martedì 21 agosto 2007

Un mondo perfetto

4

1993, Clint Eastwood.

Evadono in 2 dal carcere. Comincia una fuga con inseguimento. Dopo poco resterà solo 1 fuggitivo, con l'ostaggio, un bambino figlio di una donna testimone di geova che conduce una vita piuttosto grama.

Tra i 2 nascerà un rapporto particolare ed ogni tappa della loro fuga sarà occasione per mettere in risalto qualche aspetto della vita e della morale di famiglia negli usa, nel texas in particolare.
Non ci saranno inseguimenti furibondi, tranne qualche piccolo episodio manca completamente la spettacolarizzazione della caccia all'uomo. Sarà soprattutto analisi psicologica, dei fuggitivi, degli inseguitori, ecc... .

Nulla da dire sull'interpretazione di Costner.
Un altro ottimo film di Eastwood.

4 commenti:

  1. Mi ricordo di averlo visto al cineforum della scuola. Mi è piaciuto molto, Eastwood conferma con ogni suo nuovo film di essere un gran regista. Finale potente.

    RispondiElimina
  2. uno dei pochissimi in cui ho apprezzato Costner ;-)

    RispondiElimina
  3. Eccomi, non potevo non commentare ancora il Clintone e su:) ricordati dei PONTI...mumble mumble. Comunque questo sembra un film di formazione( il tentativo da parte del protagonista di raddrizzare i rapporti umani) oltre che essere uno splendido on the road. Il mondo perfetto, secondo me...è rappresentato dagli occhi del bambino, occhi puri...in cui Kostner vorrebbe tornare.

    *Non sono un brav'uomo, ma nemmeno il peggiore...*

    RispondiElimina
  4. eh be', Clint non ha fallito un colpo. ;-)

    RispondiElimina