mercoledì 29 agosto 2007

Il silenzio sul mare

0

1992, Takeshi Kitano.

Shigheru è un giovane che vive in case popolari, fa il netturbino e il camion sul quale lavora costeggia il mare. Il mare è un richiamo costante per lui, come se fosse l'unico suono che realmente riesce a percepire dentro di sé. Shigheru è sordomuto, e lo è anche la sua piccola fidanzatina.

Un giorno vede una tavola da surf rotta tra i rifiuti, la ripara e comincia ad andare a fare surf, con ostinazione e volontà d'imparare. Ci riuscirà e con l'aiuto di altri diventerà così bravo da poter addirittura partecipare a delle gare, fino a quando, infine, il silenzio calerà anche sul mare.

Storiella alla japanese, insomma, carina ma niente di più.
Il film è apprezzabile soprattutto da chi, come me, ama particolarmente le regie essenziali di Kitano. Musiche minimaliste al piano, al solito, belle ed adatte.

0 commenti:

Posta un commento