lunedì 5 aprile 2010

Gli onorevoli

2
1963, Sergio Corbucci.

Franca Valeri interpreta una candidata DC, femminista con moderazione, essenzialmente arrivista, si muove con agilità fra intrighi orditi ai suoi danni. Gino Cervi è Rossani Breschi candidato del PLI ed editore dello scrittore Saverio Fallopponi attivista del PCI, ha un elettorato d'alta borghesia. Peppino De Filippo è candidato del MSI e viene ridicolizzato da Walter Chiari che, suo regista per la tribuna politica televisiva, lo trucca come un trans di strada.

Film sostanzialmente ad episodi, solo che vengono proposti in più riprese alternativamente. Intorno ai personaggi citati tutto l'entourage tipico, tra strilloni, comizi, aperitivi, propagande varie... tanti luoghi comuni oggi che allora sputtanarli così non era proprio banale.

Il pezzo forte che ha reso celebre questo film è, occorre dirlo?, il mitico ANTONIO LA TRIPPA, candidato dell'inesistente Partito della Restaurazione, interpretato da Totò.
Tromba con la sveglia da caserma alle 7 di mattina anche di domenica per tutto il condominio, tappezzato coi suoi manifesti. Poi dalla finestra del bagno con un enorme imbuto ad urlare ITALIANIIIIII !! VOTATE ANTONIO LA TRIPPA !! ed il tormentone "votantonio-votantonio-votantonio" che ripete in continuazione. TOTO' E' UN GENIO e qui sono io che urlo.
Il povero La Trippa quando si recherà a Roccasecca per il suo comizio, paese dove riceverà quasi certamente un plebiscito, scoprirà le macchinazioni che ci sono dietro la politicaccia infame che ancor non ci difetta. Povero perché, per quanto insopportabile e anacronistico nei modi, era animato da un sano ed onesto spirito di mettersi al servizio del popolo, e invece... Durante il suo discorso sarà encomiabile.

Il film nel complesso non è proprio una meraviglia, ma Antonio La Trippa è e sarà sine die una Leggenda.


2 commenti:

  1. TOTO' E' UN GENIO lo urlo pure io. E mi par di ricordare momenti di spassoso turpiloquio anche a casa Cervi-Rossani Breschi, in un film tutto sommato più che gradevole. Grazie per avermelo riportato alla mente!

    RispondiElimina