mercoledì 19 luglio 2006

Miriam si sveglia a mezzanotte

4

1983, Tony Scott.

Questo film m'è piaciuto veramente molto, anche se non amo il genere horror.

E' semplicemente la storia di una donna a New York (Catherine Deneuve) con il segreto dell'immortalità, la quale però per alimentarsi deve nutrirsi di sangue umano da sui amanti. S'imbatterà per motivi vari in una dottoressa (Susan Sarandon) che studia le cause che provocano l'invecchiamento precoce, e da lì... .
Molto interessante la parte, diciamo, tecnico-scentifica.

Cruenza e violenze varie, unite a uno splendido montaggio, regia e fotografia (il film si svolge quasi tutto in plumbei notturni) non fanno mai perdere di vista il mistero della vita, dell'orologio interno che in ogni essere umano ne regola la durata... veramente bello.
Visto quanto accade, la voglia di vivere eternamente te la fanno proprio scappare.

Encomio particolare per le musiche, sia per quelle classiche e d'opera utilizzate, sia per il "dark-pop alla Lou Reed" (non saprei come definirlo meglio) delle scene più toste. In realtà a cantare è David Bowie, che è anche attore nel film, e canta proprio come Lou Reed (non a caso all'inizio della sua carriera ne era un suo corista, vedi album di L.R. "Transformer").

4 commenti:

  1. Visto la notizia di oggi, ho cercato che film hai recensito di Tony Scott. Solo questa, il suo primo film. E che leggo????

    "anche se non amo il genere horror."

    Da quel luglio 2006 ne è passata davvero tanta di pellicola davanti ai tuoi occhi, eh? :)

    Non ho visto molti film di Tony, ma mi son piaciuti top gun, the fan e True romance. e ho letto che è bello allarme rosso.. magari in futuro una nuova rece ci stà :)

    RispondiElimina
  2. ahah! tantissima pellicola!
    eh, che vuoi fare Gus, sono un "ragazzino" in piena crescita e ai tempi quella era la verità, non potevo scrivere altro.

    salvo imprevisti, domani esce una rece commemorativa, sempre che mi arriva il film per tempo

    RispondiElimina
  3. Eh il cinema porta ad amare altro cinema, purché di vero cinema si parli :)

    RispondiElimina
  4. affermazione semplicemente da incorniciare!

    RispondiElimina