domenica 20 dicembre 2009

Gone baby gone

8
2007, Ben Affleck.

Una bambina viene rapita, in un quartiere americano che fa tanto paese. 2 giovani ragazzi che vivono insieme vengono chiamati dalla nonna ad indagare, sono specializzati nel rintracciare persone scomparse, in particolare nel quartiere che conoscono bene,
ma solitamente cercano per motivi più futili mentre i bambini quando spariscono quasi sempre vengono ritrovati morti, è altra questione. Ad ogni modo accettano, cominciano a collaborare con la polizia, hanno buone tracce ma all'incontro per il rilascio da parte di presunti rapitori la bambina cade in un laghetto e muore. Dopo poco tempo un altro bambino viene rapito e stavolta individuano subito il pedofilo colpevole, ma non sembra colpevole anche per la bambina.
Il giovane detective è intelligente, intuisce qualcosa che non quadra da alcune confidenze fatte proprio da poliziotti scoprendo una realtà: le verità scoperte da loro non sono sempre vere, spesso vengono artefatte; in buona fede costruiscono realtà per il "pubblico" che non corrispondo alla verità appunto, ma servono a realizzare quella che secondo loro è la cosa giusta.
Cosa c'entra con la scomparsa della bambina? Ve lo lascio scoprire.

Bel film, belle le atmosfere, la presentazione iniziale del quartiere è un grande incipit. La storia affascinante, sviluppata con una serie ben dosata di colpi di scena.
Un po' il pensiero mi va a Mystic River, anche per il tipo di regia (in particolare la modalità delle riprese aeree) ma soprattutto per la trama. Come nel meraviglioso film di Eastwood, anche in questo ci si interroga sulla struttura della famiglia, sui valori, sull'affetto che la società degli adulti riserva ai bambini suoi figli: nelle indagini emerge di tutto.

Davvero un gran bel film, da vedere.

8 commenti:

  1. Anche a me ha ricordato il Mystic ma solo pochino eh! E diciamo che qua Ben Affleck mi ha fatto dimenticare la faccia da barbastucco in Pearl Harbor!

    RispondiElimina
  2. ah che bello questo film, disperso non solo nel blog ma anche in giro, pochi ne hanno parlato.
    brava! :)

    RispondiElimina
  3. Eh, io non son di spessore Roby...ma qualche asso nella manica lo fiondo fuori ogni tanto!

    RispondiElimina
  4. e di questo grande, tu che sei studiosa che ha studiato e studia, quanti ne conosci?
    http://robydickfilms.blogspot.com/search/label/Fran%C3%A7ois%20Truffaut

    RispondiElimina
  5. ti credo che ti ricorda "Mystic river". Infatti questo "Gone bay gone" è tratto dal bellissimo romanzo "La casa buia" di Dennis Lehane, autore anche di "La morte non dimentica" da cui Eastwood ha tratto il suo capolavoro.
    Se vuoi leggere le avventure di Pat Kenzie, ti consiglio anche i fantastici "Pioggia nera" e "Buio prendimi per mano" - sono un Lehane maniaco io, se non si fosse capito XP
    Peccato che non trovo questo film da nessuna parte T_T

    RispondiElimina
  6. eh ma sei proprio un gran lettore giacometto! grazie, gran commento. il film lo devi cercare col muletto, vedrai che si trova ;-)

    RispondiElimina
  7. finalmente visto. Avrai mie nuove in merito a breve XP

    RispondiElimina