martedì 17 novembre 2009

Feast of love

7
2007, Robert Benton.

Non ho memoria di film che parlano d'Amore in modo così semplice, bello e romantico come questo, sono ancora affascinato dalla visione. Forse, come mi ha fatto notare una cara amica, sono in fase romantica. Strano però, perché personalmente... sarà l'inizio della vecchiaia, i sogni che ancora si vorrebbero realizzare.

L'amore, l'innamoramento, la pulsione sessuale e vitale, le sue regole non razionali che pure si vorrebbero coniare.
La frase: "Non si può dare la colpa a una persona per l'amore che prova" l'ho incorniciata, è lucida poesia e perfetta sintesi del film.

Non voglio raccontare nulla. La trama me la ricorderò facilmente guardando la locandina. D'altronde non sono un recensore, questo blog per me è semplicemente il diario di quello che vedo, un deposito di memorie.

Questo film ha rappresentato tutto ciò che intendo per Amore, che vorrei la mia vita potesse avere e non ha, che ha avuto solo a tratti, i più bei momenti che ricordo ovviamente. Si dà troppa poca importanza al rapporto di coppia, di qualsiasi coppia. Il maledetto buon senso fa vivere vite troppo cinicamente basate sul "sistemarsi", sullo "stare tranquilli", su cose insulse che non servono a niente, perdita di tempo, la vita dura davvero pochissimo e la cosa più grande che esista, più bella ed appagante, che fa vibrare il corpo, dà emozione, fa emergere l'umanità delle persone è l'Amore che anzitutto si prova per la persona amata che te lo ricambia. Quando questo cessa, che senso ha continuare, proseguire? Cosa si sta facendo?

Non è mostrato un mondo facile, solo un mondo dove, tra varie vittorie e sconfitte nei fatti materiali, l'immateriale sentimento più volte citato risulta vincente! E' questo che mi ha fatto davvero sballare della trama, che non ha nulla a che fare con sdolcinerie di bassa lega. Qua sono persone comunissime coi problemi più normali del mondo, di varie età e fasce sociali, che si confrontano continuamente col bisogno di amare, di seguire l'Amore come regola di vita, senza compromessi.

Bellissimo film, me lo ricorderò a lungo.

7 commenti:

  1. Ciao Roby! Questo tuo blog continua ad essere fonte inesauribile di scoperte e suggerimenti: mi ci avvicino sempre con il bloc-notes aperto! Non conoscevo questo film, ma il modo in cui ne parli è meraviglioso... Ed è bello quel che dici riguardo all'amore (appartengo alla stessa scuola di pensiero!) ed al tipo di amore che ti ha colpito di questo film. Le tue proposte - tra l'altro complimenti per la frequenza! - sono sempre, davvero interessanti e ottimamente scelte. Bravò!
    Ancora una piccola cosa: "L'uomo del treno" lo conosco; visto una sera tardi di un bel po' di tempo fa, mi era piaciuto un sacco senza che ne sapessi nulla - tantomeno che la regia fosse del molto interessante Leconte. Ecco un altro film della mia vita di prima, che dovrò mostrare alla mia bella... :-)
    Grazie per avermelo ricordato!
    Ciao!

    RispondiElimina
  2. Grazie Lu, sei sempre molto incoraggiante.
    Sto sfruttando un momento della mia vita che mi permette di darci dentro coi film, purtroppo non è sempre così... colgo l'attimo ;-)
    Questo film mi ha davvero stupito, ma tanto. Di solito solo a vedere una locandina come quella passo oltre... guardalo dai, sono curioso di sapere che ne pensi.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Ribadisco pur io: del film non so nulla e la locandina invero non m'attira, ma le cose che hai detto colpiscono nel segno. Sono bellissime.
    E resteranno tali anche se il film dovesse farmi schifo. ;)
    Lo guarderò. :)

    RispondiElimina
  4. tiro un sospiro di sollievo... per ora!
    attendo la tua sentenza, implacabile Bad :D

    RispondiElimina
  5. *Non voglio raccontare nulla. La trama me la ricorderò facilmente guardando la locandina.* Beh un film carino direi...pensavi che mi scappasse eh? Zaaac beccato anche questo. Morgan Freeman stupendo anche qua, oserei dire deus ex machia perfetto...

    *Dio nn ci odia, Henry, altrimenti nn ci avrebbe creato con un cuore così coraggioso*

    Segnati i FIORI DI KIRKUK

    RispondiElimina
  6. oooh, finalmente qualcuno che l'ha visto questo gioiellino, e chi poteva essere? ahah!
    sei una grande (romanticona) cara Laura :***

    RispondiElimina
  7. film segnato, dimenticavo...

    RispondiElimina