domenica 6 dicembre 2009

Toto le héros - Un eroe di fine millennio

1

1991, Jaco Van Dormael.

Thomas che si autoproclama "Toto l'eroe" lo troviamo anziano in un ospizio ma la sua mente naviga nel tempo in continuazione e con flashback temporali in ordine cronologico sparso a seconda delle sensazioni che prova. Veniamo così a conoscenza della sua vita, dei personaggi che ha amato e odiato sin dalla culla d'ospedale dove, durante un incendio che causò l'evacuazione caotica, a suo parere fu scambiato da sua madre e da quella del suo "nemico" Alex che fino all'ultimo immaginerà di uccidere.

Struttura da grande romanzo dell'800 con continue sorprese divertenti a volte e drammatiche molto più spesso, pur essendo Toto decisamente un personaggio comune. La perdita del padre che rompe l'idillio familiare, le umiliazioni degli amici che lo chiamano "patata lessa", l'innamoramento fatale per la sorella che lui non considera tale che poi morirà bambina, il fratellino down Celestino, e tanto altro in continuo sbalzare la trama tra ricordi reali ed immaginifici. Un piccolo eroe comune che ha vissuto sempre con enfasi tutto, con una memoria straordinaria che non vuole morire nemmeno nelle sue ceneri.

Ho dipanato volutamente poco la trama perché ve la lascio godere.
Con una fotografia ed una regia grandiose, questo film è davvero bello, anzi: bellissimo!
Se amate la letteratura dell'800 come me vi stupirà.

1 commento:

  1. Questo vorrei recuperarlo. Quantomeno per crearmi un minimo di background prima della visione di "Mr. Nobody".

    RispondiElimina