giovedì 6 luglio 2006

Oltre il Giardino

0

1979, Hal Ashby.

Peter Sellers è il protagonista di questo che, secondo me, è un gran bel film.

E' la storia di Chance (il) Giardiniere. E' proprio un giardiniere ma poi nel corso degli eventi quella che era la sua professione diventa il suo cognome.
Vissuto sin dall'infanzia in un'unica famiglia, sempre all'interno delle mura domestiche, altro non ha fatto se non occuparsi del giardino. Molto poco capace mentalmente, non ha imparato a leggere e a scrivere e quando non si occupa delle piante non fa altro che guardare la televisione. Non sa veramente nulla della vita normale e anche i suoi sentimenti, le sue reazioni emotive, sono sempre sorprendenti.

Un giorno dovrà abbandonare quella casa. Si ritroverà per strada, a Washington, con la sola valigia in mano pur nei suoi abiti eleganti. Dopo qualche pittoresco incontro incoccerà nell'auto dell'uomo forse più ricco d'america, e da lì avrà inizio la sua fama...

Il film mette bene in risalto come un uomo semplice e poco dotato mentalmente possa paradossalmente acquistare fascino e credito persino tra persone potenti. Divertentissimo lo stupore di chi, cercando di scavare nel suo passato, non riesce a trovare nulla e in virtù di ciò ritiene possa essere, il meschino Chance, un uomo grandissimo.

Ci sono poi diversi spunti interessanti sui comportamenti umani

0 commenti:

Posta un commento