giovedì 28 gennaio 2010

Necromentia

8
2009, Pearry Reginald Teo.

Ogni tanto mi tengo in esercizio con del sangue colante, pezzi di corpo straziati, sbrandellamenti vari. Qui potremmo dire che si pratica del body-painting col rasoio e del piercing estremo, per semplificare. Nulla di cui impressionarsi eccessivamente.

M'incuriosiva che fosse stato presentato (non in concorso) a Cannes, festival che a quanto pare vuole diventare sempre più eclettico, e non ho resistito alla tentazione...

La trama risulterà essere molto più interessante di quanto non possa apparire dalla locandina e dallo splatteroso incipit. Tra necrofilia, necromanzia e deliri di un eroinomane che di mestiere fa il torturatore a pagamento, le storie di tre personaggi non proprio limpidissimi s'intrecciano a sinusoide per tutta la durata e solo all'ultima scena la trama si dispiegherà per intero.

Mi ha svagato e disimpegnato un po', una calata all'inferno che i personaggi in qualche modo frequentano. C'è un meraviglioso uomo obeso legato a del filo spinato con la testa di maiale e cateteri spurganti, istigatore al suicidio, che ispira grande simpatia.

Ottimo per una serata brividosa, magari mentre ci si gusta del filetto crudo con un bel bicchiere di Nebbiolo.

8 commenti:

  1. In effetti è un film per passare la serata. Mi sono divertito di più con "Trailer park of terror": sano horror con tette, splatter, battute e rock n' rooooll!!!:))

    RispondiElimina
  2. ciao vitone! ti aspettavo, su questo genere di film tengo molto di conto il tuo giudizio. :)
    vedremo anche "trailer" per la prossima serata di relax.

    RispondiElimina
  3. devi ammettere che le locandine sono fantastiche, non sapevo quale scegliere delle due.

    RispondiElimina
  4. Sì sì! Le locandine sono molto belle :)La trama non è neanche male, credo che il film abbia troppe parti in stile "onirico". Lo immaginavo molto più gore.
    Riguardo a trailer ti dico solo una cosa:"massaaaage? no happy end?" hihiihihihhi;)

    RispondiElimina
  5. concordo riguardo all'onirico.
    riguardo invece alla tua opera di stimolo nel guardare horror, con me ed altri, ti definirei:
    Vitone il Grande Ingrifatore
    ahah!

    RispondiElimina
  6. Filetto e Nebbiolo? Non Chianti e fave???

    OT: Come richiesto vengo ad avvisarti del nuovo questionario del Torneo.
    http://iltorneodeglioscar.blogspot.com/2010/01/le-nomination-del-2001.html

    RispondiElimina
  7. wow questo lo recupero di volata

    RispondiElimina