domenica 21 febbraio 2010

L'orgoglio degli Amberson

2
1942, Orson Welles.

Una famiglia, gli Amberson, a fine '800 all'apice della prosperità, in america. Un unico figlio viziatissimo ed incorreggibile. Prima la morte del padre, poi il correre dietro a voci di paese, fomentate dalla zia gelosa che la madre sia il solo amore di Morgan, un industriale delle auto di grande successo, portano il figlio, che già non aveva fatto nulla per acquisire capacità professionali, a distruggere ogni possibile nuova speranza causa la sua possessività.

In un mondo che è cambiato senza che lui nemmeno se ne accorgesse, il ragazzo ormai uomo deve gettarsi nella mischia, lavorare...

Che splendida lettura del romanzo "The Magnificent Ambersons" che lo stesso Welles ci presenta negli, anch'essi raccontati ed illustrati, titoli di coda. Particolare e persino comica, molto ironica sulla vita delle persone, le loro ambizioni, le mode, l'inizio del film, una sorta di "presentazione" dell'epoca che vivevano i protagonisti. Poi la storia, inizialmente una specie di commedia, diventa sempre più cupa, con gli intrighi, le scomparse, le esistenzialiste domande che si pongono i protagonisti.

Recitazioni di gusto teatrale, tempi e riprese di un già grande Orson Welles solo al suo secondo film.
La versione originale, chissà che bellezza doveva essere, era di 131 minuti, sicuramente la storia sarebbe stata eviscerata con maggior dettaglio. E' introvabile, ma anche questa, quella che è rimasta ai grandi tagli, di 88 minuti, rimane un pezzo di Storia del Cinema.

Assolutamente da vedere.

2 commenti:

  1. Solo un commento veloce. Avanti che vai bene.
    Appena mi arriva il PC nuovo, ora sono in ufficio, vedrò di riapparire.
    Per cose più personali o non inerenti al cinema posso usare la tua gmail?
    E' vero che c'e' scritto "scrivimi" però preferisco bussare.
    Ciao orsonmic

    P.S. anche per me Zabriskie Point è una mappazza nonostante i Pink Floyd purtroppo sottoutilizzati rispetto a quello che avevano registrato

    RispondiElimina
  2. sì certo, tutte le mail che vuoi.
    OrsonMic è un nickname che ti dona decisamente! :)

    RispondiElimina