martedì 27 aprile 2010

Accident

3
2009, Soi Cheang.

La Mente è il leader di un piccolo gruppo criminale che organizza incidenti apparentemente casuali, in realtà pianificati ed organizzati con millimetrica precisione. Sono omicidi spettacolari, ancora di più se si pensa alla caotica Hong Kong in cui avvengono e dove organizzare quel puzzle di eventi sembra impossibile.

Fila tutto liscio fino a quando un membro della banda, proprio durante un'azione, diventa lui stesso vittima di un rovinoso incidente causato da un pullman. Contestualmente l'appartamento della Mente viene svaligiato, la cassaforte piena dei soldi dei colpi effettuati svuotata. Immediatamente la Mente pensa di essere vittima di tradimenti da parte degli altri membri della banda, in accordo con un assicuratore. E' l'inizio di un delirio, di nessuno più ci si può fidare...

E' una trama che dopo l'incidente del pullman diventa decisamente complessa. La Mente vive il presente e continua a rivivere il passato come in una costante allucinazione, le relazioni fra gli eventi diventano complesse. Non è nemmeno del tutto chiaro se il presunto complotto ai suoi danni è reale o, come penso, immaginario.

Un bel thriller, da godere.
Non siamo ai livelli stratosferici di "Dog Bite Dog", film incredibile, ma Soi Cheang, qui prodotto da un certo Johnnie To, si conferma regista geniale.

3 commenti:

  1. Guardato.
    Roby... questo film è pessimo.

    RispondiElimina
  2. a Venezia è stato abbastanza apprezzato, ma i gusti son gusti :)

    RispondiElimina
  3. Me lo sto procurando uora uora.

    RispondiElimina