domenica 16 maggio 2010

Irina Palm

10
2007, Sam Garbarski.

La vedova Maggie è nonna di un bimbo con una grave malattia. Se non vola al più presto in Australia muore. Le cure vengono passate dal servizio sanitario, ma viaggio e permanenza sono a carico loro. Il figlio e la nuora non hanno soldi, Maggie nemmeno e nessuna banca è disposta a dargli prestiti. Occorrono 6mila sterline.

Girovagando per Londra trova un lavoro come hostess. E' diverso da quello che immaginava, d'altronde il luogo è un sexy-shop con annesse salette varie. Dopo breve titubanza Maggie accetta il lavoro: masturbare clienti del locale da dietro un pannello, i clienti pagano il gettone, infilano il pene in un foro e lei dall'altra parte provvede alla bisogna. In breve tempo, col nome d'arte Irina Palm consigliatole dal gestore del locale, diventa un'invisibile celebrità, è molto brava, ha una mano morbidissima. Riuscirà persino ad essere pagata in anticipo e dare i soldi al figlio per il nipote...

Ovviamente il segreto di Maggie non durerà a lungo. Dopo la consegna dei soldi il figlio la spierà. Anche le zabettissime vicine di casa faranno di tutto per sapere cosa nasconde. Ci saranno "soluzioni" imprevedibili, come imprevedibile è il rapporto che si viene a creare tra lei, sempre serena e pacata, ed il gestore del locale.

La storia di una persona splendida, scopertasi grande manipolatrice di cazzi, ambientata in periodo natalizio, uscita nei cinema sempre in periodo natalizio, con una storia di sottofondo che più natalizia non può essere col bambino malato, la famiglia povera, ecc. . M'ha fatto ridere e commuovere, e soprattutto non m'ha scandalizzato ma quanto deve averlo fatto nel nostro paesucolo ipocritamente bigotto e moralista! 5 paesi a produrlo: Belgio, Lussemburgo, Gran Bretagna, Germania, Francia. "Stranamente" all'italietta non l'hanno proposto.

Da noi ha incassato pochissimo, ed invece è un film che merita tantissimo. Maggie-Irina ha una dignità ed una moralità altissime. Chi non è morale è chi gli sta intorno: chi non paga le spese per curare il nipote, chi non le concede un prestito. E' tutto fatto così bene e con tanta semplicità da non richiedere sofisticate elucubrazioni.

L'interpretazione di Marianne Faithfull, brava cantante prima che attrice, è da encomio solenne, molto sentita. Metto in chiusura una sua splendida interpretazione.



10 commenti:

  1. Visto. Una grande Faithfull anche nel campo cinematografico. Concordo con la tua recensione.Il film non arriva mai ad essere volgare.
    In Italia c'è chi lo fa gratis.. per ricambiare favori e privilegi ;-)

    RispondiElimina
  2. vero ReAnto! ne ho scritto qua, blog dove t'invito ufficialmente a scoprire robydick-il-folle: http://robydickwritings.blogspot.com/2009/07/puttanescort.html ;-)

    RispondiElimina
  3. bellissimo sto film, veramente bello.

    RispondiElimina
  4. Una Faithfull commovente e da Oscar, per un film geniale che riesce a trasformare in Poesia le seghe a gettone, e a far capire come il vero torbido, il vero scabroso marciume di cui scandalizzarsi sono semmai le funzionarie di banca col cappellino di babbonatale che ti trattano come una merda perché non offri garanzie. Un film troppo tenero, intelligente e perfetto per avere grande successo nell'italietta lobotomizzata. Comincio anzi a pensare che NON avere successo in italiA possa essere un'onorificenza da evidenziare nelle locandine, con scritte del tipo "ORSO D'ORO, PALMA D'ARGENTO, NO SUCCESSO DI PUBBLICO IN LOBOTOM-ITALY"!!!!

    RispondiElimina
  5. sottoscrivo ogni tua parola Zio!
    nelle recensioni, e non sempre, mi contengo ma la tentazione di sparare alzo zero, come fai te e a ragion veduta, era altissima.
    ambientarlo a natale poi è stato un colpo di genio, non una provocazione ma un tributo all'amore sconfinato di Maggie.

    RispondiElimina
  6. Eccolo, finalmente! Mi unisco alla mia omonima nel ringraziarti. Ero sicura che ti sarebbe piaciuto.

    RispondiElimina
  7. be', ma ringrazio io voi, che diamine! :)

    grazia, mi raccomando, c'è una sorpresa per te martedì p.v., tu sai perché proprio martedì ma non dirlo qua ora ;-)

    grace, ho finalmente trovato il film da dedicarti, roba forte e mooolto pepata, preparati, ahah!

    RispondiElimina
  8. e sì che lo so purtroppo...
    attendo con ansia e questa volta non ho proprio idea di cosa potrà essere... ma di sicuro qualcosa di bello, vero?

    RispondiElimina