giovedì 22 aprile 2010

Vargtimmen - L'ora del lupo

3
1968, Ingmar Bergman.

L'ora del lupo secondo una tradizione è quella che precede l'alba e nella quale si fanno anche i peggiori incubi. Il pittore Johan però da molto tempo quell'ora la vive da desto, e non per questo si fa mancare gli incubi, anzi da tempo vive di spettri ed allucinazioni anche in pieno giorno, da quando non riesce più a dormire se non qualche ora la mattina dopo aver trascorso la notte in piedi.

Da tempo si è trasferito a vivere su un'isola insieme alla compagna Alma e in un romitismo di coppia consuma una malattia della quale è cosciente ma non è chiaro se è fisica o mentale. A parte Alma mal sopporta la compagnia di chiunque e chiunque diventa un personaggio ai suoi occhi maligno e malevolo.

La bellissima locandina originale rispecchia un film intimo e cupo, un male di vivere endogeno e patogeno, che emerge progressivo e fatale come qualcosa covato da tempo. Quelle notti insonni sono incubi ad occhi aperti nei quali medita sul significato degli spettri che solo lui vede e tocca, coi quali interagisce nelle passeggiate solitarie in cerca di soggetti da ritrarre, e in questa autoanalisi ripercorre fatti anche della sua infanzia apparentemente insignificanti. Gli spettri vengono solo descritti dallo stesso pittore, mai rappresentati, e questo li rende persino più misteriosi, allegorici.

Ermetico e particolarissimo. A me è piaciuto da morire! Ma mi rendo conto che è per amatori, sia del genere che dello stesso regista. Il più difficile di quelli che ho visto di Bergman, il che è tutto dire. Avrei voluto fosse durato di più! Vivere nell'angoscia del pittore, nel terrore di Alma ormai consapevole di vivere isolata ed affianco ad uno squilibrato imprevedibile, con quella tecnica illustrativa che ti fa vedere quello che non si vede, è stato straordinario.
Se l'avessi visto senza titoli di testa e coda, e se non fosse stato interpretato da un cast che più bergmaniano non potrebbe essere (il superbo Max Von Sidow su tutti) l'avrei scambiato per un film di Linch.

3 commenti:

  1. devo vederlo assolutamente. :-/

    RispondiElimina
  2. non dimenticare poi di fare un salto a scrivere che ne pensi ;-)

    RispondiElimina
  3. capolavoro assoluto! ottima scelta rob, e bellissima rece...

    Un abbraccio

    RispondiElimina