domenica 27 dicembre 2009

Bellamy

4
2009, Claude Chabrol.

"C'è sempre un'altra storia. C'è di più di quello che l'occhio può cogliere.". Frase opportuna in chiusura, non troppo impegnativa.

Giallo alla Agatha Christie che a scanso di dubbi viene persino citata nei dialoghi, in tinte fosche, in cui viene coinvolto l'investigatore di polizia Paul Bellamy, in quel momento in vacanza.
Riuscitissimo nell'originale scelta di defocalizzare un delitto a scopo truffa-assicurativa, tutto sommato interessante proprio per le torbide personalità che vi ruotano intorno. Torbide nemmeno più di tanto, borghesia che cerca d'accaparrare cinicamente denaro che non gli spetta causando la morte di una bocca, solo apparentemente inutile. A parte i particolari, fondamentalmente ho detto tutto.

Niente di nuovo quindi.
Un esercizio di genere senza voler sminuire: il film m'è piaciuto, merita la visione, intriga, incuriosisce, qualche battuta interessante, persino uno sforamento nella commedia ed uno nel noir. Tutti effetti, come detto, ottenuti con efficacia seppur con metodi "vecchi".
M'è piaciuto molto Depardieu! Nei panni di un investigatore amante del vino e della buona cucina ce lo vedo proprio bene. Sempre bella Marie Bunel (ma queste francesi di mezza età che siero hanno trovato?).

Bene Claude Chabrol! Quando non fai il moralista ci sai fare, niente da dire.


4 commenti:

  1. "Bellamy" è un gioco di doppi e di specchi. E' un'opera lucidissima di un grande ultraottantenne.
    E Roby... non farmi incazzare! Chabrol non è mai stato moralista! Mai, neppure una volta. Chabrol non giudica: lui mostra. La sua è una macchina perfetta e tersa.
    Forse scava nel moralismo nascosto nelle pieghe di chi guarda... ;)

    Bad

    RispondiElimina
  2. Colpa tua! Ti assenti dal blog e mi vedo costretto a provocarti! :D
    E nemmeno ti logghi :( ... ti ho fatto così tanto arrabbiare?
    Indagherò sul "forse". Non ne sono troppo convinto, ma prometto di farlo, devo vederne ancora parecchi di questo "sfornaio" di pellicole.

    RispondiElimina
  3. Purtroppo in questo caso non ringrazio e sai bene il perché. Son contenta, ti sei già beccato un bel post su chabrol, molto meno diplomatico di un mio precedente, ma in sostanza dice le stesse cose. A presto in altra sede.
    p.s.: in questo momento mi sento molto BadGuy

    RispondiElimina
  4. e vabbé, non si può sempre essere d'accordo...
    ma davvero v'è sembrata una stroncatura questa? mai stroncato Chabrol.
    ho solo detto che non c'è niente di particolare da evidenziare, non mi pare grave. ho persino scritto "vecchi" tra virgolette!

    ok dai, incasso, capisco che sono in minoranza :-)

    però Grazia, te lo devo dire: ti sono superiore in termini di espressione di gratitudine. io ringrazio sempre chi spiega un'opinione, fa un ragionamento, a prescindere che ne condivido i contenuti
    quindi affermo solennemente che: ti stai baddizzando, ahahah! metamorfosi pericolosa, porta a parlare molto schiettamente...

    RispondiElimina