suo caratteristico naso a "becco d'anatra" ,il design della coda contribuisce a ridurre l'effetto pistone pneumatico, mentre il treno entra nel tunnel ad alta velocità.

Uno dei motivi per cui Nolan ha scelto Tom Hardy nel cast come Eames è stato per la sua performance nel film “RocknRolla”. Hardy ha dichiarato che aveva pensato di essere stato scelto per il suo ruolo in “Bronson”. Ed e' arrivato sul set solo per scoprire che Nolan non aveva mai visto “Bronson”.

L'assalto armato degli uomini in tenuta mimetica bianca alla Fortezza nella neve di Fischer, è un omaggio più che dichiarato da parte di Nolan ad una sequenza magistrale d'azione nel pre-f inale di “Agente 007- Al Servizio segreto di Sua Maestà”(James Bond 007 -On Her Majestic Secret Service) (1969) di Peter Hunt, formidabile montatore del cinema inglese, quando James Bond/George Lazenby assalta il rifugio blindato sulle Alpi di Ernst Stavro Blofeld/Telly Savalas.


Cameo

Miranda Nolan, cugina di Nolan appare come un assistente di volo.


Marchio del regista

Christopher Nolan : [la borsa di Murphy ] Il terzo film di Nolan in cinque anni in cui un personaggio di Cillian Murphy spende una parte significativa del suo tempo sullo schermo con un sacchetto di stoffa sopra la testa.

Napoleone Wilson


























9 commenti:

  1. Bellissimo. Per me da olimpo.
    Sui numeri, che lo dica imdb o altro non penso sia così, non è per rinforzare l'importanza dei numeri.. perché il film dice che sono importanti i numeri?.. semplicemente Fischer dice dei numeri a caso, e poi nei vari livelli del sogno quei numeri che sono comunque nell'inconscio di Fischer e dei personaggi, vengono a galla, diventando infine i numeri della combinazione della cassaforte.

    SPOILER: Non ho mai capito una cosa, spero qualcuno riesca a spiegarmela, Fischer nel terzo livello (quello sulla neve) muore, finisce quindi nel limbo, dove cobb va a riprenderlo, e così una volta ripreso torna in vita.. Perché? Perché torna in vita? era morto!

    RispondiElimina
  2. per me no, Partenone va bene, ma poi mi rimetterò alla maggioranza, come sempre :)

    film eccezionale sotto ogni punto di vista (è proprio Nolan ad essere da Olimpo, su questo...) tranne uno a mio parere: eccessivamente complesso, perlomeno per QI medi come il mio. al terzo livello mi sono rintronato, perdendo il filo con le vicende umane.

    RispondiElimina
  3. Complesso si, però almeno per me meno di memento.. Si è Nolan da olimpo! tutti i suoi film sono grandiosi.. tranne Insomnia che, infatti, non l'ha scritto lui..

    RispondiElimina
  4. il problema per me è proprio che è un film per quozienti medi,visto che il mio è un quoziente medio basso più tendente al piano terra,non ci ho capito praticamente una fava,eppure nolan mi garba parecchio e di solito lo comprendo.

    RispondiElimina
  5. WOW! Questo film mi ha letteralmente sflesciato. Ed è uno dei film che ci conferma che Di Caprio non è solo un "belloccio", malgrado la sua faccia d'angelo c'è una grande capacità recitativa.

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutti. E "The Prestige"...?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche The prestige lo metterei nell'olimpo! Assolutamente grandioso :)
      Bellissimo anche l'inserimento di Edison E Tesla.

      Elimina
  7. Un film decisamente molto bello ma, per me, molto sopravvalutato. Troppe riflessioni, e non tutte vengono portate al giusto concepimento. Senza contare che la parte dello 'spiegone dei sogni' toglie molto ritmo alla pellicola.
    Regia impeccabile, comunque. Da quel punto d vista Nolan mostra tutto il suo estremo talento.

    RispondiElimina
  8. Nolan è un Autore che usa il cinema popolare e di grandi incassi,con un gusto personalissimo e suggestivo.Rimango sempre stregato dalla sua bravura e dal suo talento
    Già con Following si era imposto come nome fondamentale per il cinema a venire e dell'avvenire

    RispondiElimina