sabato 2 gennaio 2010

I love Radio Rock

3

2009, Richard Curtis.

Ispirandosi, senza pretese storiche, alla vicenda di Radio Caroline, Curtis s'inventa una divertentissima commedia che altro non è se non un omaggio all'avvento della musica rock, a quello che ha significato per una generazione e quelle a seguire, simbolo di una rivoluzione culturale che partita dall'america e dall'inghilterra ha coinvolto l'intero pianeta.

1966. Su una barca al largo dell'inghilterra per evitare controlli, Radio Rock "pirata" trasmette musica pop, rock, soul, blues, 24 ore su 24 senza sosta. Sulla barca sono ammessi solo uomini per evitare problemi, fa eccezione una lesbica, appunto. C'è il classico clima sex & drug & rock 'n roll, ogni tanto barche di fan femminili arrivano ad allietare l'ambiente.

Questa musica "sodomita e pornografica" è amatissima da giovani e non, dà gioia e compagnia anche grazie a dj spregiudicati e sboccati (tutti i tabù devono crollare!) che trasmettono anche le vicende private all'interno della barca. All'establishment politico non garba, se ne inventeranno di ogni per ostacolarne la sopravvivenza, ma i nostri eroi riusciranno sempre a svicolarla, fino a che... finale pirotecnico.

Tra qualche pausa rammollente e qualche fesseria scontata, compreso uno scolastico "oh capitano mio capitano", molto poche fortunatamente, scorre un film davvero divertente, scanzonatorio, pieno d'allegria, adatto a tutti e con una colonna sonora che è dovere procurarsi, ottima compilation della musica dei tempi (con qualche "cappellata" storica che ho beccato personalmente: Father and son di Cat Stevens, che compare nel finale anche se come accompagnamento, non è trasmessa dalla radio, è del 1970).

Ma insomma dai, non stiamo a fare la pulci a questo simpaticissimo film che, mi auguro, sia riuscito a presentare anche alle attuali generazioni la splendida musica di quegli anni ispirati ed anche l'importanza che ha avuto.

Godetevi la visione e... buon rock a tutti!

3 commenti:

  1. Simpaticcissimo, veramente.

    RispondiElimina
  2. Non le facciamo proprio le pulci. Un film spettacolo, veramente carino e con il suo perchè...e poi io ce l'ho in dvd, tanto per la cronaca. vabbè oggi ne metto solo una e sotto questa recensione.

    *Non è semplice essere forti, ma è forte essere semplici!*

    RispondiElimina
  3. citazione da baci perugina oggi! :D
    una bella visione, e tanta musica!

    RispondiElimina