sabato 29 luglio 2006

Parole, parole, parole...

0

1997, Alain Resnais.

Film particolarissimo, leggero, divertente e interessante. Ha vinto, con merito, diversi premi tra cui un importante riconoscimento a Berlino.

La particolarità sta nell'uso di brevi brani tratti da canzoni (tra cui anche, appunto, "parole parole parole", cantata in francese però), utilizzati in playback dai protagonisti in sostituzione di brevi parti dei dialoghi. Il testo del brano cantato è fondamentale e funzionale al film, e compare tradotto in calce alle immagini.

Si svolge interamente a Parigi ed è la storia di diversi personaggi, delle loro piccole meschinità, debolezze, desideri e depressioni. Tra di loro, in modo fortuito, si creano diversi intrecci legati ad interessi o sentimenti, che uniti alle loro esperienze passate contribuiscono a creare le "diverse storie in una".

Film molto bello e originale.

0 commenti:

Posta un commento